Keystone
RUSSIA 2018
25.06.18 - 21:050
Aggiornamento : 26.06.18 - 09:18

Inghilterra pazza di gioia: «It’s coming home»

Trascinati dal capocannoniere del Mondiale Harry Kane, i Leoni stanno facendo sognare i propri tifosi. Da parte sua la Svezia fa i conti con la grossa occasione sciupata e difende Jimmy Durmaz

MOSCA (Russia) - Queste prime due giornate di Coppa del Mondo non hanno certo lesinato sulle sorprese. In negativo viene naturale pensare all’Argentina, la cui qualificazione è aggrappata a un filo, mentre se c’è una Nazionale che finora ha fatto anche più di quanto ci si potesse aspettare è sicuramente l’Inghilterra. Trascinati dal capocannoniere del Mondiale Harry Kane, i Leoni stanno facendo sognare i propri tifosi e sui social è tutto un proliferare di tweets e memes con lo slogan «It’s coming home», citazione dell’inno nel quale ci
si augurava che il calcio (in questo caso la Coppa del Mondo) tornasse nella sua terra d’origine.

Anche un tifoso d’eccezione come il cantante degli Oasis Liam Gallagher non ha resistito a twittarlo, mentre lo youtuber Chris Dixon ha scritto di essersi tatuato la frase sulla fronte (attendiamo riscontro fotografico).

Per un’Inghilterra che se la gode c’è una Svezia che deve fare i conti con la grossa occasione sciupata lo scorso sabato nel match con la Germania, vinto al 95’ dai tedeschi con la punizione di Kroos. I social hanno eletto a capro espiatorio della sconfitta il centrocampista Jimmy Durmaz, autore del fallo da cui è nato il 2-1. Il calciatore, di origine turca, è stato bombardato su Instagram da messaggi di insulti, alcuni anche di stampo razzista viste le sue origini. Una situazione intollerabile anche per la Federcalcio svedese, che ha realizzato un video diventato virale nel quale lo stesso Durmaz legge il seguente messaggio:

«Essere criticati fa parte dello sport, e va accettato. Ma non posso accettare di essere chiamato terrorista, nè le minacce di morte rivolte alla mia famiglia. Allo stesso tempo voglio ringraziare chi mi è stato vicino. Siamo la Svezia: siamo o non siamo uniti?», è la domanda dello svedese, che si gira poi verso i compagni che in coro urlano: «Vaffa... al razzismo!».

Commenti
 
TOP NEWS Sport
SERIE A
1 ora
Lacrime per Ancelotti, 750'000 euro (per nemmeno sette mesi) per Gattuso
Il ribaltone di Napoli ha visto Carletto lasciare tra i pianti dei giocatori e Rino arrivare atteso da un lauto compenso
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
4 ore
Behrami l'italiano tra scuse e poca fame: «Non si sputa nel piatto dove si è mangiato»
Via da Nazionale e Sion (dove ha rinunciato a 1,5 milioni), Valon ha vissuto mesi turbolenti. Arno Rossini: «Lui un po' ruffiano. Da ex capitano della Svizzera non puoi tifare Italia»
HOCKEY
7 ore
«Non c'è limite ai sogni...»
Christian Stucki vede la luce in fondo al tunnel: «Nella mia testa ci sono già i prossimi obiettivi»
CHAMPIONS LEAGUE
15 ore
L'Inter s'inchina al Barça e saluta la Champions: avanza il Dortmund di Favre
I blaugrana gelano San Siro e spediscono Conte in Europa League (2-1). Sorride il Borussia Dortmund, promosso grazie al 2-1 sullo Slavia Praga. Piange l'Ajax, superato dal Valencia
CHAMPIONS HOCKEY LEAGUE
15 ore
Bienne, epilogo amarissimo! Out anche Zugo e Losanna
Quarti di Champions da incubo: fuori tutte le elvetiche. Il Bienne è stato eliminato all'overtime dal Frölunda, i Tori si sono arresi al Mountfield (0-4). Losanna ko col Lulea (5-2)
HCAP
16 ore
L’Ambrì espugna Davos e si avvicina alla riga
Una grande prestazione difensiva ha permesso ai biancoblù di conquistare tre punti preziosissimi sul ghiaccio grigionese. 2-1 il risultato
CHAMPIONS LEAGUE
17 ore
Liverpool e Napoli: è qualificazione
Grazie ai successi rispettivamente su Salisburgo e Genk le due squadre si sono guadagnate l'accesso alla fase successiva della competizione
HCL
20 ore
«Schlegel? Soluzione a corto e medio termine»
Hnat Domenichelli, GM del Lugano, ha commentato l'ingaggio del 25enne: «In questo modo non utilizzeremo una licenza straniera per un portiere»
HCL
22 ore
Schlegel da subito al Lugano
Il portiere 25enne fa le valigie e sbarca - con effetto immediato - ai bianconeri: accordo fino al 2021. Müller rinnova fino al 2022 e giocherà nei Rockets
FORMULA 1
23 ore
«Vettel ferito»
Jacques Villeneuve ha tirato le orecchie alla Ferrari, poco chiara con Leclerc e per questo indirettamente colpevole della crisi del tedesco: «Non so cosa farà ora Mattia Binotto»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile