Keystone, archivio
HCL
01.10.20 - 12:000
Aggiornamento : 16:08

«Fra Arcobello e Boedker c'è alchimia. Fazzini? Completa bene il trio»

Serge Pelletier si è anche espresso in merito al giovane Fadani: «È pronto a lanciare la sfida agli altri due portieri»

Questa sera parte la National League 2020/2021 e per l'occasione il Lugano ospiterà lo Zurigo. I bianconeri si sono ben comportati durante le amichevoli e malgrado i grandi cambiamenti effettuati nella rosa, il gruppo sembra già affiatato. «Devo dire che l'inserimento dei nuovi è stato molto positivo», ha analizzato l'head-coach Pelletier. «L'ambiente è ottimo e mi auguro di continuare in questa direzione».

Il tecnico dei ticinesi, dopo essere subentrato a Kapanen nel 2019, ha potuto seguire i suoi ragazzi già dalla preparazione e inculcare loro il suo credo. «Avere la possibilità di lavorare dall'inizio è sicuramente più facile che subentrare in corsa. Questo ci ha lasciato molto più tempo per gettare le basi e devo dire che sono contento di com'è andata la preparazione».

Sono arrivati dieci nuovi elementi e la rosa è molto larga. Ci sono diversi giovani e qualcuno si è dovuto “trasferire” ai Rockets. «Penso che sia importante avere una rosa ampia, il campionato è lungo. Ci sono molti impegni in una settimana e il rischio è quello di dover far fronte a ferimenti. Vogliamo che nel nostro roster tutti trovino spazio e coloro che non possono scendere in pista a Lugano abbiano un'alternativa. Questa è la nostra filosofia».

Nel mese di novembre il Lugano potrebbe subire una mini rivoluzione: perderà Kurashev – che tornerà in NHL – e forse anche Heed e Carr. «Ovviamente speriamo di tenere tutti sino alla fine. In caso contrario, il fatto che ognuno abbia la possibilità di restare attivo – nel nostro partner team o nei Juniori – è fondamentale, poiché se dovessimo perdere qualche elemento ci sarebbero già dei giocatori pronti a scendere sul ghiaccio».

In passato tanti allenatori hanno incontrato qualche difficoltà a collocare tatticamente Fazzini, ma con Pelletier sembra rinato. «Durante la preparazione abbiamo fatto diversi esperimenti e una cosa è sicura: fra Arcobello e Boedker c'è alchimia e volevamo qualcuno che potesse completare questo trio. Ci è sembrato che Fazzini fosse il più adatto».

Il Lugano può anche fare affidamento fra i pali sul giovane Fadani. «La sua preparazione è stata ottima e ha anche giocato due amichevoli con noi. Ha risposto molto bene, è un ragazzo che si impegna ed è pronto a lanciare la sfida agli altri due portieri».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
GI 2 sett fa su tio
Importante, da questa sera, fare "sul serio" e mantenere l'impegno il più costante possibile !!! Dai Lugano !!
magimi63 2 sett fa su tio
Fazzini in linea con giocatori forti e intelligenti ha sempre espresso il proprio enorme potenziale. Quando non ha reso è perché l'allenatore di turno non è stato in grado di valorizzarlo inserendolo nella linea giusta. Grande FAZ, facci una valanga di goal !!!
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
1 ora
«Non ha senso continuare così»
Il Sion non potrà accogliere tifosi al Tourbillon. Dal Canton Vallese altra mazzata per lo sport elvetico
NL/HCL
4 ore
«Stop al campionato? Non è l'opinione di tutti i club»
Il CEO dell'HCL è tornato anche sulla decisione del Canton Berna (riduzione a 1'000 tifosi): «Capisco l'arrabbiatura...»
NAZIONALE
7 ore
Emergenza Covid, le Nazionali annullano gli impegni di novembre
Swiss Ice Hockey ha preso questa decisione dopo aver valutato attentamente l'evolversi della pandemia.
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
11 ore
«O fa il botto o lo prendono a botte»
«Inter grande ma obbligata a vincere. Antonio bravo, ma solo le montagne non si muovono».
CHAMPIONS LEAGUE
20 ore
Manita Barcellona, è festival del gol
Colpaccio United in casa del PSG. Borussia maltrattato dalla Lazio.
HCAP
20 ore
L’Ambrì piange ancora dopo il 60’
Biancoblù ripresi e battuti dai vodesi, impostisi 2-3 alla Valascia.
MOTOMONDIALE
23 ore
«Vale era un killer, ora si accontenta di un quinto posto. È triste...»
L'australiano a otto anni dall'addio alle competizioni: «Non c'è alcuna possibilità che torni a gareggiare»
SERIE A
1 gior
«Non so se il campionato finirà. Ronaldo? Si sente al di sopra di tutto»
Spadafora, ministro dello Sport, parla della Serie A e punge ancora CR7: «Il protocollo funziona, se viene rispettato»
TENNIS
1 gior
«Non parlo con Djokovic da due mesi»
Il basilese tra programmi per il futuro e preoccupazione per il presente.
SWISS LEAGUE
1 gior
Anche il Winterthur in quarantena
Due casi di positività al virus fermano il club di Swiss League. Rinviate le sfide contro Sierre, Ajoie e Ticino Rockets
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile