TiPress
HOCKEY
27.06.20 - 17:320
Aggiornamento : 22:41

«Sto valutando alcune opportunità»

L'ex gladiatore del Lugano sta riflettendo in merito al suo futuro

«Se dovessi tornare oltre Gottardo, avvicinandomi a casa, sarebbe senza dubbio per un progetto a lungo termine».

BIASCA - L’ultima è stata una stagione molto intensa per Sébastien Reuille. Una stagione che l’ha visto impegnato sia in qualità di direttore sportivo dei Rockets che nelle vesti di vice-allenatore di Alex Reinhard. Motivo per cui l’ex giocatore del Lugano aveva bisogno di ricaricare un po’ le batterie a casa sua, in attesa di scoprire novità sul suo futuro. La scelta dovrebbe cadere entro i prossimi giorni.  

«Attualmente sono dai miei genitori in Svizzera francese, tornare a casa fa sempre bene: negli ultimi anni non ho avuto tantissimo tempo da trascorrere con loro, ero sempre di corsa. Questo periodo mi sta facendo rinascere, sto passando delle bellissime giornate. Mi ha permesso soprattutto di riflettere in merito alle mie sfida future».

…e dove ti porterà il futuro? «Iniziamo nel dire che il mio prossimo impiego sarà dietro la scrivania. Sto parlando con i Rockets, club che vorrei ringraziare per l’impegno e la fiducia che mi danno. Abbiamo lavorato benissimo negli ultimi due anni insieme e sono convinto che, se dovessi restare, sarebbe ancora così. Ho però anche altre opportunità molto interessanti che sono arrivate negli ultimi giorni e sono in attesa di qualche risposta prima di prendere una decisione. Diciamo che a Biasca ero più un coordinatore-amministrativo, andavo a prendere soltanto qualche giocatore (cinque/sette). Il mio compito principale era quello di organizzare tutti giorni la squadra in collaborazione con i club di NL, più tutto il lato amministrativo verso la SIHF (licenze ecc..). Se la mia nuova avventura sarà in Ticino o oltre Gottardo? Troppo presto per dirlo. Se dovessi tornare a nord delle alpi, avvicinandomi a casa, sarebbe senza dubbio per un progetto a lungo termine».

Un giorno ti rivedremo in panchina o è un capitolo chiuso? «In queste settimane ho parlato anche con Patrick Fischer e altre persone della Federazione, proprio su questo tema. Bisogna sempre lasciare le porte aperte, non si sa mai cosa possa accadere. Ho imparato tantissimo l’anno scorso con Alex Reinhard ma al momento, come detto, la mia preferenza è il campo manageriale».

… e un ritorno a Lugano? «Dipenderà dalle opportunità. Come mi è stato accennato attualmente non c’è nessuna posizione aperta, dunque non ci penso. Ma chissà che un giorno…».

Lentamente stiamo tornando alla vita normale, come hai vissuto questo periodo? «Abbastanza serenamente, a parte un episodio buio che ha toccato la nostra famiglia, seguendo tutte le direttive delle nostre autorità e rimandando a casa. A livello lavorativo è comunque stato un periodo intenso, visti i miei contratti in scadenza con Lugano e Biasca. Diciamo che quindi sono state settimane di riflessioni. Ho potuto rilanciare al meglio la mia attività nel mondo immobiliare e la società delle perizie di amianto. Ma soprattutto, come detto in precedenza, mi sono goduto la famiglia».

HOCKEY: Risultati e classifiche

TiPress
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 3 mesi fa su tio
Se non voi affondare allontanati da Biasca! auguri
streciadalbüter 4 mesi fa su tio
Non insultiamo i gladiatori,che erano dei combattenti che rischiavano la vita nel combattimento.Quello che Reuille al massimo riachia é un colpo di bastone sugli stinchi.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
8 ore
«Situazione ridicola, serve un protocollo decente»
Michele Campana, dg del Lugano, si è soffermato sulle quarantene già imposte a molti club e le decisioni del CF
NATIONAL LEAGUE
10 ore
Cinque positivi, pure il Rapperswil in quarantena
Sangallesi fermi fino al 4 novembre.
HCAP
12 ore
«L'Ambrì vuole andare avanti»
Il direttore generale biancoblù ha commentato la decisione presa dal Consiglio federale
BERNA
13 ore
Addio 66%: nessun tifoso nelle piste e negli stadi
Il Consiglio federale ha deciso di vietare gli eventi sportivi con oltre 50 persone
HCAP
14 ore
L'Ambrì perde Müller
Il centro classe '94 è alle prese con un infortunio al ginocchio destro
MILANO
17 ore
Federica Pellegrini fa marcia indietro
La nuotatrice italiana, positiva al coronavirus, negli scorsi giorni aveva lasciato pensare a un addio alle competizioni
SUPER LEAGUE
21 ore
Bottani positivo al coronavirus
Il giocatore del Lugano si è sottoposto al test dopo la comparsa dei sintomi
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
22 ore
Per alleviare le sofferenze di Renzetti e per... la gloria
Arno Rossini: «Per la prima volta il Lugano ha 17-18 giocatori veri».
HCAP
1 gior
Nättinen show, l'Ambrì divora i Lions
I leventinesi, trascinati dal finnico, brillano e ritrovano il sorriso anche in campionato: Zurigo battuto 5-2.
AMBRÌ
1 gior
«L’esposizione bovina non sullo stesso piano di una finale di Champions»
Filippo Lombardi: «Pronti ad accettare un deficit ma non a mettere in pericolo l’esistenza stessa di una società».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile