BERNA
16.11.16 - 14:260

Il Consiglio federale sul "telelavoro": «Diffusione positiva, non serve legiferare»

BERNA - È positiva la crescente diffusione del lavoro a domicilio - il cosiddetto telelavoro - e il Consiglio federale non ritiene che ci sia bisogno di legiferare in materia. Lo rileva in un rapporto in risposta a un postulato della consigliera nazionale Lucrezia Meier-Schatz (PPD/SG).

Tuttavia - ammette il governo nel rapporto - il telelavoro implica oneri organizzativi per il datore di lavoro e anche qualche rischio per i lavoratori perché sfuma la linea di demarcazione tra sfera privata e professionale in termini di spazio, tempo e vita sociale. Per avere successo il telelavoro va impiegato nelle situazioni più idonee in cui offre i maggiori vantaggi e vanno predisposte misure d'accompagnamento atte a prevenirne o perlomeno attutirne i rischi.

Il governo non si esprime in merito all'adozione di misure per incentivare il telelavoro, ma si limita a illustrarne gli aspetti giuridici. Ad esso si applicano le disposizioni generali del diritto del lavoro; non esistono norme specifiche.

L'esecutivo ritiene che vada appurata l'opportunità di estendere l'attuale normativa in materia di lavoro a domicilio o perlomeno alcune delle sue disposizioni. Pur constatando qualche lacuna nel diritto in vigore, giudica superfluo un intervento legislativo immediato; considera peraltro possibile regolare la materia a mezzo di contratti collettivi.

Il telelavoro - si legge nel rapporto "Crescente mobilità sul posto di lavoro. Conseguenze giuridiche" - si è progressivamente diffuso dall'inizio del 21mo secolo. La limitata disponibilità di dati statistici non consente tuttavia di appurare il numero preciso di persone che, grazie ai moderni strumenti di telecomunicazione, svolgono il loro lavoro su base regolare od occasionale al di fuori dei locali del datore di lavoro.

Il Consiglio federale conferma un'altra tendenza: è pressoché sparito il tradizionale lavoro a domicilio, che consisteva in particolare in attività artigianali e procurava un reddito accessorio soprattutto alle donne.

I vantaggi del telelavoro sono palesi: costi ridotti, maggiore produttività, motivazione migliorata grazie all'accresciuta autonomia del lavoratore, più flessibilità che permette di meglio conciliare lavoro e famiglia, nonché effetti benefici di natura ecologica e in termini di traffico. Resta invece da appurare se lo scambio di idee e l'innovazione non richiedano la presenza fisica dei lavoratori.

Commenti
 
TOP NEWS Svizzera
FOTO
VALLESE
6 ore
Una targa per restare vigili contro gli abusi
È stata la vittima di un ex insegnante, religioso e allenatore di calcio, a chiederne la posa
SVIZZERA
11 ore
Stop alla quarantena per gli svizzeri della MS Westerdam
Un'americana che si trovava sulla nave è stata trovata infetta. Ma «non vi sono state trasmissioni del virus»
VAUD
13 ore
Che fine hanno fatto le gemelline Schepp?
La mamma delle due ragazze vodesi lancia un nuovo appello a Chi l'ha Visto
SVIZZERA/KENYA
14 ore
Due arresti per lo stupro e l'omicidio della missionaria svizzera
La 74enne viveva sola ed era stata aggredita per una rapina, le autorità keniane a caccia di una terza persona
SVIZZERA
18 ore
Non c'è mai stato un inverno caldo come questo
Lo sostengono, dati alla mano, MeteoSvizzera: «Una tendenza che probabilmente continuerà anche in futuro»
FOTO
ARGOVIA
1 gior
Würenlingen ricorda l'attentato di 50 anni fa con 47 morti
Durante la commemorazione sono state deposte corone di fiori e accese 47 candele
FOCUS
1 gior
Crypto, un Grande Fratello tutto svizzero
Tutto quello che c’è da sapere su uno spionaggio internazionale che vede coinvolta una società di Zugo
SVIZZERA
1 gior
Erano sulla nave MS Westerdam, svizzeri in quarantena
I test iniziali sui passeggeri erano risultati negativi, ma un'americana si è ammalata. Segreti i cantoni di provenienza
SVIZZERA
1 gior
«Il roaming è una truffa, è il momento di intervenire»
Lo chiede l'associazione dei consumatori, che vorrebbe limiti massimi di prezzo fissati dal Consiglio federale
SVIZZERA / CINA
1 gior
Tornano altri cinque svizzeri, poi la quarantena
Con loro anche due parenti cinesi. Il periodo di isolamento contro il coronavirus lo faranno sul nostro territorio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile