Keystone
VAUD
20.05.18 - 11:330
Aggiornamento : 13:47

Jérôme Sobel lascia la presidenza di Exit

A fine aprile il 65enne ha rimesso il suo mandato ai due nuovi copresidenti: «Voglio avere più tempo per la famiglia e per le mie passioni. Resterò comunque a disposizione come medico»

LOSANNA - Il presidente della sezione romanda di Exit, Jérôme Sobel, ha lasciato la testa dell'associazione di aiuto al suicidio. A fine aprile rimesso il suo mandato ai due nuovi copresidenti Gabriela Jaunin e Jean-Jacques Bise.

Il medico 65enne, che dirigeva Exit per la svizzera francese dal 2000, si dedicherà di più alla famiglia e alle sue passioni, pur proseguendo l'attività di dottore. Rimarrà comunque a disposizione di Exit quale consulente medico, precisa lo stesso in un'intervista pubblicata oggi da Matin Dimanche.

«Come presidente sono stato garante dei suicidi assistiti di circa circa duemila persone e me ne assumo la responsabilità. All'inizio ho prestato assistenza in numerosi casi, poiché eravamo solo in tre o quattro da accompagnare le persone nel suicido. Ora ci sono oltre trenta accompagnatori», dice Jérôme Sobel al domenicale.

L'anno scorso Exit ha praticato 286 suicidi assistiti in Svizzera romanda, a fronte dei 17 del 2001. Sobel auspica ardentemente che l'associazione possa un giorno sparire e che la sua attività venga presa a carico dai medici di famiglia. «Sono convinto che la mia azione si stata giusta. Il codice penale impone dei limiti che rispettiamo. Abbiamo sempre agito nella trasparenza e ogni volta che abbiamo accompagnato qualcuno per il suicidio lo abbiamo sempre annunciato alla giustizia. Rifiutiamo anche alcune sollecitazioni (...). Non siamo dei Terminator», sottolinea Sobel.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Swiss parla il Ceo: «La ripresa è più dura del previsto»
Il 2020 per la compagnia elvetica «sarà una grande sfida», per ora le prenotazioni sono il 20% del normale
LIBANO / SVIZZERA
2 ore
«Sembra che da qui sia passata la guerra»
La 26enne svizzera Souraya Khaled vive vicino al porto di Beirut. Ecco come ha vissuto l'esplosione.
SVIZZERA
3 ore
Mancano macchinisti, le FFS sopprimono alcuni treni
La crisi del coronavirus ha ulteriormente messo in difficoltà le Ferrovie federali.
SVIZZERA
5 ore
«Il virus sta aumentando». Spagna nella lista nera. A rischio le donne incinte
Dalla decisione sono al momento escluse le Isole Baleari e le Isole Canarie
SVIZZERA
5 ore
Chi torna dalla Spagna dovrà mettersi in quarantena
Chiunque rientrerà dal Paese iberico dovrà annunciarsi alle autorità cantonali.
SVIZZERA
6 ore
Altri 181 casi e un ricovero, ma nessun decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 35'927. I decessi sono 1'706.
SVIZZERA
6 ore
«Molti hanno problemi respiratori anche dopo essere stati dimessi»
L'ospedale di Friburgo ha analizzato i dati dei pazienti ospedalizzati con un'infezione da Sars-CoV2 tra marzo e aprile.
SVIZZERA
7 ore
Migliorano le stime del PIL svizzero
Il KOF prevede ora una flessione leggermente meno marcata di quanto precedentemente ipotizzato.
SVIZZERA
8 ore
«La crisi ha mostrato l'importanza della libera circolazione»
Per l'Usam un sì all'iniziativa "per un'immigrazione moderata" affosserebbe le PMI elvetiche.
SVIZZERA
10 ore
Vaccino, accordo più vicino: «Questione di ore»
La Svizzera sta per concludere un contratto d'acquisto per la fornitura del farmaco che viene sviluppato da Moderna.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile