Facebook
SVIZZERA
03.01.17 - 06:310

«Le donne si rivolgono più volentieri a me»

Patrick Jean è il primo “poliziotto informatico” della città di Zurigo. I giovani, racconta, contattano più spesso lui che i posti di polizia

ZURIGO - Figura introdotta meno di due anni fa, l’iCop, o “poliziotto informatico”, cura attraverso i social i rapporti della polizia cittadina di Zurigo con la community online. Abbiamo chiesto al 34enne Patrick Jean, primo iCop zurighese, come stia andando il progetto.

Quant’è cambiato il suo lavoro di poliziotto dall’introduzione di iCop?

Molto. Mi arrivano sempre più messaggi personali attraverso i social media con segnalazioni di delitti avvenuti online o nella vita reale. Passo la metà del mio tempo di lavoro su Facebook o Instagram.

Che tipo di messaggi riceve dai giovani?

Di tutto. Per esempio gente che ha dovuto consegnare il proprio coltello mentre era in giro la sera e non sa come procederà la cosa.

Arrivano anche denunce di crimini in tempo reale?

Le segnalazioni su fatti in corso devono sempre passare dal 117. Questa è la strada giusta. Abbiamo però un buon rapporto di fiducia con i nostri amici su Facebook e i nostri follower di Instagram e, di tanto in tanto, riceviamo segnalazioni.   

Queste segnalazioni hanno già permesso di risolvere dei casi?

Non sono un investigatore, curo piuttosto il dialogo con la community online. Quel che succede, però, è che alcuni casi vengono denunciati solo dopo una chat con noi.

Perché i giovani utilizzano più volentieri i canali social piuttosto che presentarsi a un posto di polizia?

Oggi come oggi i social media sono uno spazio vitale. È quindi più facile per i giovani scrivere al poliziotto “amico in Facebook” anziché andare in centrale.

Eleni Moschos è l’altra iCop della polizia comunale di Zurigo. Come vanno a lei le cose?

Eleni Moschos è attiva nel Kreis 2 e, da lì, dà una prospettiva sul lavoro quotidiano della polizia. Nell’ambito dei social media ci siamo accorti che le donne si rivolgono più volentieri a me mentre con Eleni è il contrario: la maggioranza di chi la contatta sono uomini. Non ci aspettavamo che andasse così.

 

Commenti
 
Tarok 2 anni fa su tio
i Cop si mettono sui tetti
Adriana Sartori 2 anni fa su fb
Complimenti! serve qualcuno che possa incutere fiducia in questo periodo, specialmente alle donne sole ?
GI 2 anni fa su tio
scusate ma, che differenza c'è tra un delitto "on line" e "nella vita reale" ??
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
Per me assomiglia a un jihadista... mah...
Vale13 2 anni fa su tio
@lo spiaggiato per la barba? quella va di moda in Svizzera interna, se non lo sai...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report