Keystone
Il palazzo di giustizia di Sion
VALLESE
21.05.19 - 17:420

Atti sessuali su allieve, 40 mesi di carcere all'ex docente

Il Tribunale distrettuale di Sierre ha condannato un ex insegnante di 49 anni. Respinta la tesi del complotto: «È inverosimile che le vittime si siano inventate i fatti»

SION - Un ex insegnante vallesano è stato condannato oggi dal Tribunale distrettuale di Sierre (VS) - riunitosi a Sion - a tre anni e quattro mesi di detenzione per atti sessuali con fanciulli. Il suo avvocato ha già indicato che farà ricorso.

I giudici hanno ritenuto «coerenti e credibili» le dichiarazioni delle vittime. Le loro testimonianze sono «dettagliate» e il «linguaggio adatto» all'età che avevano al momento dei fatti, ovvero tra gli undici e i tredici anni.

La corte ha respinto la tesi di un complotto ordito nei confronti dell'ex insegnante, oggi 49enne. È «inverosimile» che le sette vittime abbiano inventato i fatti, ha sottolineato il presidente della corte, precisando che le versioni date non sono contraddittorie.

Il tribunale ha invece rilevato «contraddizioni e inesattezze» nelle dichiarazioni dell'ex docente. Quest'ultimo ha ritrattato talune sue affermazioni quando si è reso conto che non erano opportune, ha indicato il presidente della corte.

Nessun trattamento ambulatoriale - Il tribunale distrettuale di Sierre ha seguito il Ministero pubblico e ha condannato l'insegnante a 40 mesi di prigione senza condizionale, in particolare per atti sessuali con fanciulli e tentati atti. Gli ha inoltre inflitto una interdizione di cinque anni di esercitare una professione a contatto con minori.

I giudici non hanno invece ordinato alcun trattamento ambulatoriale per disturbi mentali come richiesto dalla procura.

Al centro del processo figuravano metodi di «risveglio dei sensi» organizzati dall'insegnante nell'ambito scolastico. Durante uno di questi, che consisteva nel farsi una doccia o cambiarsi al buio dopo un corso di ginnastica, il docente aveva spiato giovani allieve a loro insaputa. In un'altra circostanza, aveva proposto ad alcune allieve di partecipare individualmente a degustazioni di frutta al buio e ne aveva approfittato per introdurre il pene nella loro bocca.

Non si era presentato al processo - L'ex insegnante aveva ammesso di soffrire di «voyeurismo» e di essere stato in cura per questa patologia. Aveva invece sempre negato i fatti più gravi rimproveratigli. Ricoverato in una clinica psichiatrica, l'ex docente non si era presentato ieri mattina all'inizio del processo. Dopo aver consultato le parti, la corte ha spiccato nei suoi confronti un mandato di comparizione e l'ospedale non ha opposto alcuna obiezione.

L'uomo è arrivato all'udienza ammanettato e attorniato da due poliziotti. Interrogato dal presidente della corte, l'ex docente ha detto di non riuscire a rispondere alle domande postegli. Il suo avvocato ha spiegato che l'uomo si trovava sotto l'influsso di medicinali.

Liberato dopo i fatti svoltisi tra agosto 2011 e novembre 2013, l'ex insegnante si trova in carcere già da ieri. La corte temeva infatti un rischio di fuga.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD
4 ore
«Una maratona in pieno Covid? Ma è uno scherzo?»
Mentre si prendono misure drastiche per frenare la diffusione del virus, la gara di Losanna non viene cancellata.
SVIZZERA
5 ore
"Coronavirus International" sopra i quattro milioni
Si è conclusa alle 23 la raccolta fondi della Giornata nazionale della solidarietà
BASILEA CITTÀ
6 ore
I numeri (rubati) di poliziotti e agenti di sicurezza su un sito di estrema sinistra
Nel mirino persone legate al centro di asilo federale Bässlergut
FRANCIA / SVIZZERA
7 ore
Ramadan indagato per stupro su una quinta donna
Già nel 2018 la procura di Parigi aveva chiesto la sua iscrizione nel registro degli indagati per questo caso
ZURIGO
8 ore
Swiss: il CEO non vede necessità di ulteriori crediti
Klühr ha dichiarato che entro fine anno avrà a disposizione ancora un miliardo di franchi.
SVIZZERA
10 ore
Gli esperti bocciano la distanza di 1,5 metri
Gli esperti chiedono all’UFSP d'inserire nella sua strategia di difesa anche le infezioni attraverso le goccioline
SVIZZERA
10 ore
Il 2020 di Valora dovrebbe essere positivo, nonostante tutto
C'è stata una ripresa dopo la perdita registrata - causa lockdown - nei primi sei mesi dell'anno
ZUGO
10 ore
Per una coccinella, scontro tra tre auto
Singolare la dinamica: lo scontro si è verificato per salvare la vita al piccolo insetto.
SVIZZERA
10 ore
«Un secondo lockdown va evitato a ogni costo»
È l'indicazione emersa dalla tavola rotonda promossa dal Dipartimento federale dell'economia
BERNA
10 ore
Svizzera arrestata in Bielorussia: sedici parlamentari ne chiedono il rilascio
La donna rischia fino a cinque anni di carcere per aver tolto il passamontagna a un poliziotto.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile