keystone-sda.ch (ALEXANDRA WEY)
+ 7
HCAP/HCL
24.01.20 - 07:000

Weekend di fuoco per l'Ambrì, Lugano invece senza pressione

I playoff? Con Friborgo e Langnau l'Ambrì proverà piuttosto a mettere le mani su punti pesanti nella corsa al decimo posto. Bianconeri attesi a Zugo

AMBRÌ/LUGANO - Tornato a essere ambizioso dopo la serie positiva dicembrina, l'Ambrì ha visto peggiorare nettamente la sua situazione a gennaio. L'incostanza post-Spengler lo ha infatti frenato, costringendolo a tirare in ballo l'aritmetica per parlare di playoff. Poco male, perché l'obiettivo dichiarato di inizio anno è, in fondo, stato sempre quello di centrare una salvezza veloce. Se entrare nella top-8 non sarà possibile, allora ecco che evitare le ultime due posizioni diventerà un must. Per vivere una primavera meno stressante. Il problema è che il suo sprint il club sopracenerino dovrà piazzarlo senza molti dei suoi cavalieri. Gli ultimi assenti sicuri sono Pinana - che ha già chiuso la stagione - e Fora, il cui rientro non è previsto in questo weekend. Flynn e Upshall sono poi in dubbio, e per questo Luca Cereda potrebbe essere costretto a buttare nella mischia Jiri Novotny, elemento carismatico ma anche atleta che non gioca un match ufficiale dall'anno scorso. I presupposti perché le sfide agli affamatissimi Friborgo e Langnau si trasformino in battaglie sofferte ci sono, insomma, tutti.

Chi, per una volta, potrà invece vivere giorni tranquilli, privi di troppa pressione, è il Lugano. I risicati ma importanti successi colti a Zurigo e sul Rapperswil hanno infatti notevolmente migliorato l'umore e la classifica della truppa bianconera, pronta ad affrontare senza troppi patemi la trasferta di Zugo. L'incrocio della Bossard Arena, l'unico del loro fine settimana, è uno di quelli in cui, con pochissimo da perdere e con la possibilità di lasciare il pallino del gioco in mano ai rivali, i ragazzi di Serge Pelletier possono levarsi delle belle soddisfazioni. Da trasferte complicate, ultimamente, il Lugano è spesso uscito con il sorriso sulle labbra. Contro il rimpianto ex Greg Hofmann, Chiesa e soci hanno la possibilità di confermarsi in crescita. E se sconfitta fosse, non sarebbe qualcosa di drammatico: non sono quelli in palio nella tana dei Tori i punti che i bianconeri devo obbligatoriamente fare per assicurarsi i playoff.

keystone-sda.ch (Alessandro Crinari)
Guarda tutte le 11 immagini
Commenti
 
GI 1 mese fa su tio
vittorie in ogni partita per ambedue.....non sarebbe male !
SSG 1 mese fa su tio
@Mario Guglielmoni ?se fosse solo una partita in più! ci saranno anche gli scontri diretti, ma se tutte le squadre dietro dovessero vincere il Lugano sarebbe penultimo. Quindi sarebbe opportuno portare a casa dei punti da Zugo.
sergejville 1 mese fa su tio
@SSG bè, impossibile che quelli dietro il Lugano possano vincere tutte le partite da recuperare visto che ci sono degli scontri diretti...
SSG 1 mese fa su tio
@sergejville esatto! infatti ho scritto "ci saranno anche gli scontri diretti" ma c'è chi è dietro solo di un paio di punti con diverse partite in meno. E' per questo che mi piacerebbe tornare da ZG con magari la posta piena. Così da guardare con più tranquillità le altre che si scannano tra di loro. Altro che stare tranquilli.
Evry 1 mese fa su tio
Cereda gratta gratta la testa che ariveranno buone idee, auguri gratta e vinci
cle72 1 mese fa su tio
@Evry Un commento alla tua altezza complimenti! Come detto più volte pensa al tuo Lugano. E grattati le noci...
Simona Sulmoni 1 mese fa su fb
Weekend????? Per noi dell'Ambrì è sempre di fuoco, e purtroppo da moltissimi anni. Forza Ambrì
Mario Guglielmoni 1 mese fa su fb
Il Lugano ha una partita in più, altro che tranquilli. Forza.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
27 min
Coronavirus: l'hockey svizzero è pronto a reagire
La Lega, i club, il comitato medico della Swiss Ice Hockey e le Autorità si stanno preparando a qualsiasi evenienza
FOTO GALLERY
ZERNEZ
3 ore
Le leggende a Zernez: «Che spettacolo! Ora vogliamo anche Duca e Cereda»
Daniel Pita è l'ideatore dell'evento “Old Stars and Legends”: «Su chiamata di Von Arx è arrivato anche Josef Marha apposta da Praga»
L'OSPITE - ARNO ROSSINI
5 ore
«Vlado l'è mia un barlafüs»
Arno Rossini ha promosso il rinnovo di Petkovic: «Con lui in semi all'Europeo. Sarà come Guglielmo Tell»
NATIONAL LEAGUE
14 ore
Crolla il Berna, il Lugano torna sopra la riga
Gli Orsi sono stati sconfitti 4-2 a Davos. Nello stesso tempo vittorie per Friborgo (ai rigori) e Losanna
FORMULA 1
15 ore
«Charles, adesso è finita la luna di miele!»
Jenson Button bacchetta la Ferrari: «Basta pensare alla rivalità interna»
TENNIS
17 ore
«Io, Roger e Nadal abbiamo un gruppo WhatsApp»
Lo ha rivelato il serbo: «Cerchiamo di aiutarci l'uno con l'altro»
NAZIONALE
20 ore
Petkovic è carico: «Cari tifosi, sono fiero di continuare questa avventura con voi»
Il presidente Blanc: «Non ha mai fallito la qualificazione ai grandi tornei e ha dato una certa continuità ai risultati»
NAZIONALE
21 ore
Petkovic-Svizzera: si continua
Il 56enne selezionatore, in sella dal 2014, rimarrà sulla panchina della Nazionale almeno fino al 2022
NAZIONALE
1 gior
E la Svezia ci è andata una volta ancora di traverso...
Grande gioia per l'argento conquistato o enorme delusione per l'oro mancato? Chiedetelo ai finalisti del Mondiale 2018
HCL
1 gior
Playoff sì, playoff no: Lugano, sono giorni di fuoco
Regna ottimismo, ma non troppo. Parola a Bottani, Gautschi, Cantoni e Conne
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile