FORMULA 1
09.10.16 - 09:190
Aggiornamento : 10:45

Nico perfetto, Lewis no: il Mondiale si è (quasi) deciso

A Suzuka il tedesco ha colto il nono successo stagionale e ora ha 33 punti di vantaggio sul compagno di squadra, terzo dopo una partenza disastrosa. Ferrari ai piedi del podio

SUZUKA (Giappone) - È sempre più l’anno di Nico Rosberg. Che vince anche il Gran Premio del Giappone e scappa nella classifica iridata. Il tedesco della Mercedes parte dalla pole e arriva in solitaria aumentando il suo vantaggio nel Mondiale piloti, +33 punti su Lewis Hamilton solo terzo dopo aver sbagliato ancora una volta la partenza. Sul podio, tra di loro, la Red Bull di un Verstappen, che nel penultimo giro sbatte la porta in faccia a Lewis. La Ferrari completa un buon week end con il quarto posto per Vettel e quinto di Raikkonen. Rammarico per il tedesco che dopo una bella partenza e grandi sorpassi nei primi giri è incappato in una scelta sbagliata di strategia perdendo il podio dopo l’ultimo pit stop.

Anonima la gara di Ricciardo, sesto. A punti le due Force India di Perez e Hulkenberg e le Williams di Massa e Bottas. Appena fuori dalla top ten Grosjean con la Haas Ferrari.

La gara – Rosberg parte bene dalla pole e tiene la testa, Hamilton no. L’inglese viene sfilato da tutti, Ferrari comprese con Raikkonen, partito ottavo per la sostituzione del cambio. Nei primi giri Vettel è scatenato: supera in successione Ricciardo e Perez e si issa fino al terzo posto, all’inseguimento di Verstappen. Intanto via radio Hamilton, piombato in ottava posizione, chiede scusa per la partenza ai suoi. Al sesto giro Raikkonen si prende la sesta posizione su Hulkenberg. Dopo il decimo giro comincia la girandola dei pit stop. Hamilton evita il traffico e guadagna posizioni su Ricciardo, Raikkonen e Perez risalendo ai piedi del podio. Al ventesimo giro la situazione è Rosberg, Verstappen, Vettel, Hamilton, Ricciardo, Raikkonen, Perez. Al ventisettesimo Raikkonen anticipa la sosta ai box con la Ferrari che tenta l’undercut su Ricciardo.

Vettel perde il podio - Per il secondo cambio gomme la Ferrari di Vettel sceglie una strategia diversa. Il tedesco resta in pista e prova l’azzardo delle soft a diciotto giri dalla fine senza cambiare più. Rientra quarto dietro Rosberg, Verstappen ed Hamilton. La scelta non paga, Vettel non trova subito il sorpasso su Hamilton e, complici anche i doppiaggi, perde terreno dalla Mercedes dell’inglese che invece nel finale avvicina la Red Bull di Verstappen. Il confronto tra i due fenomeni è duro, ancora una volta l'olandese senza timore chiude la porta nella chicane che fece scontrare Senna e Prost. Hamilton evita il contatto e va lungo ma salva la posizione mentre Rosberg in solitaria brinda all'ennesimo successo di questa stagione che lo avvicina all'iride.

Commenti
 
TOP NEWS Sport
L'OSPITE - ARNO ROSSINI
2 ore
Milioni (fino a 200), tangenti e stimmate: tutti pazzi per Haland, il gigante-bambino
I tre gol in 23' del debutto con il Borussia Dortmund hanno solo confermato le qualità di un "generational talent". Arno Rossini: «Ha tutto e può ancora migliorare. Favre ha detto che è pazzesco»
HCL
11 ore
Il Lugano ribalta (con fatica) i Lakers e torna sopra la riga
Tre punti d'oro per i bianconeri, che hanno superato il Rapperswil al termine di un match combattuto e povero di reti. 2-1 il risultato finale maturato alla Cornèr Arena. Langnau ko a Zugo (2-1)
HCAP
11 ore
Trasferta amara, l'Ambrì cade a Bienne
I biancoblù di Cereda, dopo tre successi consecutivi in campionato sui Seelanders, sono stati sconfitti 3-1. La linea si allontana
TENNIS
14 ore
King Roger impressionato da Sinner: «In campo è uno spettacolo»
Il campione renano si è espresso in merito al giovane talento italiano: «Quello che mi piace particolarmente di lui è che tira con la stessa forza sia con il dritto sia con il rovescio»
HCAP
18 ore
L'Ambrì perde (ancora) Hofer: stop di 3-4 settimane
L'attaccante 28enne ha subìto una frattura del malleolo della caviglia destra a seguito di una discata
SUPER LEAGUE
21 ore
«Lugano? Sono un po' preoccupato: tante partenze e... nessun volto nuovo»
Il responsabile tecnico della Federazione ticinese (FTC) - Livio Bordoli - si è anche espresso in merito al trasferimento di Patrick Rossini al Chiasso: «Si tratta di un bel colpo»
NATIONAL LEAGUE
23 ore
Colpo Bienne: ecco Rantakari
Il difensore finlandese è stato prestato dal Davos ai Seelanders per sostituire Salmela, il quale si è fratturato uno zigomo
NATIONAL LEAGUE
23 ore
In palio punti d’oro, Lugano e Ambrì riprendono la caccia
Con la bagarre playoff sempre accesissima, le ticinesi tornano subito in pista dopo i duelli del weekend. I bianconeri ospitano il Rappi, i biancoblù vanno a Bienne
TENNIS
1 gior
Wawrinka fa sua la battaglia di tre ore
L'elvetico ha sconfitto Dzumhur con il punteggio di 7-5, 6-7, 6-4, 6-4
TENNIS
1 gior
Belinda non stecca e passa il turno
La sangallese ha superato la Schmiedlova 6-3, 7-5
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile