Depositphotos
BERNA
26.10.18 - 17:150

Truffe amorose e un bottino da 1,5 milioni

Da inizio anno nel cantone sono state presentate oltre 50 denunce. La polizia invita alla prudenza

BERNA - La polizia bernese ha messo oggi in guardia dalle cosiddette "love scam" o "romance scam", ossia "truffe amorose" o "romantiche" a mezzo internet. Oltre 50 denunce sono state presentate dall'inizio dell'anno nel cantone da uomini o donne che si sono fatti imbrogliare, per un totale di danni di circa 1,5 milioni di franchi.

I truffatori - scrive la polizia cantonale in una nota diramata oggi - entrano in contatto con le vittime tramite siti di incontri online o reti sociali come Facebook e presto dichiarano di aver trovato in esse il vero amore. Spesso si fanno passare per single dal fisico avvenente, utilizzando immagini rubate, e raccontano che sono ingegneri, oppure soldati, residenti in un altro paese.

Grazie alle loro dichiarazioni d'amore e presentando storie credibili, questi impostori riescono a convincere la vittima a versare loro del denaro. Per giustificarsi, sostengono di dover pagare parcelle mediche o costi di viaggio, oppure di trovarsi in difficoltà economiche.

All'inizio di luglio aveva suscitato un certo clamore l'arresto a Wädenswil (ZH) di un 45enne britannico ricercato dalla polizia del suo paese per aver sedotto e truffato per oltre un milione di franchi una 61enne. L'uomo - che si era fatto passare con la malcapitata per banchiere e agente segreto - viveva in un'abitazione di lusso della località zurighese sotto falsa identità con la sua famiglia.

La polizia bernese aggiunge alcuni consigli pratici per non cadere in simili tranelli. Innanzitutto esorta alla diffidenza se una persona che non si conosce si mette presto a parlare di vero amore, o se chiede denaro, per quanto sia toccante la storia raccontata. Inoltre: non inviare mai soldi a sconosciuti e soprattutto non farlo tramite una piattaforma di trasferimento di denaro.

Per verificare con chi si ha a che fare - aggiunge la polizia - è utile per esempio inserire in un motore di ricerca il nome indicato dalla persona conosciuta su internet con l'aggiunta "scammer" ("truffatore"): "nella maggior parte dei casi", si ottiene conferma dei propri sospetti. Se poi si sono ricevute foto personali, si possono trovare informazioni complementari grazie alla ricerca inversa delle immagini.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Arciere 1 anno fa su tio
Ho quasi voglia di dire "ben fatto!". Come si fa, oggigiorno, a cascare ancora in truffe tanto grossolane? "Agente segreto"... Ma si può?
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«L'incompetenza dell'UFSP è un pericolo per la salute e la vita»
L'app SwissCovid è scaricabile da tutti, anche da chi non fa parte del gruppo pilota. Le critiche del legale
GRIGIONI
1 ora
Bimba travolta e uccisa da una scultura: «I genitori non l'hanno lasciata da sola»
Il dramma di Flim il giorno dopo, fra cordoglio e tanti dubbi. Una mamma: «Poteva succedere anche ai miei figli»
SVIZZERA / FRANCIA
2 ore
UBS, il processo d'appello in Francia è rinviato al 2021
La banca è stata condannata in primo grado al pagamento di 4,5 miliardi di euro per evasione fiscale
EUROPA / SVIZZERA
3 ore
Nestlé dovrà cambiare nome ai suoi hamburger vegani
Secondo i giudici dell'Aja la denominazione corrente ricorda in maniera un po' sospetta quella di un prodotto rivale
SVIZZERA
4 ore
La spesa in Italia? Domani non cambia niente
La Svizzera mantiene le limitazioni in entrata «fino a nuovo avviso». Ecco le decisioni del governo federale
SVIZZERA
6 ore
Molestie e mobbing non se ne vanno con il telelavoro
A dirlo è una professoressa dell'Università di Ginevra. Molestare a distanza sarebbe addirittura più facile.
SVIZZERA
6 ore
I giornali tornano nei bar
Caffè e informazione: dal prossimo venerdì sarà di nuovo possibile, come prevede il nuovo piano di protezione
SVIZZERA
6 ore
Solo tre contagi in più di ieri
Il virus nel nostro Paese si diffonde sempre meno.
SVIZZERA
7 ore
Boccata d'ossigeno: Indice PMI in ripresa
I responsabili degli acquisti possono guardare al futuro con più ottimismo
VIDEO
SVIZZERA
8 ore
Quando prelevi al bancomat non lasciarti distrarre
La nuova campagna "Card Security" di Prevenzione Svizzera della Criminalità
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile