SVIZZERA
04.11.16 - 16:320
Aggiornamento : 19:30

Giovani svizzeri: xenofobi, omofobi e pensano al suicidio

Uno studio a livello nazionale sui 19enni svizzeri evidenzia un nuovo scenario rispetto al passato: i ragazzi si interessano di più di politica. E sono diventati di destra

E TU COME SEI?

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Si appassionano di politica, molto più che in passato. Sono però più xenofobi e omofobi. Stiamo parlando dei giovani svizzeri. Almeno stando a una grande inchiesta a livello nazionale dal titolo «Young Adult Survey Switzerland» (YASS). Gli ultimi dati erano fermi al 2010/2011. Come sono cambiati i giovani nel frattempo? Innanzitutto va subito evidenziato che l'interesse politico è aumentato del 20%, e che c'è stato un forte spostamento a destra.  I giovani che nel 2010 si posizionavano a sinistra erano il 41%. Ebbene la percentuale è scesa al 28%. L'aumento dell'interesse politico è fortemente legato al grado di istruzione: più si ha una formazione alta, e maggiormente ci si interessa di politica.

L'inchiesta ha messo in luce anche la scala dei valori dei 19enni: nei primi posti troviamo l'amicizia, ma anche le relazioni affettive, famiglia e salute. In fondo alla lista invece sono finite le tradizioni, il potere, l'impegno politico, la religione e il conformismo.

Uno su otto pensa al suicidio

I dati sulla salute mentale sono stati presi solo a livello statistico e hanno coinvolto solo la popolazione maschile. Gli autori dello studio hanno riferito di risultati su cui bisogna attentamente riflettere: un giovane su otto ha rivelato di aver avuto, nelle due settimane precedenti, pensieri suicidi. Uno su dodici invece ha raccontato di avere spesso sentimenti negativi.

Lo studio ha dimostrato anche che gli istinti suicidali sono minori in quei giovani che hanno una formazione continua, cioè senza interruzioni. Al di là di ciò i giovani svizzeri dicono, tutto sommato, di essere contenti: il 90% ritiene di avere una vita felice.

Lo studio è stato realizzato tra il 2014/2015, e i risultati sono in corso di valutazione. 

 

Commenti
 
NiMa 3 anni fa su tio
Xenofobi e Omofobi: ovvio che pensano al suicidio. Una vita passata ad odiare gli altri.
mgk 3 anni fa su tio
Che tra alba/suisse e serbi/suisse nkn corra buon sangue nn e una novita
Meridiana 3 anni fa su tio
... ma i nostri POLITICI al posto di analizzare a fondo i problemi che toccano i nostri giovani "futuro della Svizzera" si proccupano dei rifugiati e i richiedenti d'asilo perché è molto più facile ; Purtroppo troppo nostri politici son dei faccendieri facilloni e girano la schiena ai veri ed importantin problemi pechè da parte dei nostri giovani non ricevono il pizzo.
Meridiana 3 anni fa su tio
Sarabbe oppoprtuno e giudizioso fare un analisi apprifondita per scoprire il perché ! Ciò, penso, si poco gradita dai nostri Politici perché sciprirebbero molteplici fattori; per loro è meglio interessarsi dei rifugiati e sopratutto dei richiedenti l'asilo al posto di ascoltare i nostri giovani !!!!
limortaccituoi 3 anni fa su tio
Ma che bel clima...
Lonely Cat 3 anni fa su tio
L'equazione è semplice. Se hai un cervello e segui la politica non puoi che diventare di destra.
lo spiaggiato 3 anni fa su tio
@Lonely Cat E suicidarti... aha aha aha aha aha aha aha
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
25 min
BNS, i tassi negativi sono «sempre necessari»
La Banca nazionale svizzera ha ribadito oggi la propria disponibilità a intervenire all'occorrenza sul mercato dei cambi, che «rimane fragile»
VAUD
39 min
Non sa abbastanza bene il tedesco: 22enne romando escluso da Swisscoy
Il centro di competenza dell'Esercito non indicava alcun livello minimo per accedere alla formazione: «È per non scoraggiare nessuno»
SVIZZERA
2 ore
Ecco il primo rifugiato con un impiego fisso presso La Posta
L'azienda descrive così Henok Afewerki: «Da ragazzo dal futuro incerto a collaboratore della logistica con ottime prospettive»
FOTO
SAN GALLO
3 ore
Ne hanno fatto esplodere un altro
Preso di mira la notte scorsa un bancomat a Sevelen. I danni ammontano a circa 100mila franchi
SVIZZERA
3 ore
Svizzeri in vacanza? Sicurezza e prossimità
Il TCS ha elencato una serie di consigli per le vacanze all’estero
ZURIGO
3 ore
«Mentre camminavo la scarpa ha iniziato a squagliarsi da sola»
L'incredibile vicenda accaduta a una zurighese. La colpa sarebbe del dispositivo antitaccheggio nella suola, per gli esperti però è un enigma
SVIZZERA
3 ore
Preferenza indigena e obbligo d'annuncio: «Raccontiamola giusta»
Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale chiedendo di fare luce sulla reale efficacia della misura implementata nel 2018
GINEVRA
4 ore
È il grande giorno del Léman Express
La rete - sulla quale circoleranno 240 treni al giorno - viene inaugurata oggi. Fra tre giorni sarà aperta al pubblico
SVIZZERA
5 ore
La ripresa congiunturale? Solo nel 2021
Gli esperti della SECO pronosticano che il PIL continuerà a crescere anche l'anno prossimo (+1,7%) e quello seguente (+1,2%)
SVIZZERA
6 ore
Clorotalonil, scatta il divieto in tutto il Paese
L'UFAG ha revocato l'autorizzazione ai prodotti fitosanitari contenenti il fungicida. L'utilizzo sarà vietato dal prossimo 1° gennaio
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile