Keystone
Un'antenna montata sopra un palazzo nel canton Ginevra.
SVIZZERA
28.04.19 - 09:060
Aggiornamento : 15:59

La tecnologia 5G spaventa (anche) la Svizzera tedesca

Gli esecutivi di Berna, San Gallo e Svitto intendono fermare la costruzione della rete sul proprio territorio fintanto che non saranno disponibili informazioni su eventuali rischi per la salute

BERNA - La resistenza contro la tecnologia di telefonia mobile 5G sta raggiungendo la Svizzera tedesca, dove alcuni parlamenti cantonali cominciano a muoversi per mettere un freno a questa evoluzione.

Secondo i domenicali "SonntagsZeitung", "Ostschweiz am Sonntag" e "Zentralschweiz am Sonntag", gli esecutivi di Berna, San Gallo e Svitto hanno lanciato richieste per fermare la costruzione della rete 5G sul proprio territorio, almeno fino a quanto non saranno disponibili informazioni supplementari su eventuali rischi per la salute della popolazione.

In Romandia la resistenza è già piuttosto diffusa, con Vaud, Ginevra e Giura che hanno deciso di congelare la costruzione di antenne nell'attesa di uno studio sul tema da parte dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), che dovrebbe essere pubblicato in estate.

Queste inquietudini non sembrano preoccupare gli operatori telefonici Sunrise e Swisscom. Da fine marzo entrambi hanno infatti lanciato il 5G in circa 150 località. Le aziende hanno spiegato che le autorizzazioni per le antenne ottenute prima delle moratorie cantonali restano valide.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 1 anno fa su tio
Ma ormai è l'argomento quotidiano. La gente neppure sa di cosa si tratta e a cosa possa servire. Come ogni qualsiasi novità viene immessa sul mercato, anche se la gente non ne abbia bisogno. I bisogni vengono poi creati ad arte, per cui poi diventa indispensabile. Ma il massimo delle contraddizioni è la confederazione che ha fatto lautissimi guadagni sulle concessioni, senza prima garantirne l'utilizzo.
Lore62 1 anno fa su tio
Così per la cronaca....Da qualche mese si chiedono moratorie contro antenne 5G. Da sapere è che le frequenze recentemente allocate dalla Confederazione per il 5G sono già in uso da anni per altri servizi ad esempio la TV Digitale terrestre che verranno abbandonati, e che saranno riutilizzate per il 5G frequenze sotto i 6 GHz. Quindi nulla di nuovo. Le cosiddette onde millimetriche (28 GHz) per il 5G non sono ancora state assegnate. Non ci saranno quindi domande di costruzione per antenne a queste frequenze. Da notare che comunque saranno di potenza inferiore perché le celle più piccole e oltretutto a queste lunghezze d’onda sono fortemente attutite da muri, vegetazione e pioggia, e non penetrano il corpo umano. Non sono onde ionizzanti. Su nuove tecnologie ci vuole precauzione e corretta informazione. Purtroppo sul 5G circolano da tempo molte fake come la moria di uccelli in un parco in a Den Haag. Ebbene in quella zona non è stato fatto alcun esperimento con il 5G , gli uccelli sono morti per aver mangiato bacche da rami potati dai quali hanno ingerito anche parti di vegetazione tossica. Fatto appurato dal laboratorio dell’Università di Wageningen....
curzio 1 anno fa su tio
Facciamo una moratoria sui voli aerei fintanto che non è chiarita la storia delle scie chimiche. Facciamo una moratoria sui medicinali fintanto che non è chiarito il nesso tra autismo e vaccini. Facciamo una moratoria sul lancio di nuovi satelliti fintanto che non è chiarito che la terra è piatta!
sedelin 1 anno fa su tio
spaventa tutti perché si sa per certo che tutti saremo potenziali malati di cancro con probabilità altissime.
Tato50 1 anno fa su tio
@sedelin Siccome il Ticino non fa parte della Svizzera possiamo crepare tranquillamente ;-((
sedelin 1 anno fa su tio
@Tato50 in questo caso é il ticino che dorme!
Tato50 1 anno fa su tio
@sedelin Chi è "in alto" dovrebbe darsi una mossa, non quelli del Blog.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
BASILEA CITTÀ
33 min
"Basilea senza nazisti", oltre 3'000 persone hanno sfilato per la città
Autorizzata delle autorità nonostante le norme anti-Covid, il corteo ha attirato parecchi manifestanti.
SVIZZERA
5 ore
Con l'inverno meteorologico arrivano anche i primi fiocchi
Martedì è attesa una prima spolverata di neve, in alcune zone anche a basse quote.
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
5 ore
Rapina in un ufficio postale, si cerca una coppia di rapinatori
L'auto usata per la fuga, rubata poco prima, è stata data alle fiamme
SVIZZERA
7 ore
Addio PPD, benvenuta Alleanza del Centro
Il partito punta a conquistare elettori, uscendo da una connotazione troppo cattolica. Sì anche alla fusione con il PBD
SVIZZERA
7 ore
«Impedire lo sci? Una frenesia dettata dall'estero»
Alcune stazioni in Svizzera sono aperte da due mesi e nessuna di esse è diventata un focolaio d'infezione
SVIZZERA
9 ore
La sicurezza del vaccino? Non è negoziabile
La Svizzera, assicura Nora Kronig, non scenderà a compromessi
SVIZZERA
9 ore
L'edizione 2021 del Forum economico mondiale è in forse
Klaus Schwab spiega che la manifestazione avrà luogo solo in condizioni di assoluta sicurezza
SVIZZERA
10 ore
È morta la donna più anziana della Svizzera
«Se mia madre sapesse che sono diventata così vecchia...», affermava la vegliarda in un libro a lei dedicato
SVIZZERA
11 ore
Scuole reclute da record nel 2021
«Sarà la più grande della storia recente» spiega il capo dell'esercito, comandante di corpo Thomas Süssli
SVIZZERA
12 ore
PPD, oggi si decide su nuovo nome e fusione con il PBD
L'assemblea dei delegati si svolge in modo decentrato a causa della pandemia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile