Ti Press
SVIZZERA
10.07.18 - 12:060

Meno CO2 nel 2017

Nonostante l'aumento del traffico, le emissioni sono scese dell'1,5%. Questo grazie all'uso di biocarburanti

BERNA - Le emissioni di CO2 sono diminuite l'anno scorso in Svizzera. Il parco immobiliare resta tuttavia dipendente dai combustibili fossili, settore nel quale - indica l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) in un comunicato odierno - occorre compiere ancora sforzi.

In base alla verifica effettuata dall'UFAM, risulta che nel 2017 le emissioni di CO2 provenienti dai carburanti sono scese dell'1,5%, nonostante l'aumento del traffico. Il calo è principalmente dovuto all'uso di biocarburanti, la cui percentuale sul consumo complessivo di carburanti è passata dall'1,6% nel 2016 al 2,6% nel 2017.

La flessione per le emissioni di CO2 provenienti dai combustibili è stata dell'1,9% rispetto all'anno precedente, indica l'UFAM, sottolineando che la tendenza al ribasso si mantiene: le emissioni sono infatti diminuite del 26,5% rispetto a quelle del 1990. Per poter fare un raffronto negli anni - viene precisato nel comunicato - l'UFAM tiene conto dell'influsso delle temperature invernali sul consumo di olio da riscaldamento e di gas, la cosiddetta correzione climatica.

Senza considerare quest'ultima le emissioni di CO2 provenienti dai combustibili variano fortemente da un anno all'altro. Per raggiungere gli obiettivi dell'Accordo di Parigi sulla protezione del clima è quindi indispensabile che il parco immobiliare, responsabile di circa i tre quarti di queste emissioni, diminuisca l'utilizzo di energie fossili, sottolinea l'UFAM.

Il Parlamento è chiamato a decidere nell'ambito di una revisione della legge sul CO2. Nel suo progetto, il Consiglio federale propone di introdurre valori limite vincolanti per gli edifici a partire dal 2029 se le emissioni in questo ambito non saranno diminuite almeno del 50% nel 2026 e 2027 rispetto al 1990.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
CAPO VERDE
12 ore
Bloccata da 4 mesi a Capo Verde: «Riportatemi in Svizzera»
Una 50enne di Svitto era partita a marzo per due settimane di vacanza e relax. E invece sta vivendo un incubo
TURGOVIA
12 ore
In bici con un tasso del 3,2 per mille
Un ciclista ubriaco è stato protagonista di un incidente questa mattina ad Arbon
FOTO
SVIZZERA
13 ore
Vestiti di nero per dire no al razzismo
Circa 200 persone si sono riunite oggi su Piazza federale.
SVIZZERA
17 ore
Migros richiama i suoi "Tondelli di riso integrale"
È stata riscontrata la presenza di latte. Chi non è allergico può consumarli senza problemi.
SVIZZERA
17 ore
Coronavirus: contagi stabili in Svizzera
Dall'inizio dell'emergenza i casi positivi registrati sono 32'798, mentre i morti restano 1'686
SVIZZERA
18 ore
Temporali e forti venti a nord delle Alpi
Tanta pioggia e grandine nella notte: particolarmente colpito il canton Svitto.
GRIGIONI
19 ore
Bimbo positivo, diciotto in quarantena
Il piccolo stava frequentando un campo di vacanza diurno a Zuoz.
SVIZZERA
20 ore
Credit Suisse, risolta la controversia americana
La seconda banca elvetica pagherà 15.5 milioni di dollari per risolvere la vicenda.
ZURIGO
20 ore
Altro superspreader in discoteca
Diverse persone che hanno trascorso la notte del 27 giugno al Club Jade si sono successivamente ammalate di coronavirus.
SVIZZERA
22 ore
Democrazia digitale: Amnesty & Co. fanno chiarezza su SwissCovid
Diverse ONG hanno unito le forze per informare sul contact tracing attraverso un portale online
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile