+ 3
L'OSPITE - STEFANO TOGNI
23.05.19 - 07:000
Aggiornamento : 12:59

«Al Canada brucia ancora. Ora tocca a El Nino, Fiala e Hischier»

L'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 - Stefano Togni - ha parlato del match dei quarti di finale contro i nord-americani: «L'importante è arrivare in fondo, non importa l'avversario»

KOSICE (Slovacchia) - Nella giornata odierna - giovedì 23 maggio (ore 16.15) - la Svizzera affronta il Canada nel match valido per i quarti di finale della rassegna iridata (ore 16.15).

Per l'occasione l'head-coach della Nazionale Patrick Fischer potrebbe schierare nella stessa linea tre giocatori di NHL che sembrano essere compatibili alla perfezione: Nino Niederreiter, Nico Hischier e Kevin Fiala. «Se fossi l'allenatore non avrei dubbi: li farei giostrare nello stesso blocco», è intervenuto l'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni. «Sono convinto che abbiano le caratteristiche per formare un trio ideale e che insieme possano fare la differenza. Trovo inoltre che Niederreiter potrebbe rivelarsi prezioso soprattutto per creare gli spazi a Fiala, ma vedremo per quali soluzioni opterà Fischer. In ogni caso i giocatori svizzeri che militano in NHL avranno una carica supplementare e vorranno dimostrare qualcosa in più contro il Canada».

Come vedi il match? «È una partita secca. La Nazionale dovrà scendere sul ghiaccio senza paura e consapevole delle proprie forze. Non sarà semplice avere la meglio sui nord-americani, ma non sarà facile nemmeno per loro. Saranno i dettagli a fare la differenza, per questo motivo bisognerà giocare in maniera semplice e avere soprattutto pazienza. Il Canada vorrà vendicare il 2-3 patito in semifinale lo scorso anno proprio per mano della Svizzera, per cui sono sicuro che i nostri avversari scenderanno sul ghiaccio con un'attitudine aggressiva. Quella sconfitta brucia ancora, aspettiamoci quindi un match entusiasmante». 

L'exploit non è poi così un'utopia: anche nel 2018 i rossocrociati si piazzarono quarti del loro girone e si qualificarono poi per le semifinali grazie all'affermazione sulla Finlandia, prima della classe nell'altro gruppo... «L'obiettivo di tutta la delegazione elvetica è quello di arrivare in finale. I giocatori sono consapevoli di potersela giocare con tutti e non è quindi così importante quale avversario affrontino: per arrivare in fondo bisogna vincere contro ogni squadra».

KEYSTONE/KPAUS KPAPA KPPA (MELANIE DUCHENE)
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
sergejville 3 mesi fa su tio
Hopp Suisse!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SERIE A
5 ore

Cul-de-sac e (dis)gelo? Icardi-Inter, tutti sconfitti

Perse la fascia di capitano e la maglia numero 9, l'argentino non si è ancora deciso a lasciare i nerazzurri. Il club lo ha offerto a tutti tranne che alla Juve, l'unica squadra che lui accetterebbe

FOTO
TENNIS
9 ore

Mollato Wawrinka, la Vekic parla di flirt: «Con me i ragazzi ci provano sempre...»

La 23enne croata si è un po' sbottonata, raccontando della sua vita privata: «Le donne che fanno la prima mossa? Non c'è nulla di male»

SUPER LEAGUE
12 ore

«Così il campionato non mi piace»

Fabio Celestini ha lanciato la sfida al San Gallo e aperto alla possibile riforma della Lega: «Non si può arrivare a poche giornate dalla fine e non sapere se si andrà in Europa o se si retrocederà»

NHL
13 ore

Cocaina, quattro anni di squalifica per Evgeny Kuznetsov

Il 27enne attaccante dei Capitals è risultato positivo a un controllo effettuato durante gli ultimi Mondiali. E già circolava in rete un video più che sospetto

BUNDESLIGA
15 ore

Witsel, fuga dalla Cina: «Ospedali da incubo, ecco perché ho rinunciato a un sacco di soldi»

Il centrocampista, ora al Dortmund, è tornato sull'addio al Tianjin Quanjian, che gli garantiva 18 milioni a stagione: «Mia figlia aveva una seria malattia, ma lì gli ospedali erano inadeguati»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile