Keystone
SVIZZERA
09.03.18 - 12:260

«Stabili gli italofoni a Berna»

La presenza di collaboratori di lingua italiana nell''amministrazione federale marcia sostanzialmente sul posto e varia da dipartimento a dipartimento

BERNA - La presenza di collaboratori italofoni in seno all'amministrazione federale marcia sostanzialmente sul posto. Lo indica il rapporto approvato oggi dal Consiglio federale sulla gestione del personale per l'anno 2017.

Stando al documento, la presenza di personale italofono era a fine 2017 del 7,1% (una percentuale in lentissima crescita dal 2013, quando era del 6,8%). Tale valore si situa nella parte bassa della forbice indicata dal Consiglio federale: 6,5%-8,5%.

Anche se a livello generale la presenza di italofoni si avvicina agli obiettivi del Governo, le cose cambiano radicalmente se si considerano i singoli dipartimenti.

A parte la Cancelleria federale e i dipartimenti federali delle finanze (DFF) e di giustizia e polizia (DFGP), con percentuali rispettivamente del 21,5%, del 10% e del 7%, negli altri dipartimenti la presenta italofona è inferiore ai valori di riferimento: si va da un misero 4,7% del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) al 6,2% del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC).

Le alte percentuali della Cancelleria federale e del DFF si spiegano con la forte presenza di italofoni nei servizi linguistici (traduttori), nonché con l'importante effettivo di doganieri impiegato a Sud delle Alpi.

Lo stesso discorso fatto per gli italofoni vale anche per le altre minoranze latine: i francofoni risultano leggermente sottorappresentati nell'amministrazione federale (quota di riferimento: 21,5%-23,5%, effettivo: 21,7%), mentre i romanci sono nettamente al di sotto dell'obiettivo (fissato al 0,5%-1,0%, effettivo 0,3%). Da parte loro, i tedescofoni sono ancora una volta sovrarappresentati (sono il 71,8%, obiettivo: 68,5%-70,5%).

Obiettivo non pienamente raggiunto neppure per quel che concerne l'occupazione delle donne: nel 2017 erano il 43,2% del totale del personale federale, un dato che si situa al di sotto della fascia di valori (44%-48%) di riferimento.

La rappresentanza femminile varia molto a seconda dei dipartimenti: nel DFI e alla Cancelleria federale le donne sono maggioritarie, con rispettivamente il 54,1% e il 53,3%. Dal canto loro, il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (32,6%), quello dell'ambiente, dell'energia e della comunicazione (36,7%) e quello delle finanze (39,6%) non soddisfano gli obiettivi prefissati.

Nel DDPS e nel DATEC la situazione è legata all'esistenza di numerosi posti nella tecnica militare e nell'ingegneria, dove gli uomini sono maggioritari, si legge nel rapporto.

Nell'anno in rassegna l'età media del personale dell'Amministrazione federale è leggermente aumentata rispetto al 2016. Anche il lavoro a tempo parziale ha registrato un incremento, sia per le donne che per gli uomini.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
Tra lo smartphone e una maxi grattugia, i ticinesi del Flugtag
L'evento Red Bull ha avuto luogo oggi a Losanna. Quaranta i gruppi che hanno partecipato, nessuno ha raggiunto il record
SAN GALLO
11 ore
Il malore, lo schianto e la morte sull'A3
È morto sul posto il 78enne belga protagonista dell'incidente avvenuto nel pomeriggio a Berschis.
SONDAGGIO
SVIZZERA
13 ore
I non vaccinati in attesa di Johnson & Johnson
La Confederazione sta negoziando l'acquisto di dosi. Nel frattempo cittadini impazienti contattano Swissmedic
SOLETTA
14 ore
Auto senza targa sull'A1, la polizia la insegue senza successo
Il veicolo, rubato a Zurigo, è stato successivamente ritrovato in un parcheggio a Derendingen.
SCIAFFUSA
15 ore
«Nulla a che fare con l'incidente a Paradies»
I sommozzatori della polizia erano impegnati nella ricerca dei due nuotatori scomparsi, quando hanno rinvenuto un corpo.
SVIZZERA
16 ore
In limousine dall'amante
Il Ministro nell'occhio del ciclone per aver utilizzato l'automobile di rappresentanza per un viaggio privato.
ZURIGO
16 ore
Un uomo trovato morto per strada
Le forze dell'ordine zurighesi presumono si tratti di omicidio e cercano testimoni.
ARGOVIA
18 ore
Esce di strada e scappa, 17enne riconsegna il patentino
Il giovane, in preda ai fumi dell'alcol, disponeva di una licenza per allievo conducente, ma non era accompagnato.
SVIZZERA
19 ore
«La Svizzera offrì 1,25 milioni per liberarci»
Daniela Widmer è tornata a parlare del sequestro di cui fu vittima nel 2011 mentre si trovava in Pakistan col fidanzato.
FOTO
TURGOVIA
19 ore
Si tuffano nel Reno e non riemergono più
Una donna di 23 anni e un uomo di 28 risultano dispersi da ieri sera.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile