Immobili
Veicoli
TiPress/archivio
SWISS LEAGUE
08.06.21 - 23:030
Aggiornamento : 09.06.21 - 20:13

«Ringrazio Éric e Mike, che ci hanno aspettato in attesa della fumata bianca»

Continuità e stabilità: in casa Rockets sono arrivate conferme importanti. La parola al ds Sébastien Reuille.

«L’hockey è il mio mondo e sono felice di rimanerci. Qui ho la possibilità di continuare a svilupparmi su più fronti. Lauper? Con noi ha fatto davvero bene diventando un po’ come il “papà” della squadra».

BIASCA - Avanti insieme nel segno della continuità e della stabilità. In casa Rockets, dopo il sospiro di sollievo di inizio maggio - con l'ammissione definitiva nella nuova Swiss League per i prossimi 10 anni - sono ora arrivate altre importanti conferme anche per quel che riguarda la guida tecnica e sportiva. Oltre al ds Sébastien Reuille, restano ai razzi l’head coach Éric Landry e l’assistente Mike McNamara, che hanno firmato un biennale.

Una volta garantito il futuro nella neonata Swiss League SA, le discussioni si sono intensificate e tutto è andato per il verso giusto. «La scorsa stagione è andata davvero bene, con il raggiungimento dei pre-playoff e la crescita di tanti ragazzi: la nostra volontà era proseguire con questo staff - interviene Sébastien Reuille - Ringrazio Éric e Mike, che in questi mesi ci hanno aspettato in attesa della “fumata bianca”. Entrambi, dopo l’ottimo lavoro svolto, avevano anche altre opportunità. Però hanno voluto continuare con il nostro progetto e nella nostra realtà, dove si sono trovati molto bene».

La tua situazione era un po’ differente. 
«Anch’io avevo altre opzioni extra-ghiaccio, ma dopo un’attenta valutazione ha prevalso la passione per l’hockey. È il mio mondo e sono felice di rimanerci. I Rockets mi danno inoltre la possibilità di continuare a svilupparmi su più fronti».

Con un roster tutto da definire, al ds il lavoro non manca.
«Servirà tanta organizzazione e coordinazione con gli altri club. Capire anche i giocatori che arriveranno in prestito da Ambrì, Lugano e Davos. Ginevra e Losanna? Questo è un altro discorso, ma i vodesi hanno già confermato il loro interesse e sono ottimista».

Capitolo stranieri. Lo scorso campionato, complice l’emergenza Covid e tutte le conseguenze economiche del caso, i razzi hanno giocato senza import. Quest’anno? 
«Ne stiamo parlando. Come prima cosa bisognava confermare lo staff tecnico, adesso ci stiamo muovendo anche su questo fronte. Avere degli stranieri è importante per la crescita dei nostri giovani e per l’immagine del club. Ovviamente non vogliamo prenderne uno tanto per fare, ma si deve individuare il profilo giusto».

Nell’ultima fetta della scorsa stagione i razzi avevano potuto contare anche sul contributo dell’esperto Adrien Lauper. Resterà?
«Lo scorso anno è arrivato e ha fatto davvero bene, diventando un po’ come il “papà” della squadra. Adesso ci stiamo pensando, ma non abbiamo ancora preso alcuna decisione».

HOCKEY: Risultati e classifiche

TiPress/archivio
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 7 mesi fa su tio
Stranieri, ma imparate a gestire e far giocare i giacatori in casa !! auguri
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
3 ore
Vauclair ha le idee chiare: «Vogliamo competere con i migliori»
Il 42enne - recentemente diventato ds dell'Ajoie - è carico: «Sarà innanzitutto importante conoscere i giocatori».
HCAP
12 ore
Vittoria in scioltezza per l’Ambrì
La truppa di Cereda ha piegato i Tigers con il punteggio di 4-0.
SERIE A
16 ore
Basta Genoa: Valon Behrami rescinde il suo contratto
Sulle tracce del centrocampista elvetico ci sarebbero diversi club della massima serie italiana.
TENNIS
17 ore
«Djokovic adesso ha un bel problema»
Strade sbarrate per il serbo? Parla Toni Nadal, zio di Rafa.
PECHINO 2022
18 ore
La Svezia convoca ben sette "elvetici"
La nazionale delle Tre Corone ha convocato Tömmernes, Brodin, Djuse, Lander, Klingberg, Krüger e Bromé.
SCI ALPINO
21 ore
Re Odermatt giù dal podio, Kilde "rosicchia" punti
Il norvegese si è imposto davanti a Johan Clarey e a Blaise Giezendanner.
NATIONAL LEAGUE
21 ore
Mano pesante del giudice: Ambühl due turni ai box
L'attaccante del Davos si era reso protagonista di una carica alla testa nei confronti di Dominik Diem.
HCAP/HCL
1 gior
Weekend fondamentale per l'Ambrì, a Lugano arriva l'Orso ferito
I biancoblù dovranno cercare di sfruttare il momento no che stanno attraversando Langnau e Davos
SCI ALPINO
1 gior
Odermatt "the best": sulla Streif può farcela
Il 24enne rossocrociato conduce con 1¦075 punti, 390 lunghezze di vantaggio su Aleksander Kilde (685).
HCAP
1 gior
«Il mercato? Ora il fattore-sicurezza ha assunto un peso maggiore»
Il d.s. biancoblù sulla partenza del giocatore: «Ci dispiace per Cajka, ma per noi Moses è una buona soluzione»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile