SAN GALLO
04.02.19 - 08:000
Aggiornamento : 09:57

«Gli umani sono più stupidi degli animali»

Un branco di cervi attraversa quasi tutti i giorni la strada che porta a Grabs. Gli animali sono però disturbati da automobilisti impazienti e fotografi insistenti

GRABS - «Tutte le mattine e tutte le sere vediamo dozzine di cervi attraversare la strada» racconta a 20 Minuten un abitante di Grabs, nel Canton San Gallo. Nei video pubblicati sui social network si vedono fino a 80 animali attraversare il paese sangallese.

Un altro abitante della regione critica però il comportamento di alcuni automobilisti che, stressati, proseguono sulla strada disperdendo il branco. «Gli umani sanno essere più stupidi degli animali a volte».

Pazienza - Florian Schneider, portavoce della polizia sangallese, ha confermato la presenza sul posto delle forze dell’ordine mercoledì mattina verso le 8.00. «Gli agenti hanno notato la presenza di un folto gruppo di cervi che stava cercando di attraversare la strada. Gli animali erano sotto stress perché gli automobilisti non volevano fermarsi per farli passare». Gli agenti hanno allora chiamato un guardiacaccia, e hanno provveduto a chiudere una parte della strada. «Tutto questo non sarebbe stato necessario se i conducenti si fossero fermati e avessero avuto un po’ più di pazienza» precisa Schneider.

Per proteggere gli animali selvatici, le forze dell’ordine hanno già preso diverse misure, come la riduzione del limite di velocità. Ma nonostante ciò, negli ultimi giorni si sono registrati ben 21 incidenti nella regione del Werdenberg-Sarganserland.

Ma non sarebbero solo gli automobilisti a disturbare le bestie. Anche alcuni fotografi non esitano a seguire i cervi, magari anche in auto, per scattare la fotografia perfetta.

Dominik Thiel, del servizio di caccia e pesca del Canton San Gallo, ricorda che la cosa peggiore per un animale selvatico è essere disturbato e stressato. «Quando sono sotto stress, gli animali sprecano maggiore energia, e questo può portare ad una perdita di peso, e persino alla morte». Thiel ricorda anche che la riproduzione e il sistema immunitario dipendono dalla loro salute: «Gli animali magri si ammalano più facilmente e generano dei cuccioli più deboli. A volte non si accoppiano nemmeno».

Infine l’esperto nota come quest’anno il numero di cervi avvistati in pianura sia maggiore rispetto agli altri anni. «Gli animali scendono a causa delle neve e del freddo».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report