BERNA
18.05.16 - 17:440

Collaborazione Svizzera-Sri Lanka, forti critiche dai tamil

«L'uccisione del popolo continua - la Svizzera tace» si legge su alcuni striscioni

BERNA - Diverse centinaia di tamil hanno criticato la politica nel loro Paese oggi in una manifestazione in Piazza federale a Berna. Il genocidio dei tamil in Sri Lanka è continuato per sette anni dopo la fine della guerra. La Svizzera ricopre in questa vicenda un ruolo particolarmente incerto.

Che la Berna federale aspiri a una collaborazione sulla migrazione con "il regime ingiusto" in Sri Lanka è un assoluto scandalo. La Svizzera chiude gli occhi davanti alla situazione reale e coopera con il governo srilanchese, invece di condizionare in modo concreto gli sforzi di pace.

"L'uccisione del popolo continua - la Svizzera tace" si legge su uno striscione. "La Svizzera deve riconoscerci come un'entità nazionale", afferma un altro slogan mostrato dai manifestanti.

La dimostrazione avviene nel settimo anniversario della fine della guerra in Sri Lanka. Il conflitto civile terminò il 18 maggio del 2009 con la vittoria militare delle truppe governative srilanchesi sui ribelli tamil.

Da quel momento il governo non ha intrapreso nulla per conciliare etnie e religioni, critica il Consiglio svizzero di Tamil dell'Eelam (SCET), organizzatore della manifestazione. Come prima della guerra, le zone dei tamil occupate dai militari sono state mantenute, i proprietari terrieri espropriati e il loro appezzamento usato per scopi militari o per la costruzione di resort turistici.

In Sri Lanka ha luogo "un continuo genocidio dei tamil", hanno affermato i dimostranti davanti a Palazzo federale. Ciò implica le violenze sessuali contro le donne, la costrizione alla sterilizzazione o lo stupro di donne tamil da parte di soldati.

Il ministro degli affari esteri elvetico Didier Burkhalter e il suo collega srilanchese Mangala Samaraweera hanno fatto sapere chiaramente a inizio marzo in una dichiarazione d'intenti che aspirano a una collaborazione nell'ambito della migrazione. Samaraweera aveva invitato tutti i cittadini in esilio a ritornare in Sri Lanka e aiutare alla ricostruzione del Paese, appello rivolto anche ai richiedenti asilo presenti in Svizzera.

TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
2 ore
«I treni non sono luoghi dove fare i picnic»
La Ferrovia retica ha recentemente vietato le consumazioni su una delle sue linee
SAN GALLO
6 ore
«Era impulsivo e si infiammava facilmente»
La testimonianza di un ex dipendente dell'uomo accusato di aver ucciso la fidanzata a Buchs.
GRIGIONI
7 ore
In 4000 contro le misure restrittive
La dimostrazione è stata promossa dall'associazione "Stiller Protest" e si è tenuta in diverse città.
FOTO E VIDEO
ZURIGO
8 ore
Violenti scontri alla manifestazione per le donne
Disordini in occasione di un evento non autorizzato.
SVIZZERA
10 ore
Nelle ultime settimane c'è una certa sottomortalità, nonostante il Covid
Secondo gli esperti, le misure anti-coronavirus hanno ridotto il numero di morti per influenza
FRANCIA / SVIZZERA
10 ore
Donna uccisa a Lione, il marito arrestato in Svizzera
La 30enne era stata trovata senza vita giovedì sera in casa. Sarebbe stata colpita con un martello
BASILEA CAMPAGNA
12 ore
Muttenz, aggredisce una guardia e tenta l'evasione
L'uomo ha liberato altri tre detenuti ma il loro tentativo di fuga ha avuto vita breve
FRIBURGO
12 ore
Mobbing nell'ente per la salute mentale, scatta l'indagine
L'indagine riguarda il settore della psichiatria e della psicoterapia per gli anziani
SVIZZERA
16 ore
Tre giorni nella black list: l'Ufsp ha sbagliato?
La Colombia è finita per 72 ore nella lista dei paesi a rischio, a causa di dati "vecchi". Una famiglia ne fa le spese
ZURIGO
1 gior
I genitori chiedono test di massa settimanali nelle scuole
Un'associazione vuole introdurre i test nelle scuole di tutta la Svizzera.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile