Keystone/archivio
NATIONAL LEAGUE
22.05.20 - 17:010
Aggiornamento : 23.05.20 - 20:51

«Ambrì resta nel cuore. Covid-19? Niente paura, ma continuiamo a rispettare le regole»

Igor Jelovac, dopo quattro campionati ad Ambrì, ha iniziato una nuova avventura a Rapperswil

Il difensore 25enne si sta ancora allenando individualmente: «Sono stato a Rapperswil per i test fisici ed è andato tutto bene. C’è voglia di hockey e di crescere»

LOSANNA - Quattro stagioni a battagliare con la maglia dell’Ambrì, poi il passaggio al Rapperswil dopo un ultimo campionato stroncato bruscamente dall’emergenza Covid-19. Stiamo parlando di Igor Jelovac, 25enne che in biancoblù ha collezionato 206 presenze nelle varie competizioni. Non poche, per un difensore che ha sempre dovuto lottare per guadagnarsi minuti e responsabilità negli scacchieri di Kossmann, Dwyer e poi Cereda, saldamente al timone nelle ultime tre annate.

«Ad Ambrì ho passato un bel periodo della mia vita, è qualcosa che resterà sempre nel mio cuore - esordisce Igor Jelovac, legatosi ora ai sangallesi fino al 2022 - Ci sono stati alti e bassi sia a livello di squadra che personale, ma nell’insieme mi sono trovato benissimo. Sono stati anni passati molto in fretta e di cui manterrò un bel ricordo».

Playoff, Champions League, Coppa Spengler: le emozioni non sono certo mancate.
«Raggiungere i playoff e aver vissuto anche le magie della Spengler sono i due ricordi più belli. Chiudere al quinto posto e giocarsi i quarti di finale col Bienne è stato magnifico. Tutti volevano che l’Ambrì tornasse tra le top-8 e ci siamo riusciti. È stato qualcosa di speciale. Poi la Spengler è unica. L’ambiente e i momenti a Davos li ricorderò sempre».

Ora però, nel presente, ci sono le mille incognite legate al virus e una stagione da preparare con la maglia del Rappi.
«Assolutamente. In questo momento mi trovo a Losanna, dove sto continuando gli allenamenti a livello individuale. Alcuni compagni si muovono già in piccoli gruppi, ma non è il mio caso. Sono stato a Rapperswil per i test fisici ed è andato tutto bene, l’impatto con la nuova realtà è stato ottimo. C’è voglia di hockey e di crescere a livello sportivo».

Come hai vissuto questo periodo d'isolamento?
«La situazione globale è ben più grave e va oltre lo sport, ma anche per noi è stato qualcosa di straordinario in senso negativo. È stato un periodo lungo ed estenuante. C’è stato del “tele-lavoro” per quel che concerne la parte di analisi video, ma poi si deve lavorare soprattutto sul fisico e lì sta ai singoli».

La stagione 2019/20 è finita agli archivi senza vincitori né vinti. La scelta è stata saggia e obbligata, ma ora resta da capire cosa ci riserverà la prossima. Avvio posticipato? Porte chiuse? Al momento non si possono fare previsioni. 
«Per ora, se guardiamo le cifre, si può dire che siamo sulla strada giusta. La speranza è che non ci siano impedimenti per il regolare inizio della prossima stagione. Ci sono ancora almeno 4 mesi e non mi preoccupo. Il focus resta su settembre. L’importante è che ora si continui a rispettare le regole, nella speranza di poter ricominciare a porte aperte».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Keystone/archivio
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Zarco 1 sett fa su tio
Hcap non lo rimpiange
Evry 1 sett fa su tio
Meglio a Rapperswil, auguri
sergejville 1 sett fa su tio
Lungagnone che -secondo me- ha fatto progressi nell'hcap. E segnava solo contro il Lugano! :-) Una perdita per i BB? Difficile dirlo.
Evry 1 sett fa su tio
@sergejville Certo che segnava solo contro il Lugano, con certi difensori come il 3 che intraprendeva le escursioni fuori settore .... ecc non poteva sbagliare
sergejville 1 sett fa su tio
@Evry Un po' mi fai tenerezza e un po' compassione, coi tuoi commenti. Per il resto, non ti conosco.
Bibo 1 sett fa su tio
Buon difensore, anche fisico, ma in impostazione compie ancora moti errori anche gravi, potrà migliorare ma personalmente non mi spiace molto che sia andato via.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
FORMULA 1
4 ore
Schumi, destino segnato
Il figlio di Michael potrebbe sostituire Raikkonen all’Alfa Romeo.
MOTO GP
8 ore
«Miller può battere Marquez»
Cal Crutchlow è sicuro: «Jack è in grado di poter compiere quel passo in avanti che lo porterà a lottare con Marc»
FORMULA 1
10 ore
Niente quarantena, Silverstone raddoppia
Il Governo britannico ha dispensato gli sportivi d’élite dall’autoisolamento.
SERIE A
13 ore
Balotelli non ci sta: «Non mi alleno? Non pensavo di essere invisibile»
Super Mario: «Al momento giusto spiegherò per filo e per segno tutto e capirete»
FORMULA 1
23 ore
I vecchi amori (a volte) ritornano: Alonso vicino alla Renault
La scuderia francese deve ancora sostituire il partente Ricciardo: «È un'opzione, Fernando è un ottimo pilota»
MOTO GP
1 gior
Esordio, pole e vittoria per Jorge Lorenzo
Il pilota spagnolo, che vive a Lugano, è salito sul gradino più alto del podio davanti a Rabat e Quartararo
CALCIO
1 gior
Basta Italia (per ora), Allegri andrà all'estero
L'ex tecnico della Juve è pronto per la sua prima avventura al di fuori dei confini italiani
LIGUE 1
1 gior
Icardi & PSG è fatta... e c'è la clausola anti Juve
L'attaccante argentino si è accordato con i parigini per le prossime quattro stagioni
SERIE A
1 gior
«Il Dom Perignon mi sembrava acqua, la colomba pane. È stato terribile»
L'allenatore dell'Atalanta Gasperini: «Ogni due minuti passava un'ambulanza e di notte pensavo di morire...»
FORMULA 1
1 gior
«Vettel vuole andare alla Mercedes e lanciare la sfida a Hamilton»
L'ex boss della Formula 1 ha consigliato al tedesco un anno sabbatico
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile