Keystone
RUSSIA 2018
08.06.18 - 10:040
Aggiornamento : 17:04

La Serbia ai piedi di mister cento (e più) milioni

Con il Mondiale alle porte, vi presentiamo le tre avversarie della Svizzera in ordine cronologico. Il secondo ostacolo che affronteremo in Russia è la Serbia del fenomeno Milinkovic-Savic

1 anno fa In Russia per esorcizzare il Mineirazo

MOSCA (Russia) - La Serbia è una Nazionale giovane. Sia come età media dei 23 giocatori convocati ai mondiali di Russia (quinta con 26,8 anni) sia come creazione. Dopo aver partecipato a diverse edizioni sotto la bandiera jugoslava e ad una in "coabitazione" con il Montenegro, questa è infatti solamente la seconda manifestazione iridata sotto il nuovo vessillo.

Precedente poco felice in Sudafrica - La sua precedente (e unica) apparizione risale a otto anni fa in Sudafrica. Una partecipazione, invero, poco felice per gli uomini allenati da Radomir Antic, che salutarono i primi Campionati del Mondo disputati in Africa già dopo il primo turno. E questo nonostante la sorprendente affermazione sulla Germania. Successo vanificato dalle inopinate sconfitte con Ghana e Australia.

 Una prima in Russia - L'incontro che andrà in scena il 22 giugno alla Arena Baltika di Kaliningrad sarà una prima fra le due nazionali: Serbia e Svizzera non si sono infatti mai incontrate in nessuna sfida ufficiale. Nel passato gli elvetici avevano invece affrontato ben 14 volte la selezione jugoslava. Con risultati parecchio negativi. I rossocrociati si sono infatti imposti solamente in due occasioni, mentre hanno dovuto masticare amaro sei volte. Altrettanti i pareggi fra le due compagini. 

Il gigante che viene dalla Svizzera - Nella selezione serba ci sono diversi ottimi giocatori. Alcuni di essi conosciuti pure alle nostre latitudini. Uno su tutti è Aleksandar Prijovic. Il 28enne gigante (192 centimetri), nato a San Gallo e cresciuto in Svizzera, ha collezionato diverse presenze nelle nazionali giovanili elvetiche prima di abbracciare la causa del proprio Paese d'origine, segnando pure la rete decisiva contro la Georgia che ha permesso alla Serbia di volare in Russia. Ma l'attaccante del Paok non è il solo. Altri nomi noti sono quelli del centrocampista del Manchester United Nemanja Matic, del trequartista del Torino Adem Ljajic e dell'esperto terzino della Roma Aleksandar Kolarov.

Il fenomeno nato in Spagna - Ma la vera stella della Serbia è un altro giocatore capitolino. Un giovane con la miseria di tre presenze nella Nazionale maggiore e che con la under 20 si aggiudicò i Mondiali di categoria in Nuova Zelanda nel 2015. Lui è Sergej Milinkovic-Savic. Un centrocampista totale. Un giocatore fuori dal comune. Lo dimostrano i suoi numeri incredibili sia sul campo - due ottimi piedi e una forza fisica devastante gli hanno permesso di essere più volte decisivo con la Lazio (14 gol e 9 assist in stagione) - sia nelle valutazioni di mercato. Tanti lo vogliono. E il suo valore continua ad impennarsi, tanto che ha superato quota cento milioni. Una follia? Non proprio. Il centrocampista serbo, nato in Spagna dove il padre - anche lui calciatore - giocava, può infatti essere annoverato tra i cinque migliori interpreti del suo ruolo a livello mondiale. Ma a 23 anni il futuro gli appartiene. Se dovesse continuare con la sua crescita esponenziale, potrebbe diventare a breve il miglior centrocampista del globo. Già da ora è lo spauracchio numero uno per i colori rossocrociati. Riuscirà la nostra difesa ad imbrigliare il giovane fenomeno? La differenza tra una vittoria e una sconfitta nella partita di Kaliningrad potrebbe essere tutta qui...

La rosa:

Portieri (3)

1. Vladimir Stojkovic (Partizan Belgrado)
12. Predrag Rajkovic (Maccabi Tel Aviv)
23. Marko Dimitrovic (Eibar)

Difensori (8)

2. Antonio Rukavina (Villarreal)
3. Dusko Tosic (Besiktas)
5. Uros Spajic (Anderlecht)
6. Branislav Ivanovic (Zenit San Pietroburgo)
11. Aleksandar Kolarov (Roma)
13. Milos Veljkovic (Werder Brema)
14. Milan Rodic (Stella Rossa Belgrado)
15. Nikola Milenkovic (Fiorentina)

Centrocampisti (9)

4. Luka Milivojevic (Crystal Palace)
7. Andrija Zivkovic (Benfica)
10. Dusan Tadic (Southampton)
16. Marko Grujic (Cardiff City)
17. Filip Kostic (Amburgo)
18. Nemanja Radonjic (Stella Rossa Belgrado)
20. Sergej Milinkovic-Savic (Lazio)
21. Nemanja Matic (Manchester United)
22. Adem Ljajic (Torino)

 Attaccanti (3)

8. Aleksandar Prijovic (Paok Salonicco)
9. Aleksandar Mitrovic (Fulham)
19. Luka Jovic (Eintracht Francoforte)

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
TENNIS
6 ore

King Roger trascina il Team Europe

Il campione renano ha vinto il doppio in coppia con Zverev. In precedenza Tsitsipas aveva regalato il momentaneo 2-1 grazie al successo maturato su Fritz

HCAP
7 ore

Ambrì ancora al tappeto, col Ginevra arriva il quarto ko consecutivo

I biancoblù trovano il primo punto della stagione ma vengono superati per 3-2 ai rigori dalle Aquile

NATIONAL LEAGUE
7 ore

I Lions sculacciano il Losanna, il Langnau sorprende lo Zugo

Nello stesso tempo il Bienne ha vinto il derby contro il Berna ai rigori

BUNDESLIGA
10 ore

Choc Da Costa: denuncia sua madre per sei magliette!

Il Tribunale pronuncerà la sua sentenza il prossimo 27 settembre

TENNIS
12 ore

Spettacolo a Ginevra: la sfida è ferma sull'1-1

Jack Sock - vincitore su Fabio Fognini - ha risposto a Dominic Thiem, che in precedenza aveva superato Denis Shapovalov

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile