Keystone
SVIZZERA
10.02.18 - 12:070
Aggiornamento 15:34

Jean-Michel Cina su No Billag: «Dobbiamo riformarci. Basta tabù»

In vista della votazione, il presidente di SRG SSR riconosce che radio e televisioni pubbliche dovranno adattarsi ai tempi che cambiano: «Analizzeremo tutto. In particolare i processi di produzione»

BERNA - Tornando ad esprimersi in vista della votazione popolare del 4 marzo sull'abolizione del canone, il presidente di SRG SSR Jean-Michel Cina riconosce che radio e televisioni pubbliche devono riformarsi. «Non ci saranno tabù», sottolinea in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano vallesano Le Nouvelliste.

«Analizzeremo tutto, in particolare i nostri processi di produzione e le nostre infrastrutture», afferma, ribadendo la sua opposizione all'iniziativa comunemente chiamata "No Billag".

La Società svizzera di radiotelevisione (SRG SSR) deve adattarsi alle evoluzioni numeriche e alle nuove modalità di fruizione dei media, soprattutto da parte delle giovani generazioni, afferma nell'intervista.

L'ex consigliere di Stato vallesano (PPD) dice di essere consapevole del fatto che la SSR debba tener conto di quanto avviene nelle imprese private: «Dobbiamo meglio differenziarci da questi media promuovendo la nostra produzione audiovisiva», spiega. Per sfidare le televisioni estere, la SSR deve pure puntare sulla specificità elvetica.

Quanto alla concorrenza in materia di pubblicità esercitata dalla SSR nei confronti dei media privati, Cina si dice aperto «a qualsiasi opzione costruttiva per il settore». È ad esempio disposto a facilitare l'entrata di nuovi partner nella società pubblicitaria Admeira, costituita dalla SSR con Ringier e Swisscom.
 
 

Commenti
 
shooter01 8 mesi fa su tio
comunque ne dicano le statistiche farlocche,. un bel SI a no billag
Daniela Pellegrinelli 8 mesi fa su fb
Ma anche sparire 😂😂😂 #sianobillag#
Tebupo Te 8 mesi fa su fb
Swisscom TV 2.0 light a 60 franchi l'anno con 100 canali TV
Tebupo Te 8 mesi fa su fb
Swisscom TV 2.0 light a 60 franchi l'anno con 100 canali TV.
Tebupo Te 8 mesi fa su fb
Se passa il NO, con l'abbonamento Swisscom TV S (65 franchi al mese) e il canone si pagherà 1145 franchi per vedere 100 canali. Se passa il SI, non c'è più il canone e si pagherà 780 franchi per vedere 94 canali. Cosa è meglio?
Alex Cava 8 mesi fa su fb
È meglio che rifai i calcoli.
Tebupo Te 8 mesi fa su fb
Alex Cava Pagando solo il canone di 365 franchi con un antenna digitale vedi solo 4 canali svizzeri più le radio. - Solo Swisscom TV S (con 100 canali) costa 60 franchi l'anno. Aggiungendo il canone (con 6 canali) costa 430 franchi l'anno. - Solo Swisscom TV S (con 100 canali) + Internet S + telefonia fissa costa 840 franchi l'anno. Aggiungendo il canone (con 6 canali) costa 1205 franchi l'anno. Nessuno vuole pagare 365 franchi per 6 canali TV quando con 60 franchi ne puoi avere 100 canali TV di cui 60 in HD. I prezzi sono online. Ti sfido a trovarmi un offerta migliore della Swisscom per adulti con età superiore a 26 anni.
Alex Cava 8 mesi fa su fb
Te l'abbiamo già spiegato in mille modi, ma continui a fare lo gnorri... Swisscom NON produce programmi (vende dei servizi, per nulla indispensabili...) Invece SSR PRODUCE programmi, su mandato nostro. Senza canone Falò e Patti Chiari spariscono. Senza Swisscom... non succede niente. #votareNO
Tebupo Te 8 mesi fa su fb
La SSR RSI producono 6 canali TV per 451 franchi l'anno, mentre alla Swisscom ci sono 100 canali TV di tutto il mondo per 60 franchi l'anno. Senza canone Swisscom continuerà esistere o vuoi far credere che fallirà anche quella 🤣🤣🤣
MrBlack 8 mesi fa su tio
La penso esattamente come te. Amche 17 canali radio e 8 canali TV sono una esagerazione ingiustificabile. Preferireri una riduzione di costi e di offerta ed il dimezzamento del canone. Ma purtroppo non è una delle opzioni. Da una parte la SSR vuole mantenere il suo giocattolo d'oro che fa comodo a tutti coloro che ne fanno parte. Dall'altra investitori che si nascondo dietro un presunto favore che ci fanno proponendo di abolire il canone mentre a loro interessa gli affari che possono fare indebolendo o facendo sparire la SSR. Io ho deciso di scegliere il minore dei mali. Che non cambierà nulla in caso di NO e la SSR e CF diranno che "il popolo ha detto che vuole che la SSR rimanga come adesso" e ci non ritroveremo con un canone piu basso dei 365. annui, ma si ricomincera a piangere miseria per aumentarlo, lo temo anche io....
Berat Basha 8 mesi fa su fb
Perche dobbiamo pagare billag per niente solo per rrubare soldi tutti sono ladri 😗😗
miba 8 mesi fa su tio
Certo che per certi versi siamo sempre un popolo di allegri creduloni (e poi immancabilmente ce la mettono SEMPRE in quel posto). Seriamente ci sono persone che pensano che qualora passasse il no venga realmente applicata una riduzione del canone? Auguri!
TIC 8 mesi fa su tio
@miba Col polverone che si è sollevato in questi mesi ?! SÌ, ne sono certo. Votate, NO
Thor61 8 mesi fa su tio
@TIC La CF DL che ha già detto di volere un introito dal canone di 1200 Milioni, cioè lo stesso (Ha solo omesso di parlare dei 400 Milioni incassati dalla pubblicità) di oggi col canone a 451,00 franchi. Poi siccome tu hai la certezza matematica che la menzioniera abbassi ancor di più il canone io dovrei fidarmi??? Hai ragione!!! Infatti voterò SI a NO Billag, tu continui a fare lo gnorri, ma i FATTI esposti dalla CF DL dicono esattamente il contrario se la si ascolta con attenzione.
miba 8 mesi fa su tio
@TIC Beato te che credi ancora a Gesù Bambino (adesso vendono anche gli alberi di Natale alla marijuana così tante persone vedono anche la madonna ed i re magi....). Io vedo invece che siamo sempre più un popolo di creduloni e che (peggio ancora) da buoni boccaloni crede a tutti gli spauracchi, ai disastri ed alle inimmaginabili sciagure se non si vota secondo chi dietro alle quinte (ma non lo dice) ha spesso grossi interessi. È abbastanza recente: ti ricordi la votazione sulla cassa malati unica? Qui cambia la sostanza ma non la forma.....
TIC 8 mesi fa su tio
@miba Beh se non vedi anche il bue e l'asinello vuol dire che non è buona abbastanza ;-) Io non credo a immaginabili sciagure ma sono sicuro (e non sono il solo) che la RSI chiude se passa il sì.
Jampi 8 mesi fa su tio
Ammettiamo che l`iniziativa sia accettata e la SRG SSR smetta di trasmettere e quindi dovremo rivolgerci ai canali privati (a pagamento) qualcuno mi sa indicare un canale che trasmette in italiano migliore della nostra TSI
Thor61 8 mesi fa su tio
@Jampi Su quale tematica / Interesse? Poi ti dico quanti canali esistono e sono (Spesso lo sono) inclusi nei vari abbonamenti UPC, Swisscom, Sunrise o SKy e di quanto meno andresti a pagare, suvvia TUTTO è meglio da quello trasmesso su La1 e La2 che a breve andrà sul (La seguirai ancora?) web. Per Billag si pagano 451,00 SFr. per 2 canali e a breve 1 per gli italofoni, già solo l'offerta Sky BASE permette di seguire TUTTE le tematiche esistenti e con tutta la "Canaleria" di Sky TV.
Tebupo Te 8 mesi fa su fb
I favorevoli all'abolizione del canone sono molti di più di quelli che vogliono far credere SSR, RSI e i sondaggi di Tamedia. I favorevoli all'iniziativa devono continuare a fare il passaparola sui social network. Facciamo diventare economicamente indipendente la SSR e RSI il 4 marzo. Poi facciano e dicano quello che vogliono con il loro denaro.
Daniela Pellegrinelli 8 mesi fa su fb
Speriamo di essere ben di più .... #sianobillag# 💪💪💪
MrBlack 8 mesi fa su tio
Siamo a posto...con quello che costa la produzione audiovisiva in proprio...già pronta la scusa per un aumento del canone. Io voterò NO ma il canone deve essere ABBASSATO e permettere che all’utenza rimanga il budget per scegliere se vedere alla SSR altro oltre ai programmi base coperti dal canone oppure acquistare pacchetti da altri fornitori. Deve finire il concetto di monopolio/monofornitore stile sovietico.
TIC 8 mesi fa su tio
@MrBlack È giusto quello che scrivi e fai bene a votare no. Vedrai che pagandolo tutti, il canone scenderà ulteriormente a livelli più bassi dei 365.- annui.
Thor61 8 mesi fa su tio
@MrBlack Non starai certo meglio dopo aver continuato a foraggiare la miriade di SCROCCONI sbucati come funghi per incassare i soldi di tutti. La CF DL che ha già detto di volere un introito dal canone di 1200 Milioni, cioè lo stesso (Ha solo omesso di parlare dei 400 Milioni incassati dalla pubblicità) di oggi col canone a 451,00 franchi, per cui se realmente non vuoi una costosissima TV con regime monopolista hai UNA sola scelta ed è votare il SI a NO Billag, in caso contrario non sarà come oggi, ma PEGGIO! Saluti ;o)))
nordico 8 mesi fa su tio
@MrBlack Fra tutti gli articoli dei contrari all'iniziativa, molti dei quali scritti da persone che hanno comunque a che fare con la SSR, non ne ho letto uno solo che ammetta la necessità di fare ordine nelle spese, di diminuire il numero dei programmi radio-tv attualmente trasmessi, di eliminare le sovvenzioni a organismi che nulla hanno a che vedere con la programmazione stessa. Dal canto suo la SSR (che non ha ancora capito da che parte tira il vento) invece di proporre un programma basato sul contenimento delle spese, continua ad evocare invece i fantasmi della sparizione di servizi, di licenziamenti totali, della negata coesione nazionale, giu giu fino alla sparizione della cultura e perfino dei sottotitoli. E naturalmente nemmeno una parola su una futura diminuzione del divario salariale (oggi 1:10 fra il più basso e il più alto). Nulla di tutto questo. Solo terrorismo puro. E allora, come si fa a votare NO? Possiamo fidarci che domani cambi qualcosa? E quando un politico (ad es. Cina) dice che qualcosa deve cambiare mi chiedo se queste siano solo parole oppure intendimenti seri. Se alla direzione della SSR non esiste la volontà di cambiare tutto rimarrà come adesso e questa iniziativa, (se bocciata come pare verrà) sarà stato un inutile esercizio di democrazia. Chi vota SI potrà dire di aver almeno tentato di cambiare qualcosa.
pontsort 8 mesi fa su tio
@nordico Se diminuirà il divario salariale ne sarò felice, ma non si puo certo dire che 1:10 sia eccessivo. Soprattutto se si pensa che l'iniziativa 1:12 é sata definita da molti come estremista.
nordico 8 mesi fa su tio
@pontsort 1:10 vuol dire che il tapino che prende 5.000 al mese (non penso che anche un semplice operaio ne prenda di meno) ha sopra di se qualche capo che ne prende 50.000. E pensi che non sia eccessivo, con un canone finanziato da noi tutti obbligatoriamente? Se a me non va che alla Nestlé succedano certe cose non comprerò i loro prodotti, ma con la SSR sono obbligato a pagare anche se ho unicamente un PC e mi guardo solo le partite di scacchi su Youtube. Ragione in più per votare SI.
TIC 8 mesi fa su tio
Fidatevi, non vogliamo perdere i servizo pubblico, votiamo NO
Thor61 8 mesi fa su tio
@TIC Fidarsi di chi? Della CF DL che ha già detto di volere un introito dal canone di 1200 Milioni, cioè lo stesso (Ha solo omesso di parlare dei 400 Milioni incassati dalla pubblicità) di oggi col canone a 451,00 franchi, ma ascoltate le persone quando parlano? Mi avevi invitato ad andare ad ascoltare la DL, ma tu l'hai ascoltata? La DL NON VUOLE CAMBIARE NULLA! A scanso di equivoci votare SI a NO Billag, il servizio pubblico è ben altra cosa, questa assomiglia moltissimo ai Postali sempre gestiti da DL purtroppo, ha già lei non sa ( E che caspita fa durante il giorno se non sa MAI NULLA?!) niente!
occhiaperti 8 mesi fa su tio
Finalmente uno che ha capito e che mette sua faccia - anche se parte della SSR. La politica ha ancora una chance di cambiare rotta, è di congelare tutto con la promessa di escere fuori con una soluzione che lascia la libertà di ricevere il segnale digitale dei programmi SSR. Che si fanno una idea per bloccare la ricezione del segnale digitale terrestro. Poiché c'è forse tropo pocco tempo fino al voto, i voti SI faranno male e la lotta continuerà. Il canone come deciso è un'imposta in più per quale manca la base legale - e loro losanno. Purtropo la CF DL nella sua carriere ha sempre cercato di fare pagare ancora di più i cittadini Svizzeri! Sia per il traffico pubblico, sia per il traffico individuale, sia per l'aumento della vignetta etc. etc. Sempre pronta per pescare nella tasca dei cittadini e sopratutto nella tasca da chi già finanziaramente ne fa fatica. È vergognoso! E poi decide di mandare milliardi all' EU consentita in una riunione tenuta secreta - scusatemi - ma sta lavorando per il bene e interesse del popolo Svizzero come giurato di farlo o lo fa per altri poteri.
Damiano Iannino Schipilliti 8 mesi fa su fb
In rsi e dei 2009 che lo avevano promesso.. E poi parole dette per fare aria ai denti in vista della votazione .. poi aumenterà
Mirella Zanni Abdul 8 mesi fa su fb
Adesso avete deciso , magari, di cambiare qualcosa? 🤔🤔🤔🤔🤔🤔 ...p a ü r a ...vero?😂
Alex Cava 8 mesi fa su fb
In realtà ci sono grossi cambiamenti, in virtù del voto del 2015...
Mirella Zanni Abdul 8 mesi fa su fb
Scusa....non ho capito
Alex Cava 8 mesi fa su fb
I cambiamenti sono GIÀ previsti dopo l'ultima votazione del 2015: - canone a 365 dall'anno prossimo... - La2 solo online... - razionalizzazioni e risparmi... NoBillag è solo un tentativo di privatizzazione, mascherato. #votareNO #SalviamoLaRSI
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Il canone potrà solo aumentare dal 2020. La base legale è costituita dall’articolo 68a della legge sulla radiotelevisione. Tale articolo stabilisce che il consiglio federale fissi il canone “in funzione del fabbisogno” della SRG SSR, di altre emittenti e di tutta una serie paurosa di compiti da includere nel calcolo di tale fabbisogno generale. E i fabbisogni per loro natura aumentano sempre, come ci insegna l’esperienza. L’importo di 365 franchi invece appare solo nellordinanza di applicazione (art. 57). Come sappiamo, questa può essere modificata con una semplice decisione del consiglio federale, in ogni momento e senza possibilità di lanciare un referendum per opporvisi. Perché l’importo sta nellordinanza e non nella legge? Per abbassarlo o per aumentarlo più facilmente? 😄 Il cerchio è chiuso. Il popolo dei contribuenti è gabbato. Noi non votiamo su dichiarazioni di politici o articoli di giornale, i nostri obblighi e i nostri diritti derivano dai testi legali, non dai comunicati stampa diffusi per manipolare l’opinione pubblica. Nessuno ha fatto questa analisi sistematica e storica delle basi legali. Si prendono per buone le promesse dei politici senza analizzare testo e logica delle basi legali. È in atto una colossale opera di manipolazione del popolo da parte del sistema politico-mediatico. Altro che barzelletta del canone che diminuisce.... L’unico modo per opporsi è di VOTARE SÌ ALLINIZIATIVA. Se questa otterrà almeno il 40% di consensi, ci saranno buone basi per rilanciare un nuovo sistema più ragionevole e meno megalomane di quello attuale. Qui si trova l’articolo 68a: https://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/20001794/index.html Ordinanza invece qui, art. 57: https://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/20063007/index.html
Silvana Canonica 8 mesi fa su fb
Alex Cava previsti dopo il 2015 !siamo nel 2018 !!!’ Troppo tardi!!!
Alex Cava 8 mesi fa su fb
Ci sono i tempi della politica... :-)
Laila Berger 8 mesi fa su fb
Alex Cava ma quando mai cambierà qualcosa se lo cose sono così. Per fortuna non siamo tutti nati ieri 🙂
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Non si è mai visto sulla faccia della Terra un ente pubblico, o comunque un ente foraggiato attraverso prelievi forzati dalle tasche dei cittadini, che abbia volontariamente ridotto il proprio budget. Nemmeno di un franco. È una legge naturale.
Alex Cava 8 mesi fa su fb
Laila Berger, sono modifiche già decise , compreso l'abbassamento del canone. La volontà è di mantenere il budget stabile: il canone scenderà grazie ad un bacino più ampio (pagheranno le grosse aziende, la popolazione cresce...), però le reti private incasseranno di più. :-)
Ivano Ponti 8 mesi fa su fb
Terminare il monopolio dell'etere.
Alex Cava 8 mesi fa su fb
Se ci fosse un "monopolio" il canone non finirebbe a finanziare il 50% delle reti private... Come in realtà succede!
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Parole parole parole....di un politico.... 😄 L’iniziativa deve raccogliere almeno il 40% di consensi se vogliamo che cambi qualcosa, creando le basi per una nuova iniziativa popolare.
Alex Cava 8 mesi fa su fb
L'iniziativa deve raccogliere lo ZERO per cento di consensi, per evitare che gli avvoltoi di Lega e UDC provino di nuovo ad accaparrarsi i nostri gioielli...! #votareNO #SalviamoLaRSI
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Questa è la mentalità. Capite adesso perché è importante votare SÌ all’abolizione del canone obbligatorio? Altrimenti saremo sempre disprezzati e presi in giro da chi controlla la SSR o ci lavora, e NON CAMBIERÀ MAI NIENTE! Ve le sognate le riforme e i risparmi...
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Luca Mer a Teleticino, Radio 3i e Radio Fiume Ticino? A loro cosa succederà se dovesse passare l'iniziativa????!?! #NoaNoBillag 🇨🇭
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Adegueranno le proprie spese ai mezzi disponibili. Così come faccio io, e come hanno fatto i miei genitori per una vita. Per esempio, saranno ancora più creativi per ridurre i costi ed aumentare le entrate. Non ci sono limiti alla creatività per quanto concerne la creazione di programmi. Certo la mente diventa molto pigra quando si è abituati a ricevere sempre e comunque quanto si vuole, attraverso il prelievo forzato dalle tasche dei cittadini. A me personalmente serve solo un accesso veloce ad internet, poi trovo davvero tutto quello di cui ho bisogno. Da oltre dieci anni. Ognuno ha il diritto di apprezzare e finanziare la RSI, ma obbligare TUTTI a fare altrettanto è un atteggiamento fanatico e intollerante. Il progresso tecnologico permette soluzioni diverse oggi. Io la penso così. Buon pomeriggio 👋
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Luca Mer Parlare senza conoscere la realtà non è giusto. Aziende come Teleticino (e altre emittenti TV-radio) con mandato pubblico non riescono a sopravvivere se il 50% delle loro entrate sono grazie al canone. Per quello che concerne la creatività, avendo già un budget limitato come emittente TV locale possiamo dire che di creatività ne ha eccome! Ricordiamo che Teleticino ha dato la possibilità a molti ticinesi di seguire i derby direttamente da casa propria! Parliamoci chiaro, per un'azienda piccola, togliere un'entrata così importante non ne porterà sicuramente a dei benefici....
Silvana Canonica 8 mesi fa su fb
Alex Cava Lega UDC AVVOLTOI ??? LA SALVI LEI !!!
Marco Ermeti 8 mesi fa su fb
Simon James Wachter KAPUTT...
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Non capisco... io dovrei pagare il canone affinché “molto ticinesi possano vedere il derby direttamente da casa propria”.... ma santo cielo... qui si sono raggiunti livello di assistenzialismo davvero stratosferici.... pagarsi da soli i propri hobbies non va bene??? E se io voglio una canna da pesca nuova, chi caxxo me la paga????
Mario Armando Campanile 8 mesi fa su fb
Siii .... é ora di cambiare ed avere il coraggio di cambiare !!! Con i sentimentalismi non si va avanti ! Il mondo cambia e va avanti, libertà di scelta ! Ricordate che il Dinosauro si é estinto da un pezzo...
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Luca Mer ascolti la radio? Guardi la TV?
Luca Mer 8 mesi fa su fb
SMJ: No. No. Rileggi quello che ho scritto sopra, e togliti quel tono da inquisitore della minchia, sei davvero su una brutta strada in quanto a intolleranza e prepotenza verso gli altri...
Laila Berger 8 mesi fa su fb
Simon James Wachter Pelli ha detto che sopravviveranno, dunque nessuna tragedia 😊
Alex Cava 8 mesi fa su fb
Pelli ha detto che Teleticino sopravviverà. & UPC è azionista di Teleticino.
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Luca Mer ma allora non devi pagare il canone. C'è scritto che se uno non ha radio o TV non è obbligato a pagarlo. www.billag.ch
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Laila Berger Sopravviverà ma sicuramente riducendo personale.
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Alex Cava Ich weiss👍🏻
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Luca Mer ti ricordo che esprimo la mia opinione come tu hai potuto farlo.
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Signor SJW purtroppo si sbaglia. Il consiglio federale è molto astuto e articola le sue strategie di manipolazione su diversi anni. Nel 2015 chiese ai cittadini di cambiare il sistema: se accettate di far pagare tutti, anche quelli che non hanno nessuna radio o tv, io vi abbasso un po’ il canone. Ovviamente prevalse il lato egoista delle persone: faccio pagare tutti, così pago meno io.... Visione molto piccola piccola delle cose. Ma tant’è. Passate le votazioni, il canone ricomincerà a salire... come ho spiegato minuziosamente in altri post. Buon pomeriggio 👋
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Il canone potrà solo aumentare dal 2020. La base legale è costituita dall’articolo 68a della legge sulla radiotelevisione. Tale articolo stabilisce che il consiglio federale fissi il canone “in funzione del fabbisogno” della SRG SSR, di altre emittenti e di tutta una serie paurosa di compiti da includere nel calcolo di tale fabbisogno generale. E i fabbisogni per loro natura aumentano sempre, come ci insegna l’esperienza. L’importo di 365 franchi invece appare solo nellordinanza di applicazione (art. 57). Come sappiamo, questa può essere modificata con una semplice decisione del consiglio federale, in ogni momento e senza possibilità di lanciare un referendum per opporvisi. Perché l’importo sta nellordinanza e non nella legge? Per abbassarlo o per aumentarlo più facilmente? 😄 Il cerchio è chiuso. Il popolo dei contribuenti è gabbato. Noi non votiamo su dichiarazioni di politici o articoli di giornale, i nostri obblighi e i nostri diritti derivano dai testi legali, non dai comunicati stampa diffusi per manipolare l’opinione pubblica. Nessuno ha fatto questa analisi sistematica e storica delle basi legali. Si prendono per buone le promesse dei politici senza analizzare testo e logica delle basi legali. È in atto una colossale opera di manipolazione del popolo da parte del sistema politico-mediatico. Altro che barzelletta del canone che diminuisce.... L’unico modo per opporsi è di VOTARE SÌ ALLINIZIATIVA. Se questa otterrà almeno il 40% di consensi, ci saranno buone basi per rilanciare un nuovo sistema più ragionevole e meno megalomane di quello attuale. Qui si trova l’articolo 68a: https://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/20001794/index.html Ordinanza invece qui, art. 57: https://www.admin.ch/opc/it/classified-compilation/20063007/index.html
Marco Ermeti 8 mesi fa su fb
Perché solo il 40%?
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Con il massiccio lavaggio di cervello in atto da parte del regime, da mesi, arrivare al 40% sarà un vero miracolo. Ma sarà un segnale politico molto forte, che motiverà la nascita di una nuova iniziativa popolare ponderata sull’esperienza di questo dibattito e capace di riunire una maggioranza.
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Luca Mer c'è scritto su bianco e nero sul sito della billag. Non penso di sbagliarmi. In ogni caso sono opinioni diverse, vedremo il 4 marzo. Buon pomeriggio
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Quella è la vecchia legge. Il sistema è cambiato col voto del 2015. Non è una questione di opinioni, ma di fatti...
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Luca Mer tu per il Si io per il No. Sono opinioni.
Luca Mer 8 mesi fa su fb
Ok. Allora diciamo così: lei è dell’opinione di votare no, come è suo diritto, ma è convinto del fatto (errato) che chi non ha televisione né radio non debba pagare il canone a norma di legge. La nuova legge obbliga TUTTI a pagare e io sono dell’opinione che ciò sia un atteggiamento egoista e intollerante verso chi vuole vivere senza televisore e radio 😄
Alex Cava 8 mesi fa su fb
Luca Mer trasforma un meccanismo solidale in "egoistico"... si inventa un futuro pieno di ombre e oscuri presagi... Ovviamente sono balle. #votareNO #SalviamoLaRSI
Rino Cantiello 8 mesi fa su fb
😴😴😴😴
Thor61 8 mesi fa su tio
Partire dalla RIDUZIONE a 100 franchi del canone NO è?! I "Nuovi" partner sono sempre se stessi (Il CF/Stato), costui a mio parere non ha capito ancora nulla, le proposte sono inutili. Poichè chi vuole continuare a pagare il canone, lo dicono loro, è già contento di quello che c'è e i contrari non vogliono finanziare tutti gli scrocconi, per cui bastava far scendere il costo del canone a 100,00 franchi, e sono ancora troppi. Visto che non capiscono, nel dubbio meglio votare SI a NO Billag e ci si toglie ogni dubbio o pensiero.
Manuele Romeo Somazzi 8 mesi fa su fb
C’è poco da fidarsi votiamo SI
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Mi spieghi cosa succederà a Teleticino, Radio 3i e Radio Fiume Ticino se dovesse passare l'iniziativa???!?!?!
Tebupo Te 8 mesi fa su fb
Simon James Wachter Ecchissenefrega di una televisione!
Simon James Wachter 8 mesi fa su fb
Tebupo Te e delle altre due Radio Ticinesi!?! E le altre 20 televisioni private con mandato pubblico in Svizzera??? Chissene frega?!?! Quanta arroganza! Lì c'è gente che ci lavora...
Marco Ermeti 8 mesi fa su fb
Simon James Wachter Kaputt...
Mario Armando Campanile 8 mesi fa su fb
Arriva Youporn !!! 😍😍😍
Laila Berger 8 mesi fa su fb
Esatto!
Marco Ermeti 8 mesi fa su fb
Simon James Wachter ''Che lavorino abbassandosi lo stipendio, per vivere bastano 2800 franchi al mese secondo i calcoli''...''ah giusto...certi devono fare i fighetti...con cosi poco come si fa???''
Pepperos 8 mesi fa su tio
Un contro progetto era pragmatico; con un abbonamento di 250chf annuali.
Tags
ssr
cina
srg ssr
televisioni
srg
billag
produzione
no
jean-michel
media
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report