Immobili
Veicoli
GIRON M. (USA)
0
NADAL R. (ESP)
3
fine
(1-6 : 4-6 : 2-6)
GIRON M. (USA)
0
NADAL R. (ESP)
3
fine
(1-6 : 4-6 : 2-6)
keystone-sda.ch / STR (JUERGEN STAIGER)
+6
HCAP
05.12.21 - 18:140
Aggiornamento : 20:45

Ambrì battuto nella tana del Davos

Seppur combattivi, i biancoblù sono stati sconfitti 2-0 a Davos.

Dopo un pessimo primo periodo, l’Ambrì si è ripreso esibendo una buona performance, ma non è stato in grado di trovare la via del gol.

DAVOS - Si è già interrotta la serie positiva dell’Ambrì – che nelle ultime due partite aveva guadagnato 4 punti – piegato dal Davos con un punteggio di 2-0.

In assenza dell’infortunato Conz – uscito malconcio dal match contro lo Zurigo – è stato quest’oggi Damiano Ciaccio a difendere i pali della porta leventinese. L’altra novità di giornata in casa Ambrì è stato il ritorno in formazione di Kozun, preferito a D’Agostini da Luca Cereda. Il pomeriggio grigionese si è aperto in maniera tutt’altro che positiva per Grassi e compagni, autori di un avvio decisamente sottotono. Assoluto padrone del ghiaccio, il Davos ha impiegato appena 8’ per portarsi avanti di due lunghezze, andando in rete con Wieser (4’10”) e Knak (8’00”). Rintanato nel suo terzo di pista, il complesso di Luca Cereda ha faticato tremendamente ad opporre resistenza alle trame offensive dei locali e a proporsi a sua volta in avanti. Per assistere ad alcuni sprazzi di gioco biancoblù si è dovuto infatti attendere fino al tramonto del primo.

L’incontro ha preso una piega diametralmente opposta nella frazione centrale, durante la quale è stato l’Ambrì a soggiogare la formazione grigionese per la quasi totalità dei venti minuti. Pur essendo cambiati i rapporti di forza sul piano del gioco, il punteggio è rimasto inchiodato sul 2-0 in favore dei padroni di casa. Contrariamente a quanto fatto dal Davos nel periodo iniziale, i leventinesi hanno peccato di cinismo, poiché incapaci di battere Aeschlimann malgrado le numerose azioni d’attacco imbastite. Poco prima della seconda sirena la retroguardia biancoblù ha addirittura rischiato di essere nuovamente beffata, ma Ambühl ha messo fuori il puck a portiere ormai battuto.

Nell’ultimo periodo gli uomini di Luca Cereda hanno continuato a cercare invano la via del gol. Malgrado una buona espressione di gioco corale, la fase di capitalizzazione della squadra ospite ha lasciato a desiderare. Man mano le speranze di rimonta sono calate, il che ha condotto il Davos alla vittoria con pochi brividi nel finale.

L’insuccesso blocca l’Ambrì al decimo posto in classifica, con 36 punti in 30 gare. Nel corso della prossima settimana la formazione leventinese affronterà Langnau (martedì), Lugano (venerdì) e Ajoie (sabato).

DAVOS – AMBRÌ 2-0 (2-0; 0-0; 0-0)

Reti: 4’10” Wieser (Wellinger) 1-0; 8’00” Knak (Schmutz, C. Egli) 2-0.

AMBRÌ: Ciaccio; I. Dotti, Z. Dotti; Burren, Hietanen; Fischer, Fohrler; Pezzullo, Hächler; McMillan, Regin, Kozun; Kneubuehler, Heim, Bürgler; Trisconi, Grassi, Pestoni; Bianchi, Kostner, Incir.

Penalità: Davos 4x2'; Ambrì 5x2.
Note: Eisstadion Davos, 4’755 spettatori. Arbitri: Tscherrig, Stolc, Obwegeser, Huguet.

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch / STR (JUERGEN STAIGER)
Guarda tutte le 10 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 mese fa su tio
Coach dalle polvere bagnata lascia la panchina prima della fine della partita, vergogna. Un Chef lascia il Bastimento alla fine e non cme Gheddino.... auguri e tirad in sema.
Evry 1 mese fa su tio
certo che il Davos non regala i punti come da anni lo fa lo Zugo, fanno quello che possono una grave pecca è quella del Coach che lascia la panchina prima del fine di partita, cosa mai successa nell'Hockey Scvizzero .
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SERIE A
8 ore
L'Inter si ferma a 8: la Dea rallenta la capolista
Si è conclusa 0-0 la sfida del Gewiss Stadium tra i bergamaschi e i campioni d'Italia.
HCL
13 ore
Fa festa il Bienne, il Lugano cade ancora
Malgrado un ottimo avvio, il Lugano è stato rimontato nell’ultima frazione dal Bienne, capace di imporsi 3-2.
HCAP
13 ore
Niente bis: Ambrì sconfitto a Losanna
I biancoblù, battuti 3-2, hanno sciupato l'occasione di migliorare la loro media-punti.
TENNIS
15 ore
La famiglia Djokovic: «Purtroppo non ha vinto lo sport»
La famiglia è estremamente dispiaciuta per quanto capitato al tennista.
TENNIS
18 ore
Durissima reazione del padre di Nole
La federazione serba di tennis: «La farsa è finita. Questa volta la politica ha sconfitto lo sport».
MELBOURNE
19 ore
Lamenti e pretese, storia del (pessimo) modello-Djokovic
In Australia Djokovic ha goduto di favori inarrivabili per qualsiasi comune mortale
SCI ALPINO
20 ore
Kristoffersen detta legge a Wengen (almeno per ora)
Miglior elvetico Ramon Zenhäusern, quarto a 62 centesimi dal norvegese: riuscirà a salire sul podio?
TENNIS
22 ore
Espulsione dall'Australia: parla Nole
Le parole del serbo a margine della sentenza definitiva.
MELBOURNE
23 ore
Game, set, match: Djokovic espulso dall’Australia
Vincono il Ministro e l’opinione pubblica: l’Australia espelle il no vax Djokovic
HCL
1 gior
Lugano sculacciato dallo Zugo
Colati a picco nel periodo centrale, i bianconeri sono caduti rovinosamente sul ghiaccio dei Tori (5-0).
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile