tipress
LUCERNA
20.12.17 - 12:400

Gli sciatori rispettano regole, ma la forma fisica è carente

Lo rileva il test lanciato lo scorso anno dalla Suva, l'istituto di assicurazione contro gli infortuni

LUCERNA - Gli sciatori svizzeri rispettano le regole sulle piste, ma spesso evidenziano alcune carenze a livello di forma fisica. Lo rileva il test lanciato lo scorso anno dalla Suva, l'istituto di assicurazione contro gli infortuni.

Tra gli sciatori e gli snowboarder più giovani si riscontra il maggior rischio di infortunio, indica in una nota odierna la Suva. Il "check per gli sport sulla neve", a cui hanno partecipato 34'000 persone, è un test online con il quale gli appassionati di sci e snowboard possono valutare e ridurre al minimo il proprio rischio d'infortunio.

Dall'indagine online emerge che gli svizzeri «osservano le regole, ritengono di avere un'elevata capacità tecnica e rispettano gli altri utenti» sulle piste di sci. Tuttavia, i più giovani corrono un rischio maggiore di subire infortuni a causa della ricerca del brivido o della dinamica di gruppo, scrive la Suva.

«Bisogna innanzitutto imparare a dire di no. Per molti giovani l'accettazione del gruppo conta molto e li spinge a ignorare la paura di lanciarsi a capofitto in pista o affrontare un salto difficile», spiega Samuli Aegerter, responsabile della campagna della Suva, citato nel comunicato.

L'istituto di assicurazione contro gli infortuni mette inoltre l'accento sulla forma fisica: il test rivela che circa il 18% dei partecipanti non dispone di una condizione fisica sufficiente ed è di conseguenza maggiormente incline al rischio di infortuni.

«Spesso sottovalutiamo quanto lo sci e lo snowboard siano impegnativi per il fisico, che viene sottoposto a forti sollecitazioni soprattutto a livello di muscoli del tronco e delle gambe», continua Aegerter, invitando gli appassionati a «tenersi in movimento prima e durante la stagione invernale, nelle associazioni o in palestra». In alternativa, Suva propone un "fitness test" che dura tra i 5 e i 10 minuti, da effettuare regolarmente, composto di cinque esercizi che permettono di verificare la muscolatura della schiena e degli arti inferiori.

Il "check per gli sport sulla neve" realizzato dalla Suva è composto di circa cinquanta domande a seconda dei vari livelli di rischio per lo sci in pista, nello snowpark o per il freeride. Dopo aver analizzato le risposte viene creato un "profilo di rischio" che rivela in quale tipologia di sciatore rientra il partecipante. Il check fornisce inoltre una serie di consigli per ridurre il rischio di incidenti.

Ogni anno, oltre 33'000 lavoratori si infortunano sulle piste. Nel 90% dei casi gli incidenti si verificano senza che altre persone siano coinvolte. In totale, gli infortuni sulla neve provocano costi pari a 274 milioni di franchi all'anno agli assicuratori, precisa la Suva.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
11 min
BNS, i tassi negativi sono «sempre necessari»
La Banca nazionale svizzera ha ribadito oggi la propria disponibilità a intervenire all'occorrenza sul mercato dei cambi, che «rimane fragile»
VAUD
25 min
Non sa abbastanza bene il tedesco: 22enne romando escluso da Swisscoy
Il centro di competenza dell'Esercito non indicava alcun livello minimo per accedere alla formazione: «È per non scoraggiare nessuno»
SVIZZERA
2 ore
Ecco il primo rifugiato con un impiego fisso presso La Posta
L'azienda descrive così Henok Afewerki: «Da ragazzo dal futuro incerto a collaboratore della logistica con ottime prospettive»
FOTO
SAN GALLO
2 ore
Ne hanno fatto esplodere un altro
Preso di mira la notte scorsa un bancomat a Sevelen. I danni ammontano a circa 100mila franchi
SVIZZERA
3 ore
Svizzeri in vacanza? Sicurezza e prossimità
Il TCS ha elencato una serie di consigli per le vacanze all’estero
ZURIGO
3 ore
«Mentre camminavo la scarpa ha iniziato a squagliarsi da sola»
L'incredibile vicenda accaduta a una zurighese. La colpa sarebbe del dispositivo antitaccheggio nella suola, per gli esperti però è un enigma
SVIZZERA
3 ore
Preferenza indigena e obbligo d'annuncio: «Raccontiamola giusta»
Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale chiedendo di fare luce sulla reale efficacia della misura implementata nel 2018
GINEVRA
4 ore
È il grande giorno del Léman Express
La rete - sulla quale circoleranno 240 treni al giorno - viene inaugurata oggi. Fra tre giorni sarà aperta al pubblico
SVIZZERA
5 ore
La ripresa congiunturale? Solo nel 2021
Gli esperti della SECO pronosticano che il PIL continuerà a crescere anche l'anno prossimo (+1,7%) e quello seguente (+1,2%)
SVIZZERA
6 ore
Clorotalonil, scatta il divieto in tutto il Paese
L'UFAG ha revocato l'autorizzazione ai prodotti fitosanitari contenenti il fungicida. L'utilizzo sarà vietato dal prossimo 1° gennaio
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile