LA Kings
4
ANA Ducks
4
3. tempo
(0-0 : 1-2 : 3-2)
LA Kings
4
ANA Ducks
4
3. tempo
(0-0 : 1-2 : 3-2)
keystone-sda.ch / STR (Samuel Golay)
+11
DERBY
15.10.21 - 22:120
Aggiornamento : 16.10.21 - 13:57

L'Ambrì inverte (finalmente) la rotta nel derby: Lugano ko

Termina il digiuno dei leventinesi nella stracantonale: bianconeri sconfitti 2-1. 

Dopo due periodi di totale equilibrio, l’Ambrì va sotto e poi rimonta grazie a McMillan e Fora.

AMBRÌ - Dopo otto sconfitte consecutive nei derby di National League, l’Ambrì è potuto tornare a riassaporare la gioia di un successo nella stracantonale, sconfiggendo i rivali bianconeri per 2-1.

La compagine sottocenerina si è presentata sul territorio nemico con un ormai consueto schieramento rattoppato – figlio delle numerose e prolungate assenze – in cui spiccava il nome di Leland Irving, al suo debutto assoluto in National League. Anche i cugini leventinesi hanno dovuto ovviare a delle mancanze importanti, quelle di tre pedine fondamentali nello scacchiere offensivo: Kozun, Regin e Kostner. In compenso il reparto d’attacco sopracenerino ha potuto finalmente riaccogliere Matt D’Agostini, tornato in pista dopo quasi un anno di stop.

Nonostante le complessità dovute agli indisponibili, Ambrì e Lugano sono scesi sul ghiaccio estremamente affamati di vittoria. L’appetito delle due squadre si è tradotto in un primo parziale ad alta intensità, durante il quale si spaziava da un terzo all’altro di pista con grande rapidità. Ciò che è mancato però sono state le occasioni da gol, poche e troppo blande per impensierire gli estremi difensori. La frazione iniziale si è conclusa quindi a reti bianche.

La sfida è rimasta imbrigliata sullo 0-0 anche nel periodo centrale. Sia la truppa di Luca Cereda che quella di Chris McSorley hanno dato prova di un’attenta fase difensiva, garantendo costante copertura davanti allo slot e concedendo minimi spazi agli avversari. I bianconeri hanno cercato più volte la conclusione, ma la chance migliore ce l’hanno avuta i leventinesi, con una conclusione di Fischer che ha sorvolato la gabbia di Irving.

Gli equilibri si sono alterati all’alba dell’ultima frazione. Iniziando il periodo in powerplay, Fora e soci hanno tentato immediatamente di castigare i sottocenerini, ma sono stati bloccati dal ferro colpito da Hietanen. Malgrado l’occasione mancata, l’Ambrì ha mantenuto alta la pressione, finché una penalità inflitta a Heim ha spezzato il ritmo leventinese. Ed è proprio sul conseguente powerplay che Riva e compagni parevano aver servito una beffa decisiva, passando in vantaggio grazie ad una deviazione di Arcobello (47’02”). Tuttavia i biancoblù non hanno accusato del contraccolpo psicologico e, dopo meno di un minuto, hanno pareggiato i conti con McMillan (47’50”). I padroni di casa sono dunque tornati ad aumentare i giri del motore, insidiandosi minacciosamente nel terzo di pista bianconero. L’insistenza sopracenerina ha pagato, perché capitan Fora è riuscito ad infilare il punto del 2-1 su una mischia creatasi davanti a Irving (58’18”). Il finale di gara – giocato in 4 contro 4 – non ha portato ulteriori ribaltoni, così l’Ambrì ha potuto aggiudicarsi il derby per la prima volta in stagione.

Grazie al successo odierno, il complesso di Luca Cereda - che è scesa in pista una volta in meno - ha scavalcato i cugini anche in classifica, portandosi a 21 punti (contro i 19 dei sottocenerini). Nella serata di domani l’Ambrì andrà a giocare nella capitale, mentre il Lugano ospiterà il Davos.

AMBRÌ – LUGANO 2-1 (0-0; 0-0; 2-1)

Reti: 47’02 Arcobello (Boedker, Fazzini) 0-1; 47’50” McMillan (D’Agostini) 1-1; 58’18” Fora 2-1.

AMBRÌ: Conz; Isacco Dotti, Fora; Burren, Hietanen; Zaccheo Dotti, Fohrler; Fischer, Hächler; McMillan, D’Agostini, Trisconi; Kneubuehler, Heim, Bürgler; Zwerger, Grassi, Pestoni; Bianchi, Grassi, Incir.

LUGANO: Irving; Riva, Alatalo; Müller, Nodari; Guerra, Chiesa; Wolf, Ugazzi; Boedker, Arcobello, Fazzini; Walker, Thürkauf, Werder; Stoffel, Morini, Vedova; Haussener, Tschumi, Traber.

Penalità: Ambrì 4x2’; Lugano 5x2’.

Note: Gottardo Arena, 6’750 spettatori. Arbitri: Wiegand, Borga, Cattaneo, Altmann.

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch / STR (Samuel Golay)
Guarda tutte le 15 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pardo54 1 mese fa su tio
Ma dove sono finiti i commenti di questa mattina?
cle72 1 mese fa su tio
Forza Ambri!
viverbene 1 mese fa su tio
gol di Fora??? Autogol del portiere!!!
Dani 1 mese fa su tio
Presenti anche 2 atleti ticinesi Olimpici, non poteva andare meglio.
Brontolo pensionato 1 mese fa su tio
La montanara uee... durante il sorpasso in classifica rode vero...
Evry 1 mese fa su tio
Bene, ma niente di straordinario contro un Lugano incerottato con 6 titolari in pausa forzata. Grazie per una partita senza fallacci. Forza Lugano
Boss 1 mese fa su tio
era ora !! dopo 10 consecutivi !! tifosi anche stasera 🤡
Pic73 1 mese fa su tio
@Boss Li aveste voi tifosi così forse vincereste di nuovo un campionato…l’Ambri vola grazie anche grazie ai suoi tifosi 🤡 come li definisci tu… sono stato due volte a vedere il Lugano pur non essendone tifoso ma amante del buon hockey e delusione totale… a livello di ambiente non c’è paragone…
F/A-19 1 mese fa su tio
@Boss Gioia incontenibile ed obiettivo stagionale centrato in pieno, hanno battuto finalmente il Lugano, saranno i poteri magici del furmacc da la val Piora. Duvresi pruval anga mi....
Genchi 67 1 mese fa su tio
@Boss Complimenti per il commento
F/A-19 1 mese fa su tio
@Boss Obiettivo stagionale raggiunto🙌🏾
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HCAP
8 ore
Niente nuova rimonta: l’Ambrì torna a vincere
I biancoblù si sono presi la loro rivincita sullo Zugo alla Bossard Arena (3-4). Il successo mancava da quattro partite.
HCL
9 ore
Carr graffia e il Lugano sorride: Ginevra abbattuto
I bianconeri di McSorley, trascinati dalla doppietta di Daniel Carr, hanno superato con merito il Ginevra.
NAZIONALE
11 ore
Svizzera scatenata, Lituania travolta 7-0
Prestazione maiuscola delle rossocrociate, che restano in vetta al Gruppo G nelle qualificazioni verso i Mondiali.
PROMOTION LEAGUE
13 ore
Breitenrain, promozione in sospeso: Bellinzona e Chiasso alla finestra
Salire di categoria? Ci sono problemi di budget e stadio: «Incontreremo la SFL»
LUGANO
19 ore
«Lugano merita sicuramente più pubblico e attaccamento»
L'ex allenatore bianconero Livio Bordoli: «È un bel passo in avanti non solo per Lugano ma per tutto il Cantone».
NATIONAL LEAGUE
23 ore
Reagire! Ambrì e Lugano per il riscatto
Ancora l'indigesto Zugo per i biancoblù, in riva al Ceresio arriva invece il Ginevra
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Steso lo Zurigo, il Friborgo non si ferma
Tre volte in svantaggio ma alla fine in trionfo: il Friborgo non molla mai
PARIGI
1 gior
Pallone d’Oro: Ronaldo assente, vince l'insaziabile Messi
Settimo Pallone d’Oro per Leo Messi. Battuti Lewandowski e Jorginho
HCL
1 gior
McSorley ringhia: «Niente scacchi, contro il Ginevra dovremo giocare a bowling»
McSorley: «Tömmernes? Gran persona e gran giocatore, ma è sulla mia lista dei nemici»
HCAP/HCL
1 gior
Ambrì frustrato e a mani vuote, Lugano dai due volti
L’Ambrì, reduce da 4 sconfitte, cerca soluzioni e più costanza nei 60’. Pure il Lugano ha bisogno di maggiore continuità
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile