BERNA
19.09.18 - 09:430

Prestazioni complementari, più controlli contro gli abusi

È il parere del Consiglio nazionale che oggi ha approvato per 128 voti a 51 una mozione volta a lottare contro gli abusi in questo settore

BERNA - È necessario che le prestazioni complementari vengano concesse solo a chi ne ha veramente bisogno. È il parere del Consiglio nazionale che oggi ha approvato per 128 voti a 51 una mozione volta a lottare contro gli abusi in questo settore. Il dossier va agli Stati.

Secondo Philippe Nantermod (PLR/VS), non è raro che persone a beneficio delle prestazioni complementari possiedano beni all'estero non dichiarati. Purtroppo i mezzi a disposizione delle autorità per eseguire verifiche sono limitati. La mozione chiede quindi che i mezzi di indagine a disposizione degli enti preposti ai controlli vengano estesi.

Nantermod ha fatto l'esempio dell'Assicurazione invalidità. Dotando gli organismi preposti di mezzi per contrastare abusi, è stato possibile ottenere dei risparmi.

Per la sinistra, che ha criticato la mozione, gli strumenti attualmente a disposizione bastano a avanzano, un'opinione condivisa anche dal consigliere federale Alain Berset.

I richiedenti, ha ricordato, possono essere obbligati a presentare la dichiarazione fiscale quale condizione per ottenere un sostegno. Ogni quattro anni, inoltre, viene svolta una verifica sulla situazione economica dei beneficiari. Vi è pure la possibilità, ha rammentato invano il presidente della Confederazione, di procurarsi informazioni sulle rendite versate nello spazio Ue. Queste ultime dovrebbero essere comunicate automaticamente dal 2019.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
53 min
Coronavirus: 10 nuovi casi e un decesso in Svizzera
Il numero di contagi in Svizzera dall'inizio dell'emergenza sale a 30'746
FOTO
SVIZZERA
1 ora
Una promozione felina nell'esercito
Lili ha meritato le mostrine «per il suo efficiente servizio in favore della truppa».
SVIZZERA
2 ore
Gli averi a vista della BNS continuano a salire, ed è record storico
Ed è la 19esima volta di fila per il valore più elevato mai raggiunto, e non è detto che sia una cosa positiva
VAUD
3 ore
Crediti Covid trasferiti all'estero: sospetti di una frode milionaria
Il Ministero pubblico vodese ha avviato un'inchiesta. Una persona si trova in detenzione preventiva
SVIZZERA
3 ore
«Con l'auto il rischio di morte è 59 volte maggiore»
L'Ufficio federale dei trasporti ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sicurezza dei trasporti pubblici
SVIZZERA
4 ore
Settore secondario: produzione ancora in crescita, cifre d’affari in calo
La pandemia ha avuto ripercussioni sui risultati di febbraio e marzo
ZURIGO
5 ore
Coronavirus e rimborsi, il direttore di Hotelplan critica Swiss
«Ha preso soldi dai clienti e poi ha bloccato unilateralmente il rimborso nei suoi sistemi»
BERNA
5 ore
«Servono più scorte mediche»
Jürg Schlup, presidente FMH, ritiene il materiale sanitario debba tornare ad essere prodotto in Svizzera ed Europa
BERNA
6 ore
Coronavirus: togliere alla lotta all'alcolismo per dare ai bar?
A Berna si pensa alla sospensione della tassa sugli alcolici. L'idea non piace alle associazioni contro le dipendenze.
SVIZZERA
19 ore
Turismo: la situazione è tesa, urgono meno restrizioni
Si è tenuto oggi il secondo vertice sul turismo dall'inizio dell'emergenza coronavirus.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile