Inter
0
Roma
0
2. tempo
(0-0)
Sciaffusa
0
Aarau
0
fine
(0-0)
Friborgo
3
Davos
1
fine
(1-1 : 1-0 : 1-0)
Ginevra
3
Bienne
2
fine
(0-1 : 2-0 : 1-1)
Losanna
2
Berna
5
fine
(1-1 : 0-0 : 1-4)
Langnau
3
Lugano
2
fine
(2-1 : 0-1 : 1-0)
Zurigo
5
Lakers
4
fine
(2-3 : 0-0 : 2-1 : 0-0 : 1-0)
Inter
SERIE A
0 - 0
2. tempo
0-0
Roma
0-0
GODIN DIEGO
61'
 
 
LAZARO VALENTINO
62'
 
 
 
 
77'
MANCINI GIANLUCA
BROZOVIC MARCELO
80'
 
 
61' GODIN DIEGO
62' LAZARO VALENTINO
MANCINI GIANLUCA 77'
80' BROZOVIC MARCELO
Start of second half delayed.
Venue: San Siro.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres).
Capacity: 80,018.
LOCAL DERBY.
Referee: Gianpaolo Calvarese.
Assistants: Alassio, Ranghetti.
4th official: Maresca.
VAR Referee: Mazzoleni, Paganessi.
History: 72W-51D-49W.
Goals: 277-222.
Age: 27,3-27,2.
Sidelined Players: INTER - Roberto Gagliardini (Arch), Stefano Sensi (Muscle), Nicolu00f2 Barella (Knee), Alexis Su00e1nchez (Peroneus tendon).
ROMA - Justin Kluiv
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 22:32
Sciaffusa
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
fine
0-0
Aarau
0-0
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 22:32
Friborgo
LNA
3 - 1
fine
1-1
1-0
1-0
Davos
1-1
1-0
1-0
1-0 GUNDERSON
5'
 
 
 
 
6'
1-1 DU BOIS
2-1 BRODIN
30'
 
 
3-1 MARCHON
44'
 
 
5' 1-0 GUNDERSON
DU BOIS 1-1 6'
30' 2-1 BRODIN
44' 3-1 MARCHON
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 22:32
Ginevra
LNA
3 - 2
fine
0-1
2-0
1-1
Bienne
0-1
2-0
1-1
 
 
7'
0-1 RATHGEB
1-1 MERCIER
27'
 
 
2-1 SMIRNOVS
30'
 
 
3-1 WINGELS
44'
 
 
 
 
55'
3-2 MOSER
RATHGEB 0-1 7'
27' 1-1 MERCIER
30' 2-1 SMIRNOVS
44' 3-1 WINGELS
MOSER 3-2 55'
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 22:32
Losanna
LNA
2 - 5
fine
1-1
0-0
1-4
Berna
1-1
0-0
1-4
1-0 HERREN
3'
 
 
 
 
6'
1-1 ARCOBELLO
 
 
42'
1-2 ARCOBELLO
2-2 KENINS
43'
 
 
 
 
52'
2-3 PRAPLAN
 
 
57'
2-4 SCIARONI
 
 
60'
2-5 ANDERSSON
3' 1-0 HERREN
ARCOBELLO 1-1 6'
ARCOBELLO 1-2 42'
43' 2-2 KENINS
PRAPLAN 2-3 52'
SCIARONI 2-4 57'
ANDERSSON 2-5 60'
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 22:32
Langnau
LNA
3 - 2
fine
2-1
0-1
1-0
Lugano
2-1
0-1
1-0
1-0 PESONEN
8'
 
 
2-0 SCHILT
17'
 
 
 
 
18'
2-1 LAMMER
 
 
40'
2-2 JECKER
3-2 DIDOMENICO
54'
 
 
8' 1-0 PESONEN
17' 2-0 SCHILT
LAMMER 2-1 18'
JECKER 2-2 40'
54' 3-2 DIDOMENICO
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 22:32
Zurigo
LNA
5 - 4
fine
2-3
0-0
2-1
0-0
1-0
Lakers
2-3
0-0
2-1
0-0
1-0
 
 
1'
0-1 CERVENKA
 
 
2'
0-2 REHAK
 
 
3'
0-3 CERVENKA
1-3 BODENMANN
4'
 
 
2-3 WICK
14'
 
 
3-3 MARTI
41'
 
 
4-3 BALTISBERGER
43'
 
 
 
 
48'
4-4 WELLMAN
CERVENKA 0-1 1'
REHAK 0-2 2'
CERVENKA 0-3 3'
4' 1-3 BODENMANN
14' 2-3 WICK
41' 3-3 MARTI
43' 4-3 BALTISBERGER
WELLMAN 4-4 48'
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 22:32
keystone-sda.ch/ (GIAN EHRENZELLER)
+ 17
NATIONAL LEAGUE
19.11.19 - 12:010
Aggiornamento : 15:00

«Zugo, Losanna, Zurigo, Berna, Lugano e Bienne più ricchi»

Spinto da stranieri ispiratissimi, il Davos sta volando. Raeto Raffainer: «Non siamo fenomeni. Se giochiamo all'80% non vinciamo»

DAVOS - La sconfitta incassata sabato contro il Ginevra non ha tolto il sorriso al Davos. Ci mancherebbe altro visto che, dati come "modesti" in estate, i gialloblù hanno completato una prima parte di campionato sontuosa. Sostenuti, anzi spinti, da stranieri più che ispirati, i grigionesi stanno infatti viaggiando alla sontuosa media di 2 punti a partita. Peggio, di un soffio, solo della capolista Zurigo.

I 20 punti fin qui registrati da Lindgren, i 16 di Tedenby, i 14 di Palushaj e i 12 di Rantakari stanno rendendo un po' più semplice il lavoro di Christian Wohlwend, ma non fanno sbilanciare Raeto Raffainer.

«Non siamo neppure arrivati a metà campionato – ha raccontato il direttore sportivo gialloblù – i numeri significano poco».

Eppure, forse, per una squadra rinnovata a fondo, proprio la prima parte di stagione poteva essere quella complicata.
«Ma ci sono anche stati fattori positivi. Abbiamo potuto godere di lunghe pause, non abbiamo infortunati, gli stranieri – appunto – stanno facendo molto bene...».

Casualità, ok, ma anche meriti. In fondo non stiamo più parlando di un club con un budget stratosferico.
«Non siamo più nella top-6 dei team più ricchi è vero, da 2-3 anni le cose sono cambiate».

Da quando la divisione degli introiti della Spengler è stata modificata in favore delle altre compagini di LNA?
«Anche. Noi in quel momento abbiamo visto le nostre possibilità diminuire. Altri invece sono cresciuti. Penso allo Zugo, con il suo nuovo presidente, o al Losanna, con la sua proprietà americana. Davanti a noi ci sono poi sicuramente anche Zurigo, Berna, Lugano e Bienne. Prima di dare giudizi su quanto sta accadendo è però giusto attendere».

Fino alla Spengler?
«Fino a febbraio. Dal 26 dicembre, quando inizierà la nostra coppa, e per tutto gennaio avremo un calendario fittissimo. Dovremo recuperare un po' dei match che abbiamo saltato e ci troveremo anche a giocare tre volte a settimana in casa. Sarà una bella sfida. Ed è nella speranza di vincerla che abbiamo allestito una rosa con 19 attaccanti».

Contro un Lugano in difficoltà, questa sera ne serviranno forse meno.
«Il Lugano non c'entra. Certo, ci sono squadre nella Lega contro le quali si fa più fatica rispetto ad altre; il punto è però riuscire a muoverci come sappiamo. Se riusciremo a mettere sul ghiaccio il pattinaggio e l'energia che ci hanno spesso contraddistinto, se riusciremo a “fare battaglia”, allora avremo la possibilità di vincere. L'avremmo contro chiunque. Se invece giocheremo come fatto contro il Ginevra, allora perderemo di sicuro. In quel confronto siamo stati molli e poco convinti. E non ce lo possiamo permettere. Non siamo fenomeni: dare l'80% non ci basta per pensare di centrare i tre punti».

keystone-sda.ch/ (GIAN EHRENZELLER)
Guarda tutte le 21 immagini
Commenti
 
Giambi 2 sett fa su tio
Subiamo anche stasera come contro chiunque. Dai all'ottava sconfitta consecutiva senza attacco e senza gioco resta solo il panettone
sergejville 2 sett fa su tio
complimenti al davos ma non bisogna dimenticare che giocare in 24 ore soltamto una partita invece di due è un bel vantaggio in fatto di freschezza e di recupero da ev. acciacchi. Giocare al martedì-sabato-martedì è l'ideale.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
HCL
34 min
Il Lugano mastica amaro e s'inchina al Langnau
Cinque ferri colpiti dai bianconeri di Kapanen, che nonostante la momentanea rimonta (da 2-0 a 2-2), sono infine stati sconfitti 3-2 dai Tigrotti
SCI ALPINO
2 ore
Super Odermatt: trionfo a Beaver Creek!
Prova sensazionale del giovane rossocrociato, che ha preceduto Kilde e Mayer nel Super G. Per il 22enne si tratta della prima vittoria in Coppa del Mondo
MOTOGP
5 ore
«Valentino Rossi non è mica scemo»
Ritiro o nuovo contratto? Secondo Carlo Pernat il Dottore ha già in mente quel che accadrà. «Ma non pensa di vincere il Mondiale, sa di avere davanti un fenomeno»
SUPER LEAGUE
8 ore
Lugano dalla crisi al record (possibile), Jacobacci: «Non mi interessa»
Sabato ospiti dello Xamax, i bianconeri sognano il successo della tranquillità e del primato di punti nel girone d'andata. «Per noi è una partita cruciale»
FORMULA 1
10 ore
«Vettel non ascolta, si faccia aiutare...»
Mark Webber ha analizzato il momento poco felice del tedesco: «Credo che queste settimane, quelle che precedono la prossima stagione, siano il periodo di pausa più importante della sua carriera»
NATIONAL LEAGUE
12 ore
Lugano, doppio esame per uscire dalla crisi
Weekend importante per i bianconeri di Kapanen, attesi dalle sfide contro Langnau e Zurigo. L'Ambrì aspetta lo Zugo di Tangnes
SUPER LEAGUE
15 ore
Lugano in emergenza a Neuchâtel: in palio punti d'oro
Bianconeri in terra neocastellana per tirarsi fuori definitivamente dalla zona pericolosa della classifica
NATIONAL LEAGUE
1 gior
«Lugano a un bivio, la fiducia era sotto le lame. Ambrì? In passato si sarebbe smarrito»
La maggior parte delle squadre ha già consumato metà regular season. Grégory Christen: «Kapanen è valido, ma qualcosa deve cambiare. Ad Ambrì c’è anche un po’ di sfortuna». E sulle altre…
SERIE A
1 gior
«Andando in Serie B ho rinunciato al Pallone d'Oro»
Gianluigi Buffon è tornato a parlare della stagione di purgatorio trascorsa con la sua Juve: «Se oggi a quasi 42 anni mi trovo qui è in virtù di quella scelta fatta 14 anni fa»
MOTOMONDIALE
1 gior
Vale si diverte in Mercedes: «Vi spiego tutto...»
L'italiano tra presente e futuro: «Questa stagione è stata molto complicata, 2020 anno importante». 9 dicembre il giorno dello "scambio"
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile