Keystone
FORMULA 1
02.12.17 - 13:110
Aggiornamento : 13:56

Ericsson e Leclerc per l'Alfa Romeo Sauber: «È un momento storico»

Svelati altri dettagli dell'affascinante progetto che vedrà il grande ritorno del Biscione - dopo oltre 30 anni - in Formula 1. A fare da cerimoniere il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne

ARESE (Italia) - Presentazione in pompa magna per il grande ritorno dell'Alfa Romeo in Formula 1 al fianco della Sauber (ricordiamo cheil nome ufficiale della squadra sarà Alfa Romeo Sauber F1 Team). Livrea bianca con cupolino rosso, questi i colori per il prossimo Mondiale di F1 che vedrà al volante il confermato Marcuss Ericsson e l'esordiente Charles Leclerc, nuovo fenomeno "imposto" o "sponsorizzato" dalla Ferrari. Terzo pilota un altro prodotto di Maranello, Antonio Giovinazzi.

A fare da cerimoniere nel Museo Alfa Romeo che si trova nel Centro Direzionale di Arese, proprio il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne che ha fortemente voluto il ritorno del Biscione in F1: «È un momento storico per l'Alfa Romeo e per la F1. L'accordo con Sauber è figlio del rapporto con una scuderia che si è sempre fatta valere e che ha sempre avuto nei giovani un'attenzione come nei desideri del fondatore Peter Sauber. Alfa sarà il capo sponsor del team e condividerà risorse tecniche, ingegneristiche ma anche commerciali», sono state le sue prime parole.

Commenti
 
TOP NEWS Sport
NAZIONALE
5 ore

Svizzera già certa di disputare le Olimpiadi

La selezione rossocrociata, grazie ai risultati ottenuti ai Mondiali in Slovacchia, ha già strappato il pass per la kermesse a 5 cerchi del 2022

CICLISMO
7 ore

«Doping? Non era legale, ma non cambierei nulla»

Lance Armstrong, vincitore di 7 Tour de France (poi revocati): «Abbiamo fatto quello che dovevamo per vincere. Molti errori hanno portato al più grande scandalo nella storia dello sport»

TENNIS
10 ore

La rottura con la Vekic? Stan se la ride: «Ci sono stati molti cambi durante la mia carriera»

Wawrinka ha svicolato davanti alle domande riguardanti l'addio a Donna Vekic: «Non è solo la mia vita privata ad influenzare il mio tennis e quel che succede sul campo»

SUPER LEAGUE
13 ore

Lugano, cuore a Cornaredo, testa a Berna? «Il rischio è quello di non giocare la partita»

Fabio Celestini ha messo in guardia i suoi in vista della sfida al GC: «Comprensibile un 10% di distrazione: se arrivassimo ad avere il 50% di testa qui e l'altro al Lucerna non andrebbe bene»

SUPER LEAGUE
17 ore

Vincere non basta ma il Lugano spera

Non è più in pole position, non è più padrone del suo destino, in vista dell'ultima corsa dell'anno il Lugano ha in ogni caso un posto privilegiatissimo sulla griglia di partenza

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report