tipress
LUCERNA
20.12.17 - 12:400

Gli sciatori rispettano regole, ma la forma fisica è carente

Lo rileva il test lanciato lo scorso anno dalla Suva, l'istituto di assicurazione contro gli infortuni

LUCERNA - Gli sciatori svizzeri rispettano le regole sulle piste, ma spesso evidenziano alcune carenze a livello di forma fisica. Lo rileva il test lanciato lo scorso anno dalla Suva, l'istituto di assicurazione contro gli infortuni.

Tra gli sciatori e gli snowboarder più giovani si riscontra il maggior rischio di infortunio, indica in una nota odierna la Suva. Il "check per gli sport sulla neve", a cui hanno partecipato 34'000 persone, è un test online con il quale gli appassionati di sci e snowboard possono valutare e ridurre al minimo il proprio rischio d'infortunio.

Dall'indagine online emerge che gli svizzeri «osservano le regole, ritengono di avere un'elevata capacità tecnica e rispettano gli altri utenti» sulle piste di sci. Tuttavia, i più giovani corrono un rischio maggiore di subire infortuni a causa della ricerca del brivido o della dinamica di gruppo, scrive la Suva.

«Bisogna innanzitutto imparare a dire di no. Per molti giovani l'accettazione del gruppo conta molto e li spinge a ignorare la paura di lanciarsi a capofitto in pista o affrontare un salto difficile», spiega Samuli Aegerter, responsabile della campagna della Suva, citato nel comunicato.

L'istituto di assicurazione contro gli infortuni mette inoltre l'accento sulla forma fisica: il test rivela che circa il 18% dei partecipanti non dispone di una condizione fisica sufficiente ed è di conseguenza maggiormente incline al rischio di infortuni.

«Spesso sottovalutiamo quanto lo sci e lo snowboard siano impegnativi per il fisico, che viene sottoposto a forti sollecitazioni soprattutto a livello di muscoli del tronco e delle gambe», continua Aegerter, invitando gli appassionati a «tenersi in movimento prima e durante la stagione invernale, nelle associazioni o in palestra». In alternativa, Suva propone un "fitness test" che dura tra i 5 e i 10 minuti, da effettuare regolarmente, composto di cinque esercizi che permettono di verificare la muscolatura della schiena e degli arti inferiori.

Il "check per gli sport sulla neve" realizzato dalla Suva è composto di circa cinquanta domande a seconda dei vari livelli di rischio per lo sci in pista, nello snowpark o per il freeride. Dopo aver analizzato le risposte viene creato un "profilo di rischio" che rivela in quale tipologia di sciatore rientra il partecipante. Il check fornisce inoltre una serie di consigli per ridurre il rischio di incidenti.

Ogni anno, oltre 33'000 lavoratori si infortunano sulle piste. Nel 90% dei casi gli incidenti si verificano senza che altre persone siano coinvolte. In totale, gli infortuni sulla neve provocano costi pari a 274 milioni di franchi all'anno agli assicuratori, precisa la Suva.

TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
38 min
Condizioni di lavoro negli asili nido: a Zurigo si manifesta
Circa 500 persone sono scese in piazza per protestare contro la situazione di queste strutture.
SVIZZERA / BIELORUSSIA
2 ore
Sangallese a Minsk scrive all'amica: «Sono stata arrestata!»
La donna è riuscita anche ad inviare un video in cui si sentono i lamenti delle altre prigioniere
SVIZZERA / ITALIA
5 ore
Liguria contro la quarantena svizzera, ma Berna non molla
La Regione chiedeva una limitazione solo per le aree maggiormente colpite dal contagio
SVIZZERA / BIELORUSSIA
6 ore
Anche una svizzera tra le donne arrestate a Minsk
Sarebbe tra le 300 donne fermate durante l'azione di protesta contro Lukashenko sabato scorso
GRIGIONI
7 ore
Esce di strada per la neve, in auto anche il neonato
La 28enne stava percorrendo una strada sterrata quando il veicolo ha sbandato sulla carreggiata innevata.
FOTO
SVIZZERA
7 ore
Record di neve in Vallese, diversi incidenti nei Grigioni
A Montana sono stati misurati 25 centimetri di manto fresco, a Davos quasi 30
FRIBURGO
18 ore
Tragedia stradale nel canton Friburgo: muore una mamma e il suo bimbo è ferito grave
La donna era finita nell'altra corsia durante una curva e ha preso in pieno un camion
SVIZZERA
19 ore
«Anche se hanno raffreddore e mal di gola, i bambini possono andare a scuola»
L'infettivologo Cristoph Berger commenta le raccomandazione dell'UFSP: «I tamponi siano solo l'ultimissima risorsa»
SONDAGGIO
SVIZZERA
22 ore
Berna in cerca di vaccini (che non ci sono)
Anche l'influenza normale dà da pensare all'Ufficio federale di sanità. Le case farmaceutiche hanno il fiato corto
SVIZZERA
22 ore
Il presidente del PS si mette in quarantena
Christian Levrat ha precauzionalmente annullato tutti i suoi impegni in attesa del risultato del test.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile