Immobili
Veicoli
Un solo successo nel weekend delle ticinesi
Ti-press (Pablo Gianinazzi)
+10
HCL/HCAP
17.01.22 - 08:000
Aggiornamento : 19:37

Un solo successo nel weekend delle ticinesi

Il Lugano, rimasto a bocca asciutta, è ancora in cerca del primo acuto del 2022. Weekend da tre punti per i biancoblù.

La truppa di McSorley, nona, è stata superata in classifica da Ginevra e Losanna. L'Ambrì, a caccia di un posto nei pre-playoff, accorcia sul Berna, decimo.

LUGANO/AMBRÌ - Chiuso il 2021 con una bella serie di risultati positivi, con sei vittorie nelle ultime sette gare, il Lugano sta invece zoppicando nelle prime uscite del 2022. Rientrato dalla quarantena, il gruppo di McSorley sta (anche comprensibilmente) faticando a ritrovare costanza nei 60', ed è ancora in cerca dei primi punti dell'anno nuovo. Questi non sono arrivati nel weekend, caratterizzato dalle sconfitte contro Zugo e Bienne. Seccamente battuti sul ghiaccio dei Tori, dove hanno fornito una prestazione troppo opaca (5-0), i bianconeri hanno cercato una reazione ieri contro i Seelanders, ma hanno pagato a caro prezzo due penalità inflitte a Josephs. In vantaggio 2-1 fino al 47' grazie alla doppietta di Arcobello, il Lugano - seppur più convincete rispetto alla sera precedente - è stato cinicamente castigato da Yakovenko e Rajala. Piuttosto brusca la frenata nella corsa all'accesso diretto ai playoff, garantito alle prime sei della classe. In classifica i sottocenerini sono stati scavalcati da Ginevra e Losanna, che hanno cambiato passo infilando tre vittorie filate.

In ottica pre-playoff resta pienamente in corsa l'Ambrì, che nel fine settimana ha raccolto tre punti importanti andando a vincere sul ghiaccio dello spigoloso Rapperswil. Nel 5-2 finale spiccano le tre reti messe a segno dagli import (Regin, McMillan e D'Agostini), come pure le due trovare in powerplay. Generosi, ieri gli uomini di Cereda hanno cercato il bis in un'altra impegnativa trasferta, ma a Losanna sono stati sconfitti di misura (3-2). La brutta entrata in materia (2-0 all'8') ha decisamente complicato i piani dei leventinesi, sempre costretti ad inseguire e ai quali non sono bastati i punti di Zwerger e Moses (al primo sigillo in maglia biancoblù). In classifica l'Ambrì ha comunque accorciato sul Berna, decimo e reduce da 5 sconfitte filate.

National League, la classifica: Friborgo 34 partite/71 punti(2.088); Zugo 35/70(2.000), Rapperswil 37/70 (1.892); Bienne 37/69(1.865); Zurigo 38/68(1.789); Davos 37/65(1.757); Losanna 35/52(1.486); Ginevra 36/53(1.472); Lugano 37/51(1.378); Berna 36/46(1.278); Ambrì 38/43(1.132); Langnau 37/32(0.865); Ajoie 35/18(0.514).

HOCKEY: Risultati e classifiche

Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Guarda tutte le 14 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 4 mesi fa su tio
Nel Lugano, i soliti attacanti "a corrente alternativa" come il 17, 37, 21, 27 e compagni... (non parliamo dell'88 il quale dimostra da tempo di non avere per nulla la visione sul gioco) nuocono a tutta la squadra e quindi si devono prendere della decisioni chiare ! Grazie alle dichiarazioni di Morini sul CdT. Forza Lugano e auguri
Bibo 4 mesi fa su tio
L'Ambrì mostra i suoi limiti che si sapevano già dall'inizio, SE gli stranieri si fossero dimostrati più produttivi anche di poco sarebbe lì a giocarsi il 7° posto. Ma va bene così, il gioco c'è ma manca sempre quel qualcosina per vincere le partite importanti. Lugano da quando Arcobello ha ripreso a fare quello che sa fare il gioco è aumentato, peccato che ora Fazzini sia un po' a corto di energie ma saprà riprendersi. Comunque ancora troppo dipendenti dai singoli...
cle72 4 mesi fa su tio
@Bibo Ottima presentazione delle realtà ticinesi. Concordo pienamente. Ambri sempre e comunque dipendente degli stranieri. Oltre ai nostri giovani e giocatori svizzeri se sostenuti da stranieri con la S maiuscola l Ambri ha sempre girato, senza quest'ultimi ha sempre faticato. Lugano si sa squadra sempre dal grande potenziale, ma non costante e gli manca sempre quel qualcosa di più per arrivare dove le grandi squadre arrivano. Manca il mordente e la testa nelle fasi cruciali. Un imbocca al lupo ad entrambi. Ma per me sempre forza Ambri 😁💪
Evry 4 mesi fa su tio
A Lugano bisogna togliere immediatamente l'88 il quale non serve niente in difesa, lasciate giocare i giovani !! GRAZIE
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
IL SORPASSO...A DUE RUOTE
56 min
Sempre più Italia contro Giappone
Da Ducati ad Aprilia: il lavoro di sviluppo è immenso e alle Case italiane va data la medaglia per la reattività.
QATAR 2022
5 ore
Italia, zero illusioni: «Nessuna possibilità di andare al Mondiale»
Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha fatto chiarezza: «Ecuador escluso? Ci andrebbe un'altra sudamericana».
TAMPERE & HELSINKI 2022
14 ore
La Svizzera cala il poker: vinta (anche) la battaglia con la Slovacchia
Match intenso, spezzettato e combattuto a Helsinki, dove i rossocrociati hanno firmato la quarta vittoria filata (5-3).
NATIONAL LEAGUE
15 ore
Colpo Ginevra: Linus Omark torna a Les Vernets
L'attaccante svedese - la scorsa stagione al Lulea - ha deciso di onorare il suo contratto con le Aquile.
TAMPERE & HELSINKI 2022
18 ore
L'Italia sogna fino al 59'... poi perde all'overtime
La truppa di Ireland si è inchinata 2-1 alla Francia di Bozon. Nello stesso tempo la Norvegia ha steso l'Austria 5-3.
PROMOTION LEAGUE
19 ore
Breitenrain rinuncia alla Challenge League, assist d'oro al Bellinzona
Problemi di infrastrutture insormontabili: i bernesi dicono no al campionato cadetto
FOTOGALLERY
LUGANO
20 ore
"È qui la Coppa": Cornaredo preso d'assalto
Porte aperte a Cornaredo: tifosi, simpatizzanti e curiosi si sono dati appuntamento per ammirare da vicino il trofeo
IL SORPASSO...A QUATTRO RUOTE
1 gior
Si corre al Montmeló: Mercedes, adesso o mai più...
Quanti i motivi d'interesse in vista della gara di domenica: dal 2017 ha sempre vinto Hamilton...
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
1 gior
«L’Inter lo scudetto lo ha già perso»
Arno Rossini: «Il Milan? Un pescatore che ha in mano un pesce e che è teso perché sa che non può farselo scappare»
TAMPERE & HELSINKI 2022
1 gior
Tre su tre: la Svizzera non brilla, ma supera il Kazakistan
I rossocrociati, nonostante una prova piuttosto opaca, hanno sconfitto 3-2 i kazaki.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile