Keystone (archivio)
SVIZZERA
06.05.19 - 12:210

Gelate notturne colpiscono anche la produzione ortofrutticola

A Berna il termometro è sceso di quasi 8 gradi sotto lo zero. Ulteriori notti di gran freddo sono previste anche nel corso di questa settimana

BERNA - Ondata di freddo in Svizzera: dopo il maltempo, che ha interessato anche il Ticino, le temperature si sono abbassate considerevolmente. A Berna, il termometro è arrivato fino a -7,7 gradi. Lo strato gelato che si è formato nel terreno potrebbe mettere in difficoltà gli agricoltori.

Temperature sotto gli 0° si sono registrate in diverse zone della Confederazione, da Sion (-6,5 gradi) a Payerne (VD), con -5,5 gradi, a Grono (GR) e Stabio (entrambi -1,8°). Ulteriori notti di gran freddo sono previste anche nel corso di questa settimana.

Il gelo ha interessato soprattutto il terreno, con temperature in negativo fino a due metri di profondità che rischiano di compromettere il raccolto degli alberi da frutto. A Berna-Belpmoos, ad esempio, il terreno a 2 metri di profondità registrava -4°, meno grave la situazione nei pressi dell'aeroporto di Zurigo (-1,5°). Meglio a Ginevra e Basilea (-0,2 gradi) e soprattutto in Ticino: grazie al favonio da nord, a Lugano la temperatura nel terreno era pari a 9,3 gradi. Agli agricoltori ticinesi è dunque andata relativamente meglio, rispetto al resto della Svizzera.

Il gelo mette in pericolo soprattutto la produzione degli asparagi verdi, indica Markus Waber, dell'Unione svizzera produttori di verdura, all'agenzia Keystone-ATS. Finora non vi sono state segnalazioni da parte dei produttori, aggiunge, precisando tuttavia che le oscillazioni meteorologiche non sono una novità per gli agricoltori.

A Maggio, la fioritura di molte piante è già finita, dunque il danno non è così elevato. In Vallese i frutticoltori sono potuti correre ai ripari con irrigatori e candele di paraffina per aumentare la temperatura del terreno, rivela Bernadette Galliker, dell'Associazione Svizzera Frutta. Al momento è però ancora presto per valutare eventuali danni dovuti al gelo.

Anche le vigne non hanno subito danni di rilievo, sostiene Pierre-Antoine Héritier, presidente della Federazione vallesana dei viticoltori. Due anni fa, le gelate primaverili avevano colpito molto più duramente il settore vitivinicolo.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
1 ora

L'innevamento artificiale per salvare i ghiacciai

In Alta Engadina sta per partire un progetto pilota che potrebbe persino permettere la crescita delle lingue di ghiaccio

FOTO
SVIZZERA
2 ore

C'è un terzo branco di lupi nel Grigioni

Confermata la presenza di due adulti e almeno cinque cuccioli nella zona del Piz Beverin

VAUD
3 ore

Fête des Vignerons, domani è il grande giorno

Quasi tutto pronto per la 12esima "festa delle generazioni" che fino all'11 agosto attirerà centinaia di migliaia di partecipanti. La manifestazione verrà aperta dallo spettacolo di Finzi Pasca

SVIZZERA
5 ore

Frutta e verdura bio venduta quasi solo in imballaggi di plastica

Secondo SKS le alternative esistono, anche se non vengono utilizzate

SCIAFFUSA
5 ore

Al confine con 9000 euro di abiti: «Non ho nessuna voglia di pagare»

L'80enne tedesco è stato fermato a Thayngen mentre cercava di contrabbandare la merce acquistata in Svizzera

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report