«I nostri parenti si sono preoccupati molto più di noi»
20 Minuten/Tobias Rösli
Tobias Rösli è in viaggio con sua moglie Sonja e i suoi figli Finn (1) e Taio (3)
+4
MONGOLIA / SVIZZERA
06.05.19 - 20:570

«I nostri parenti si sono preoccupati molto più di noi»

Un gruppo di viaggiatori svizzeri è stato messo in quarantena per sei giorni dopo che una coppia è morta di peste bubbonica

ÖLGII - Per sei giorni Sonja e Tobias Rösli, la loro famiglia e la loro associazione di scambio culturale non hanno potuto lasciato la città mongola di Ölgii. La ragione di ciò è la morte di una coppia che aveva contratto la peste bubbonica mangiando carne di marmotta. Obbligando le autorità a mettere il villaggio in quarantena.

«Siamo in viaggio con il nostro gruppo "East meets West – Brugge baue"», ha raccontato Tobias Rösli a 20 Minuten. Il gruppo musicale del Canton Lucerna viaggia in tutto il mondo per diffondere la cultura e le tradizioni svizzere e per incoraggiare le persone a fare altrettanto, preservando così la propria cultura.

«La situazione era piuttosto confusa» - Il 1° maggio gli è stato detto che a nessuno era permesso uscire o entrare dalla località mongola. «La situazione era inizialmente piuttosto confusa», afferma Rösli. Ben presto è diventato chiaro che si trattava di una quarantena a causa della pestilenza. «Volevamo sapere se la malattia fosse trasmissibile per via aerea», continua il lucernese, che era preoccupato per la salute della sua famiglia e dei suoi figli. «Ma ci hanno subito rassicurati».

Fine della quarantena - Nessuno era nel panico. «Puoi solo aspettare e sperare che la quarantena finisca presto. I nostri parenti in Svizzera e Germania erano molto più preoccupati di noi, perché quando sei lontano pensi sempre al peggio. Ciò che ci preoccupava di più invece era che non sapevamo per quanto tempo saremmo rimasti bloccati», racconta. La gente del posto si è mostrata sempre estremamente cordiale e il gruppo ha trascorso le giornate visitando famiglie povere e orfanotrofi.

Lunedì verso le 20:00 (ora locale), dopo sei giorni, la quarantena è stata finalmente stata rimossa. «Domani speriamo di volare su Ulan Bator», conclude Rösli. Il 15 maggio, il gruppo intende finalmente tornare in Svizzera.

20 Minuten/Tobias Rösli
Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Ginevra
1 min
Crivella di colpi l'amico, condannato a 16 anni
I fatti risalgono al 2016, quando un 42enne in seguito a un alterco aveva giustiziato un uomo in una sala da tè
SVIZZERA
2 ore
Nuove misure anti-Covid: la soddisfazione di bar e club
Il Consiglio federale «ci ha ascoltati» si legge in un comunicato, che parla di «segnale importante» per il settore
SVIZZERA
3 ore
Ecco le nuove misure decise dal governo
Nuove restrizioni contro il Covid: è iniziata la conferenza stampa da Palazzo Federale. Segui la diretta
SVIZZERA
3 ore
I contagi in Svizzera rimangono sotto i 10mila
A livello nazionale il 75,03% della popolazione over 12 è completamente vaccinato
SVIZZERA/GERMANIA
4 ore
La Svizzera è nella black-list tedesca
La decisione di Berlino: quarantena di dieci giorni per i non vaccinati in arrivo dalla Confederazione
SVIZZERA
5 ore
Vaccinazione anti-Covid gratuita anche nel 2022, frontalieri compresi
Il Consiglio federale ha stabilito che le spese continueranno a essere assunte dall'assicurazione sanitaria obbligatoria
SVIZZERA
5 ore
L'obbligo di quarantena mette in ginocchio il turismo
L'appello del direttore dell'aeroporto di Zurigo: «Il Consiglio federale deve aggiustare rapidamente il tiro»
VALLESE
7 ore
Vuoi un vigneto in Vallese? Basta un franco
L'uva non è più redditizia e i coltivatori se ne disfano a prezzi simbolici
BASILEA
8 ore
Bus contro un muro, 9 feriti
La neve ieri pomeriggio a Basilea ha causato un grave incidente
SVIZZERA
19 ore
Cosa ci dirà questa volta Berset?
Il Consiglio federale è pronto a comunicare le nuove misure anti-Covid. Ecco alcune anticipazioni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile