Keystone (foto d'archivio)
+9
NATIONAL LEAGUE
22.08.19 - 15:390
Aggiornamento : 23.08.19 - 09:28

4'000'000 (quasi) per Berra, bruciato anche il Lugano

Alla corsa al 32enne portiere hanno partecipato pure i bianconeri. Steinegger: «Alla fine eravamo rimasti noi e il Friborgo. Ora uno straniero? Molto meglio uno svizzero. Magari Joel Daccord»

FRIBORGO - Alla fine Reto Berra ha deciso di rimanere a Friborgo. Ha scelto di proseguire per la strada intrapresa nel 2018, quando tornò in Svizzera dal Nord America. Il 32enne ha a lungo titubato, tentato dall'idea di cambiare casacca per spostarsi in un club più competitivo. Poi ha tuttavia preferito conservare il suo posto nello spogliatoio e allungare la sua avventura con i Dragoni.

Per spiegare la fedeltà dell'estremo difensore in molti hanno tirato in ballo il cuore. In realtà, rimanendo alla BCF Arena, Reto ha anche fatto un favore al suo portafoglio. Il contratto sottopostogli da Christian Dubé scade infatti, come quello propostogli dalle altre spasimanti, nel 2024, è vero; comporterà però un aumento di stipendio fin da questa stagione. Mica poco. Di quanto stiamo parlando? Secondo Watson il nativo di Bülach è diventato il secondo portiere meglio pagato del Paese e si porterà a casa più di 700'000 franchi l'anno. Quasi 4'000'000 totali, dunque, fino alla scadenza. Tanti soldi il Bienne non era arrivato ad offrirli. E neppure il Lugano, che secondo il Journal du Jura ha partecipato all'asta avanzando un'offerta comunque concorrenziale.

«Credo che alla fine Berra abbia scelto tra il Bienne e il Friborgo - ha ammesso Martin Steinegger - C'erano altri club in corsa ma penso che le opzioni reali riguardassero noi e loro».

Perso un big svizzero, guardare al mercato sarà ora complicato.
«Abbiamo già un piano B, un piano C, un piano D. Certo, non abbiamo ancora avuto modo di svilupparli: fino a mercoledì abbiamo pensato solo a Reto».

Su chi punterà ora il Bienne?
«In molti guardano a portieri esperti. Io credo però ci sia la possibilità di puntare anche su qualche giovane in grado di dare delle certezze».

Come Joel Daccord, per esempio.
«Lui è sicuramente un obiettivo. La sua situazione è però difficile. È in NHL e lì vuol rimanere. A noi non rimane che attendere e vedere quel che combinerà durante la stagione, se avrà spazio o se sarà dirottato in AHL. Da questo dipenderanno la sua voglia e la sua disponibilità di venire in Svizzera. Un tentativo potremmo comunque farlo».

Se non andasse e se ci fossero problemi pure con i vari Boltshauser, Hollenstein o Waeber, potreste puntare su uno straniero...
«È una possibilità. È una soluzione. Poter ingaggiare uno svizzero sarebbe comunque molto, molto meglio».

In rosa avete Elien Paupe. Ha le qualità per diventare il vostro titolare?
«Ha subito un serio infortunio e deve ritrovare confidenza sul ghiaccio. Lo valuteremo con attenzione durante l'anno. Non lo vedo comunque come titolare da 50 partite. Da 25 magari. Se rimarrà dovremo trovargli una solidissima spalla».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Keystone (foto d'archivio)
Guarda tutte le 13 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Cristina Decarli Ex Wartenweiler 1 anno fa su fb
Sarà come il papà?
Nicola Corti 1 anno fa su fb
Forza Daccord figlio d’arte 🤙🤙🤙🤙🤙🤙🤙🤙
GI 1 anno fa su tio
e poi ci lamentiamo del continuo aumento del costo di abbonamenti o biglietti...
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
7 ore
«Situazione ridicola, serve un protocollo decente»
Michele Campana, dg del Lugano, si è soffermato sulle quarantene già imposte a molti club e le decisioni del CF
NATIONAL LEAGUE
9 ore
Cinque positivi, pure il Rapperswil in quarantena
Sangallesi fermi fino al 4 novembre.
HCAP
11 ore
«L'Ambrì vuole andare avanti»
Il direttore generale biancoblù ha commentato la decisione presa dal Consiglio federale
BERNA
13 ore
Addio 66%: nessun tifoso nelle piste e negli stadi
Il Consiglio federale ha deciso di vietare gli eventi sportivi con oltre 50 persone
HCAP
13 ore
L'Ambrì perde Müller
Il centro classe '94 è alle prese con un infortunio al ginocchio destro
MILANO
17 ore
Federica Pellegrini fa marcia indietro
La nuotatrice italiana, positiva al coronavirus, negli scorsi giorni aveva lasciato pensare a un addio alle competizioni
SUPER LEAGUE
20 ore
Bottani positivo al coronavirus
Il giocatore del Lugano si è sottoposto al test dopo la comparsa dei sintomi
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
21 ore
Per alleviare le sofferenze di Renzetti e per... la gloria
Arno Rossini: «Per la prima volta il Lugano ha 17-18 giocatori veri».
HCAP
1 gior
Nättinen show, l'Ambrì divora i Lions
I leventinesi, trascinati dal finnico, brillano e ritrovano il sorriso anche in campionato: Zurigo battuto 5-2.
AMBRÌ
1 gior
«L’esposizione bovina non sullo stesso piano di una finale di Champions»
Filippo Lombardi: «Pronti ad accettare un deficit ma non a mettere in pericolo l’esistenza stessa di una società».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile