Oberwalliser Skipass
VALLESE
19.10.18 - 11:370
Aggiornamento : 17:39

Righe di polvere bianca e l'invito sulle «piste». La pubblicità fa discutere

Critiche sulla campagna scelta dagli impianti di risalita dell'Alto Vallese, che si difendono: «Semplice coincidenza». La Croce Blu: «Provocazione pericolosa»

SION - Due “righe” di polvere bianca, preparate utilizzando uno ski-pass dell’Alto Vallese, con tanto di residui presenti sui bordi. Potrebbe quasi sembrare una scena osservata nel privé di un locale pubblico. E invece è la trovata pubblicitaria pensata dalla società che gestisce gli impianti di risalita per attirare nuovi clienti. «Regalati 980 km di piste». L’allusione alla cocaina, come riporta oggi 20 Minuten, è più che evidente.

Il presidente dell’associazione degli impianti di risalita dell’Alto Vallese, Karl Roth, ha però dichiarato di non vedere alcun problema: «Non vedo allusioni alle droghe. Certo, il manifesto lascia molto spazio all’interpretazione, ma considerate le attuali condizioni meteo non possiamo ancora mostrare foto della neve». Inoltre, ha aggiunto, quei «980 km di piste» sono una «chiara allusione all’aspetto sportivo».

«Una coincidenza» - Se le cose stanno così, perché la neve viene mostrata sotto forma di due righe di cocaina? «È una semplice coincidenza», ha affermato Roth precisando che il cartellone è solo parte di una grande campagna pubblicitaria, che prevede in futuro «nuove informazioni che permetteranno alla popolazione di capire meglio» il senso.

Secondo la Croce Blu svizzera - associazione attiva nell’aiutare persone affette da dipendenze o da problemi legati al consumo di alcol - la pubblicità in questione è problematica perché costituisce una provocazione: «Il fatto di stabilire un legame positivo tra cocaina e sport invernali tende a sminuire gli effetti negativi provocati dal consumo della sostanza», ha dichiarato il portavoce Philipp Frei, sottolineando come quello della polvere bianca sia un problema molto diffuso in Svizzera: «L’allusione sottile alla cocaina è comprensibile per tutti. Qualche anno fa non sarebbe stato così».

Commenti
 
ratpics 1 anno fa su tio
Hahahaha!! Semplice coincidenza!! Hahahaha ma per piasee!! :-)
rojo22 1 anno fa su tio
Poracci. Devono essere alla canna, sorry, alla striscia del gas!
siska 1 anno fa su tio
Certo la pubblicità é stata calcolata al dettaglio ah ah ah ah ma queste strisce fanno molto male alla salute al contrario di una bella sciata sulla neve fresca.
F/A-18 1 anno fa su tio
Tutti ne parlano=pubblicità riuscita
noci 1 anno fa su tio
Non bisogna avere una grande fantasia per fraintendere il messaggio. La presa di posizione del presidente Rhot è vergognosa. Ritirare immediatamente la campagna e scusarsi pubblicamente.
navy 1 anno fa su tio
Una campagna pubblicitaria vergognosa! Penso a quelle della Benetton di qualche anno fa. Più mirate a lego del grafico pubblicitario che verso la cosa da promuovere..... Stessa ipocrita autocritica.
frameofmind 1 anno fa su tio
Al di là del gusto della pubblicità o della sua efficacia, pura malafede nelle dichiarazioni del presidente Roth ("non vedo allusioni", "è una semplice coincidenza", ma davvero?). Ammettendo per un secondo che fosse vero ciò che dice, uno che non coglie chiari riferimenti al consumo di stupefacenti significa che vive in una caverna con le fette di salame sugli occhi, e mi chiedo se sia idoneo a svolgere i compiti di presidente. Oppure, come è più probabile appunto, ne è perfettamente consapevole ed è in malafede. Uno schifo.
sedelin 1 anno fa su tio
@frameofmind condivido!
sedelin 1 anno fa su tio
"non vedo allusione alle droghe": karl roth sta prendendo tutti per i fondelli e sta facendo pubblicità alla cocaina. potrebbe essere condannato, giustamente! io su quelle piste non metterei MAI piede:
Homer_Simpson 1 anno fa su tio
Sono sempliemente GENIALI. Tio.ch e chissa' quanti altri media ci sono cascati, ne parlano facendo notizia/pubblicita' gratis, poi qualche settimana dopo usciranno con una pubblicita' ''normale'', ma nel frattempo tutti ne hanno parlato.''Venite in vallese, ci sono quasi 1000km di pista da sci'' non lo legge nessuno. Sono contrario a qualsiasi tipo di droga, ma questi sono geniali per far parlare di se. ''Bell'esempio ai giovani...'' se si fuman le canne, impasticcano, vanno di naso o si bucano di certo non e' per un cartellone pubblicitario ma per cattive amicizie / genitori di emme.
Lore62 1 anno fa su tio
@Homer_Simpson Esattamente! È una tecnica che funziona! attirano l'attenzione facendo parlare di se...hihihi ;-)
Mattiatr 1 anno fa su tio
Io non so, sempre a pensare male. :-D
siska 1 anno fa su tio
Mah chiaro che, ci persone che con o senza pubblicità si fanno le strisce senza problemi ma con questa pubblicità a "doppio taglio" potrebbe diventare un'optional non andare andare a sciare ma a.....
skorpio 1 anno fa su tio
wow, che bel segnale che si da ai nostri giovani.... complimenti a questi scienziati del marketing.....
francox 1 anno fa su tio
Addirittura fatta giù con lo skipass...
Frankeat 1 anno fa su tio
E' evidente che la pubblicità richiama il consumo di cocaina ed è da stupidi negarlo. Se l'hanno fatto per essere spiritosi, sono degli idioti. Se l'hanno fatto per far parlare delle loro piste, hanno centrato il bersaglio e bisogna ammettere che hanno avuto le palle. Di sicuro la trovo una pubblicità decisamente disturbante e che non avrei mai abbinato allo sport, invernale o estivo che sia.
GI 1 anno fa su tio
semplice provocazione al pari di quella esercitata per anni da un tale signor fotografo italiano....ma tant'è oggi (come ieri e forse domani) importante è "osare" e che se ne parli.....tutto il resto semplicemente contorno !
spank77 1 anno fa su tio
Mi sembra MOLTO chiaro che gli autori di questa pubblicità avevano questo scopo (ma dai....la tesserina taglia strisce, le strisce bianche e sopratutto la parola "REIN" = PURA...). Se lo scopo era farsi notare hanno fatto centro...personalmente non approvo questo giochetto dei doppi sensi...sopratutto perchè si lega allo sport e sano tempo libero.
curzio 1 anno fa su tio
Hahaha! Bellissima pubblicità! Geniale!
Tato50 1 anno fa su tio
@curzio Manca la carta di credito per fare le striscie precise ;-))
BillieJoe 1 anno fa su tio
Ma daiii, quelle due righette bianche stavano a simboleggiare gli SKY paralleli ??
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
19 min
Mela indigesta: gli iPhone non piacciono più agli svizzeri
La percentuale di chi utilizza uno smartphone della Apple è in continuo calo
SVIZZERA
41 min
Giovani e pigri: «Oltre l'85% non fa abbastanza attività fisica»
Secondo uno studio pubblicato dall'OMS, il tasso è in costante rialzo in questi ultimi quindici anni e ha superato la media mondiale
FOTO
GINEVRA / GERMANIA
2 ore
Un ginevrino si compra il cilindro del Führer
L'imprenditore si è aggiudicato il cilindro appartenuto a Hitler e una copia del "Mein Kampf". Per una nobile causa: «È estremamente importante che questi cimeli non finiscano nelle mani sbagliate»
GRIGIONI
11 ore
Brienz ogni anno scende a valle di un metro, il Cantone: «Vi aiuteremo»
La frazione grigionese abitata da un centinaio di anime si sposta in maniera costante, le autorità: «Situazione particolare»
SVIZZERA
11 ore
Noi i canali della Srg/Ssr sul digitale terrestre non li vediamo più, ma in Austria...
Ci riescono ancora (e pure in chiaro) grazie agli sforzi di un'emittente privata e il nullaosta dell'Ufcom: «Il blackout era dispiaciuto a tanti»
BERNA / RUSSIA
14 ore
Maurer e Putin concordano una cooperazione più stretta
Gli argomenti trattati? Relazioni bilaterali, temi economici e impegno politico della Svizzera a favore della pace
FOTO
SVIZZERA
15 ore
Prima di Rytz, le altre candidature "verdi" al Consiglio federale
La prima presentata ufficialmente fu quella di Cécile Bühlmann nel 2000 per subentrare ad Adolf Ogi
SONDAGGIO
BERNA
18 ore
Regula Rytz: «Pronta al Consiglio federale» e "punta" al posto di Cassis
La presidente dei Verdi svizzeri: «Plr? Un partito ampiamente sovrarappresentato» e propone una nuova "formula magica"
VAUD
19 ore
Assalti ai furgoni blindati: «Finché sulle strade gireranno certe somme...»
Canton Vaud nel mirino delle bande francesi: Un criminale di Lione fornisce l'identikit del rapinatore tipo: «Ha tra i 28 e i 42 ed ha un passato migratorio e spesso proviene dal Maghreb»
SVIZZERA
22 ore
Ruag International: ingresso in Borsa «probabilmente» nel 2023
Le attività di cyber-sicurezza del gruppo detenuto dalla Confederazione si trovano invece già in piena fase di cessione
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile