Keystone
BERNA
15.09.17 - 14:470
Aggiornamento : 15:03

Amministrazione federale sotto attacco informatico

Due denunce penali contro ignoti sono state sporte presso il Ministero pubblico della Confederazione

BERNA - Specialisti della Confederazione hanno scoperto un attacco a singoli server dell'Amministrazione federale e hanno preso le necessarie contromisure. Il Consiglio federale e gli organi politici competenti sono stati informati in merito all'accaduto. Due denunce penali contro ignoti sono state sporte presso il Ministero pubblico della Confederazione.

Il mese di luglio specialisti della Confederazione hanno scoperto e bloccato un attacco informatico contro singoli server del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), si legge in un comunicato governativo odierno.

L'attacco è stato condotto secondo un copione ampiamente noto, utilizzando i programmi maligni della famiglia Turla. Grazie alla stretta collaborazione dei servizi competenti sono state immediatamente prese le necessarie misure di sicurezza e disposte anche analisi interne all'Amministrazione. I servizi competenti della Confederazione stanno esaminando l'accaduto.

Il DDPS ha sporto denuncia penale e lo stesso ha fatto il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) per le disfunzioni causate da un attacco ai sistemi informatici di un suo fornitore di servizi.

Al momento - viene sottolineato nella nota - non è possibile fornire ulteriori indicazioni su questi attacchi.

Il governo, i membri della Delegazione Sicurezza del Consiglio federale e le presidenze delle commissioni competenti sono stati informati, come solitamente avviene in tali circostanze.

Falla fra il 2014 e il 2017 - Il tema della sicurezza informatica è sempre più d'attualità. Alla fine dello scorso mese era stato infatti reso noto che dal 2014 al 2017 si era prodotta una falla che avrebbe potuto permettere a utenti non autorizzati di accedere a un numero limitato di applicazioni della Confederazione. In questo caso non c'erano stati indizi di infiltrazioni, ma il governo non lo aveva potuto escludere del tutto.

Il problema era stato corretto definitivamente lo scorso febbraio. Per motivi di sicurezza non era stato divulgato l'elenco dei dipartimenti e delle applicazioni interessati.

In tale occasione, siccome non esistevano indicazioni che lasciavano supporre un'infrazione penale o disciplinare, l'Ufficio federale dell'informatica e della telecomunicazione (UFIT) non aveva ritenuto necessario avviare un'inchiesta amministrativa.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Giovani, chiedetevi: «Devo veramente andare a quella festa?»
È l’appello del capo delle emergenze dell’Oms, Mike Ryan
SVIZZERA
12 ore
«Automobile al sole: una trappola mortale». Parola del TCS
Qualche consiglio utile per evitare brutte sorprese in questi giorni di canicola
OBVALDO
13 ore
Titlis: boom di turisti elvetici, ma non è sufficiente
Gli impianti di risalita sono presi d'assalto, ma manca comunque circa il 70% dei visitatori
SVIZZERA / LIBANO
14 ore
Nessun aiuto svizzero al Governo libanese
Gli aiuti andranno direttamente alla popolazione, tramite la Croce Rossa
SVIZZERA
16 ore
Anche Berna, Argovia e Turgovia chiedono le liste degli arrivi a Kloten
Il canton Zurigo ha iniziato mercoledì a raccogliere questi dati per verificare il rispetto dell'obbligo di quarantena.
SVIZZERA
16 ore
Mascherine a scuola? Le diverse soluzioni dei Cantoni
Tra obbligo di mascherina e distanze di sicurezza, i Cantoni si preparano per il rientro a scuola
SVIZZERA
17 ore
Finanziamento di due progetti per il Covid
Il primo riguarda l'analisi sierologica, il secondo è un apparecchio portatile per una rapida identificazione del virus
SVIZZERA
18 ore
Mascherine monouso o di stoffa: quali utilizzare?
L'Ufficio federale della sanità le raccomanda entrambe, a meno che si abbiano dei sintomi
SVIZZERA
19 ore
Altri 161 casi, otto ricoveri e tre decessi
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 36'269. I decessi sono 1'712.
SVIZZERA
19 ore
L'infrastruttura digitale «è carente» nel settore pubblico
Il problema è emerso soprattutto nel periodo di lockdown.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile