Keystone
VAUD
18.05.19 - 17:110

MeteoSvizzera presenta il sistema di allerta precoce agli esperti di tutto il mondo

I partecipanti hanno avuto l'occasione di discutere tra l'altro con Anna Giacometti, sindaca di Bondo

PAYERNE - La Svizzera ha presentato oggi il suo sistema d'allerta precoce di catastrofi naturali ad esperti mondiali: una trentina dei circa 4'000 partecipanti a una conferenza internazionale a Ginevra ha visitato il centro di MeteoSvizzera a Payerne (VD).

Ai presenti sono stati presentati applicazioni radar, profilatori del vento in caso d'incidente nucleare e altri servizi climatici, ha comunicato il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

Tra i temi della piattaforma globale per la riduzione dei rischi di catastrofe (Global Plattform for Disaster Risk Reduction, GPDRR), la più grande conferenza sulla prevenzione delle catastrofi che si tiene ogni due anni in una località diversa e che si è chiusa ieri a Ginevra, c'erano anche i rischi in montagna.

In questo contesto i partecipanti hanno avuto l'occasione di discutere tra l'altro con Anna Giacometti, sindaca di Bondo, villaggio della Val Bregaglia investito nell'agosto 2017 da colate detritiche.

Secondo il DFAE, a causa dei cambiamenti climatici valanghe, colate detritiche e frane potranno verificarsi sempre più spesso. I rischi nelle regioni di montagna sono stati illustrati agli esperti a Le Châble e a Lourtier, entrambi in Vallese.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
47 min

Dramma familiare, il padre collaborava con la Polizia

Quattro persone sono morte giovedì a Affoltern am Albis. Il quartiere è sotto shock mentre perseguono le indagini per chiarire le circostanze esatte della tragedia

VIDEO
BERNA
48 min

Fattoria distrutta da un incendio a Kirchberg

Persone ad animali sono stati messi al sicuro. Niente da fare invece per l'edificio

OBVALDO
2 ore

Moto in fiamme dopo un frontale, grave un centauro

Il giovane si è scontrato con un'auto che era finita nella sua corsia

NIDVALDO
13 ore

Guasto alla funivia, turisti riportati a valle in elicottero

150-200 persone sono rimaste bloccate sulla cima dello Stanserhorn a causa di un problema tecnico

ARGOVIA
20 ore

Parla il pescatore: «Ho visto il caimano nel lago»

Per la prima volta prende la parola il testimone che ha visto il rettile nel lago. La polizia: «Diverse segnalazioni, ma escludiamo un’azione di ricerca»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile