20 Minuten/Tobias Rösli
Tobias Rösli è in viaggio con sua moglie Sonja e i suoi figli Finn (1) e Taio (3)
+5
MONGOLIA / SVIZZERA
06.05.19 - 20:570

«I nostri parenti si sono preoccupati molto più di noi»

Un gruppo di viaggiatori svizzeri è stato messo in quarantena per sei giorni dopo che una coppia è morta di peste bubbonica

ÖLGII - Per sei giorni Sonja e Tobias Rösli, la loro famiglia e la loro associazione di scambio culturale non hanno potuto lasciato la città mongola di Ölgii. La ragione di ciò è la morte di una coppia che aveva contratto la peste bubbonica mangiando carne di marmotta. Obbligando le autorità a mettere il villaggio in quarantena.

«Siamo in viaggio con il nostro gruppo "East meets West – Brugge baue"», ha raccontato Tobias Rösli a 20 Minuten. Il gruppo musicale del Canton Lucerna viaggia in tutto il mondo per diffondere la cultura e le tradizioni svizzere e per incoraggiare le persone a fare altrettanto, preservando così la propria cultura.

«La situazione era piuttosto confusa» - Il 1° maggio gli è stato detto che a nessuno era permesso uscire o entrare dalla località mongola. «La situazione era inizialmente piuttosto confusa», afferma Rösli. Ben presto è diventato chiaro che si trattava di una quarantena a causa della pestilenza. «Volevamo sapere se la malattia fosse trasmissibile per via aerea», continua il lucernese, che era preoccupato per la salute della sua famiglia e dei suoi figli. «Ma ci hanno subito rassicurati».

Fine della quarantena - Nessuno era nel panico. «Puoi solo aspettare e sperare che la quarantena finisca presto. I nostri parenti in Svizzera e Germania erano molto più preoccupati di noi, perché quando sei lontano pensi sempre al peggio. Ciò che ci preoccupava di più invece era che non sapevamo per quanto tempo saremmo rimasti bloccati», racconta. La gente del posto si è mostrata sempre estremamente cordiale e il gruppo ha trascorso le giornate visitando famiglie povere e orfanotrofi.

Lunedì verso le 20:00 (ora locale), dopo sei giorni, la quarantena è stata finalmente stata rimossa. «Domani speriamo di volare su Ulan Bator», conclude Rösli. Il 15 maggio, il gruppo intende finalmente tornare in Svizzera.

20 Minuten/Tobias Rösli
Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
3 ore
«I treni non sono luoghi dove fare i picnic»
La Ferrovia retica ha recentemente vietato le consumazioni su una delle sue linee
SAN GALLO
6 ore
«Era impulsivo e si infiammava facilmente»
La testimonianza di un ex dipendente dell'uomo accusato di aver ucciso la fidanzata a Buchs.
GRIGIONI
8 ore
In 4000 contro le misure restrittive
La dimostrazione è stata promossa dall'associazione "Stiller Protest" e si è tenuta in diverse città.
FOTO E VIDEO
ZURIGO
9 ore
Violenti scontri alla manifestazione per le donne
Disordini in occasione di un evento non autorizzato.
SVIZZERA
11 ore
Nelle ultime settimane c'è una certa sottomortalità, nonostante il Covid
Secondo gli esperti, le misure anti-coronavirus hanno ridotto il numero di morti per influenza
FRANCIA / SVIZZERA
11 ore
Donna uccisa a Lione, il marito arrestato in Svizzera
La 30enne era stata trovata senza vita giovedì sera in casa. Sarebbe stata colpita con un martello
BASILEA CAMPAGNA
13 ore
Muttenz, aggredisce una guardia e tenta l'evasione
L'uomo ha liberato altri tre detenuti ma il loro tentativo di fuga ha avuto vita breve
FRIBURGO
13 ore
Mobbing nell'ente per la salute mentale, scatta l'indagine
L'indagine riguarda il settore della psichiatria e della psicoterapia per gli anziani
SVIZZERA
17 ore
Tre giorni nella black list: l'Ufsp ha sbagliato?
La Colombia è finita per 72 ore nella lista dei paesi a rischio, a causa di dati "vecchi". Una famiglia ne fa le spese
ZURIGO
1 gior
I genitori chiedono test di massa settimanali nelle scuole
Un'associazione vuole introdurre i test nelle scuole di tutta la Svizzera.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile