Ti Press
SVIZZERA
10.07.18 - 12:060

Meno CO2 nel 2017

Nonostante l'aumento del traffico, le emissioni sono scese dell'1,5%. Questo grazie all'uso di biocarburanti

BERNA - Le emissioni di CO2 sono diminuite l'anno scorso in Svizzera. Il parco immobiliare resta tuttavia dipendente dai combustibili fossili, settore nel quale - indica l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) in un comunicato odierno - occorre compiere ancora sforzi.

In base alla verifica effettuata dall'UFAM, risulta che nel 2017 le emissioni di CO2 provenienti dai carburanti sono scese dell'1,5%, nonostante l'aumento del traffico. Il calo è principalmente dovuto all'uso di biocarburanti, la cui percentuale sul consumo complessivo di carburanti è passata dall'1,6% nel 2016 al 2,6% nel 2017.

La flessione per le emissioni di CO2 provenienti dai combustibili è stata dell'1,9% rispetto all'anno precedente, indica l'UFAM, sottolineando che la tendenza al ribasso si mantiene: le emissioni sono infatti diminuite del 26,5% rispetto a quelle del 1990. Per poter fare un raffronto negli anni - viene precisato nel comunicato - l'UFAM tiene conto dell'influsso delle temperature invernali sul consumo di olio da riscaldamento e di gas, la cosiddetta correzione climatica.

Senza considerare quest'ultima le emissioni di CO2 provenienti dai combustibili variano fortemente da un anno all'altro. Per raggiungere gli obiettivi dell'Accordo di Parigi sulla protezione del clima è quindi indispensabile che il parco immobiliare, responsabile di circa i tre quarti di queste emissioni, diminuisca l'utilizzo di energie fossili, sottolinea l'UFAM.

Il Parlamento è chiamato a decidere nell'ambito di una revisione della legge sul CO2. Nel suo progetto, il Consiglio federale propone di introdurre valori limite vincolanti per gli edifici a partire dal 2029 se le emissioni in questo ambito non saranno diminuite almeno del 50% nel 2026 e 2027 rispetto al 1990.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
36 min

17enne investita dal treno: «Veniva ogni giorno a comprare un panino»

La ragazza è stata operata e la sua vita non è in pericolo. L'inchiesta dovrà chiarire perché l'adolescente si trovasse sui binari

VAUD
6 ore

Tenta di salvare il suo cane, ma muore affogato

Il corpo è stato ripescato dopo un'ora di ricerche. L'animale è stato tratto in salvo

ZURIGO
7 ore

Kühne: «Un bene spostarci in Svizzera, ma non so se lo rifaremmo»

Secondo il grande azionista e presidente onorario di Kühne+Nagel, il modello basato sulla libera circolazione potrebbe avere vita breve

SVIZZERA
8 ore

Asilo, i rifugiati arrivati nel 2015 costeranno un miliardo di franchi ai comuni

Per alcuni di essi questo comporta un aumento della spesa sociale e si rischia di dover aumentare le imposte

SONDAGGIO
SVIZZERA
10 ore

«I prodotti di Wish sono pericolosi»

Lo sostiene il Forum dei consumatori sulla base di test effettuati su diversi articoli. Si rileva anche la presenza di sostanze cancerogene

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile