Cfr 1907 Cluj
0
Slavia Praha
1
1. tempo
(0-1)
Apoel
0
Ajax
0
1. tempo
(0-0)
Lask Linz
0
Club Brugge
1
1. tempo
(0-1)
Cfr 1907 Cluj
CHAMPIONS UEFA
0 - 1
1. tempo
0-1
Slavia Praha
0-1
 
 
28'
0-1 MASOPUST LUKAS
MASOPUST LUKAS 0-1 28'
First leg.
Venue: Stadionul Dr Constantin Radulescu.
Turf: Natural.
Capacity: 23,500 (17,500 seated).
Referee: CUneyt Cakır (TUR).
Assistant referees: Bahattin Duran (TUR), Tarik Ongun (TUR).
Fourth official: Huseyin Gocek (TUR).
Video Assistant Referee: Mete Kalkavan (TUR).
Assistant Video Assistant Referee: Ali Palabıyık (TUR).
MATCH SUMMARY: Slavia unbeaten in 6 games v Romanian clubs: W2 D4.
CFR eliminated Astana, Maccabi Tel Aviv and Celtic to get here.
Losers enter UEL GROUP
Ultimo aggiornamento: 20.08.2019 21:30
Apoel
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
1. tempo
0-0
Ajax
0-0
 
 
16'
MAZRAOUI NOUSSAIR
 
 
18'
MARIN RAZVAN
 
 
22'
VELTMAN JOEL
MAZRAOUI NOUSSAIR 16'
MARIN RAZVAN 18'
VELTMAN JOEL 22'
First leg.
Venue: GSP Stadium, Nicosia.
Turf: Natural.
Capacity: 22,859.
Referee: Antonio Lahoz (ESP).
Assistant referees: Pau Devis (ESP), Roberto Palomar (ESP).
Fourth official: Jose Luis Montero (ESP).
Video Assistant Referee: Ricardo Burgos (ESP).
Assistant Video Assistant Referee: Jesus Manzano (ESP).
MATCH SUMMARY: Sides met in 14/15 Group stage, drew 1-1 in Nicosia.
Ajax won return leg 4-0.
APOEL eliminated Sutjeska and Qarabag to get here.
Losers enter UEL GROUP stage draw on 30 August.
Ultimo aggiornamento: 20.08.2019 21:30
Lask Linz
CHAMPIONS UEFA
0 - 1
1. tempo
0-1
Club Brugge
0-1
 
 
10'
0-1 VANAKEN HANS
RENNER RENE
16'
 
 
VANAKEN HANS 0-1 10'
16' RENNER RENE
First leg.
Venue: TGW Arena.
Turf: Natural (Hybrid Pitch).
Capacity: 7,870.
Referee: Szymon Marciniak (POL).
Assistant referees: Paweł Sokolnicki (POL), Tomasz Listkiewicz (POL).
Fourth official: Tomasz Musiał (POL).
Video Assistant Referee: Pawel Gil (POL).
Assistant Video Assistant Referee: Bartosz Frankowski (POL).
MATCH SUMMARY: Sides 1st meeting, LASK targeting GROUP stage debut.
Belgian side defeated Dynamo Kyiv to get here.
Losers enter UEL GROUP stage draw on 30 August.
Ultimo aggiornamento: 20.08.2019 21:30
AUTOMOBILISMO
27.10.14 - 19:300
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Albertalli sfiora il podio al Nürburgring

Ottima prestazione per il pilota grigionese scattato dalla settima posizione in una gara condizionato dalla meteo

NÜRBURGRING (Germania) - Iniziato con temperature insolitamente miti e parecchi raggi di sole, l’ultimo appuntamento del campionato di VLN è iniziato nel migliore dei modi per Benjiamin Albertalli, che dopo un anno di assenza ha deciso di ritornare a correre sul circuito più lungo, difficile, impegnativo e pericoloso del mondo: la leggendaria Nordschleife del Nürburgring.

“La motivazione era alle stelle visto che l’anno scorso ero riuscito a vincere esattamente la stessa gara con la stessa scuderia e la stessa automobile. Proprio a questo motivo, non appena confermato l’ingaggio, mi sono allenato parecchio per dare il meglio!”, ha affermato il giovane pilota grigionese, che proprio durante le prove libere è riuscito ad abbassare il suo record sul giro.

All'indomani, durante le qualifiche, il bel tempo ha lasciato spazio a pioggia e basse temperature. Condizioni meteorologiche in cui le automobili a trazione anteriore sono letteralmente sfuggite alle varie Toyota GT86, compresa quella di Albertalli che ha dovuto accontentarsi della settima posizione in griglia di partenza nonostante il ventiquattrenne sia riuscito a segnare il miglior tempo tra i piloti che hanno condiviso con lui l’automobile durante l’ultima gara di durata della stagione.

A guidare la Toyota GT86 del Toyota Swiss Racing Team alla partenza è proprio Albertalli, che in un solo giro è riuscito, tra le 76 curve dell’”inferno verde”, a portare la vettura dalla settimana posizione alla terza. Durante il secondo giro, a causa della fitta nebbia, la gara è stata interrotta. Al riallestimento della griglia di partenza, avvenuta all'incirca un’ora più tardi, le automobili sono state posizionae nuovamente in base ai tempi registrati in qualifica anziché in base alla posizioni conquistate durante la gara. “Un vero peccato vista l’ottima performance iniziale: questo significa dover ricominciare da capo. Frustrante.”.

Tuttavia replicare lo straordinario attacco non è risultato possibile a causa dell’erronea scelta di partire con pneumatici da bagnato: la maggior parte dei concorrenti opta invece per pneumatici slick trovando il circuito pressoché asciutto. Nonostante ciò Benjiamin Albertalli è riuscito a tenere il passo dei concorrenti, guadagnando addirittura una posizione e cedendo il secondo turno a Thomas Lampert, il quale grazie a un buon passo ha guadagnato a sua volta una posizione portandoli in quarta mettendosi alle costole del terzo. A prendere il volante per l’ultimo turno è stato Herbie Schmidt, il quale purtroppo non è riuscito nel tentativo di conquistare la terza posizione.

“Fa parte del gioco, o meglio del gioco di squadra, quello di condividere vittorie e sconfitte”, ha commentato Albertalli. Deluso ma al tempo stesso soddisfatto. “Potendo raggiungere matematicamente il podio, ed essendo stato io stesso in terza posizione, ovviamente dispiace non aver portato a casa un trofeo. Tuttavia trattandosi di un gara di durata l’importante è tagliare il traguardo, specie con condizioni così avverse.” È infatti stato cospicuo il numero di incidenti in cui sono incappati i concorrenti delle categorie e delle classi più diverse. Albertalli si è detto comunque contento sia della Toyota GT86 del Toyota Swiss Racing Team che della perfetta assistenza della Ring Racing. “Mi hanno dato un’auto perfetta e abbiamo dimostrato di essere sempre ancora competitivi. L’anno prossimo, magari con il sostegno dello sponsor giusto, sarebbe favoloso partecipare a qualche gara in più. L’obiettivo è come sempre uno solo: la 24 ore, competizione in cui le GT86 del Toyota Swiss Racing Team sono riuscite, per tre anni consecutivi, a conquistare la vittoria di classe.”

Commenti
 
TOP NEWS Sport
LAS VEGAS
2 ore

Gli avvocati di CR7 ammettono: pagati 375'000 dollari per il silenzio di Kathryn Mayorga

I legali del calciatore ammettono che nel 2010 la donna - che aveva accusato Cristiano Ronaldo di stupro - fu pagata per "mantenere la riservatezza della controversia"

HCL
4 ore

Il Lugano si prepara al test col Barys

Per la sfida amichevole, in programma giovedì sera, sono valide le tessere stagionali recentemente inviate a tutti gli abbonati

SERIE A
6 ore

La Fiorentina piazza il colpo Ribery

Per il 36enne francese, ex bandiera del Bayern Monaco, pronto un biennale da circa 4 milioni di euro a stagione

SWISS LEAGUE
8 ore

«Felice di essere tornato a Zugo, sarà una grande sfida»

Corsin Camichel, 38enne ex attaccante, è entusiasta del suo incarico come assistant coach dell’EVZ Academy: «C’è la retrocessione e tutte le squadre si sono rinforzate: sarà un campionato duro»

BOLOGNA
11 ore

«Non è finita finché lo decido io...»

Christian Stucki, out da diverso tempo per un infortunio al ginocchio destro, ha iniziato un percorso riabilitativo a Bologna

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile