GLAND
28.12.14 - 18:250
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Streiff ci ricasca e la famiglia Schumacher smentisce

L’ex pilota è tornato nuovamente a parlare delle condizioni di salute di Michael facendo andare su tutte le furie i famigliari del tedesco

GLAND - Mentre Schumacher continua a lottare come un leone, non mancano millanterie e tante chiacchiere sulle sue condizioni fisiche.

Ancora una volta è stato il suo sedicente amico Philippe Streiff a far infuriare la famiglia del sette volte campione del Mondo. “Schumacher non ha ancora ritrovato l'uso della parola e comunica con gli occhi. Comincia comunque a riconoscere i suoi cari, sua moglie e i figli, ma ha grossi problemi di memoria”, ha comunicato l’ex pilota a “Le Figaro”.

Streiff si definisce amico di Schumi, ma l’entourage del tedesco non ha perso tempo e ha smentito il tutto; l’ex pilota infatti farebbe riferimento a contatti diretti con il medico Gerard Saillant - che ha smentito di conoscerlo - e con la moglie dell’ex ferrarista Corinna, che ha però sottolineato come i rapporti con lo stesso Streiff siano inesistenti.

Una situazione davvero assurda...

 

Commenti
 
TOP NEWS Sport
NAZIONALE
6 ore

Svizzera già certa di disputare le Olimpiadi

La selezione rossocrociata, grazie ai risultati ottenuti ai Mondiali in Slovacchia, ha già strappato il pass per la kermesse a 5 cerchi del 2022

CICLISMO
8 ore

«Doping? Non era legale, ma non cambierei nulla»

Lance Armstrong, vincitore di 7 Tour de France (poi revocati): «Abbiamo fatto quello che dovevamo per vincere. Molti errori hanno portato al più grande scandalo nella storia dello sport»

TENNIS
11 ore

La rottura con la Vekic? Stan se la ride: «Ci sono stati molti cambi durante la mia carriera»

Wawrinka ha svicolato davanti alle domande riguardanti l'addio a Donna Vekic: «Non è solo la mia vita privata ad influenzare il mio tennis e quel che succede sul campo»

SUPER LEAGUE
14 ore

Lugano, cuore a Cornaredo, testa a Berna? «Il rischio è quello di non giocare la partita»

Fabio Celestini ha messo in guardia i suoi in vista della sfida al GC: «Comprensibile un 10% di distrazione: se arrivassimo ad avere il 50% di testa qui e l'altro al Lucerna non andrebbe bene»

SUPER LEAGUE
17 ore

Vincere non basta ma il Lugano spera

Non è più in pole position, non è più padrone del suo destino, in vista dell'ultima corsa dell'anno il Lugano ha in ogni caso un posto privilegiatissimo sulla griglia di partenza

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report