+ 1
L'OSPITE - STEFANO TOGNI
23.05.19 - 07:000
Aggiornamento : 12:59

«Al Canada brucia ancora. Ora tocca a El Nino, Fiala e Hischier»

L'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 - Stefano Togni - ha parlato del match dei quarti di finale contro i nord-americani: «L'importante è arrivare in fondo, non importa l'avversario»

KOSICE (Slovacchia) - Nella giornata odierna - giovedì 23 maggio (ore 16.15) - la Svizzera affronta il Canada nel match valido per i quarti di finale della rassegna iridata (ore 16.15).

Per l'occasione l'head-coach della Nazionale Patrick Fischer potrebbe schierare nella stessa linea tre giocatori di NHL che sembrano essere compatibili alla perfezione: Nino Niederreiter, Nico Hischier e Kevin Fiala. «Se fossi l'allenatore non avrei dubbi: li farei giostrare nello stesso blocco», è intervenuto l'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni. «Sono convinto che abbiano le caratteristiche per formare un trio ideale e che insieme possano fare la differenza. Trovo inoltre che Niederreiter potrebbe rivelarsi prezioso soprattutto per creare gli spazi a Fiala, ma vedremo per quali soluzioni opterà Fischer. In ogni caso i giocatori svizzeri che militano in NHL avranno una carica supplementare e vorranno dimostrare qualcosa in più contro il Canada».

Come vedi il match? «È una partita secca. La Nazionale dovrà scendere sul ghiaccio senza paura e consapevole delle proprie forze. Non sarà semplice avere la meglio sui nord-americani, ma non sarà facile nemmeno per loro. Saranno i dettagli a fare la differenza, per questo motivo bisognerà giocare in maniera semplice e avere soprattutto pazienza. Il Canada vorrà vendicare il 2-3 patito in semifinale lo scorso anno proprio per mano della Svizzera, per cui sono sicuro che i nostri avversari scenderanno sul ghiaccio con un'attitudine aggressiva. Quella sconfitta brucia ancora, aspettiamoci quindi un match entusiasmante». 

L'exploit non è poi così un'utopia: anche nel 2018 i rossocrociati si piazzarono quarti del loro girone e si qualificarono poi per le semifinali grazie all'affermazione sulla Finlandia, prima della classe nell'altro gruppo... «L'obiettivo di tutta la delegazione elvetica è quello di arrivare in finale. I giocatori sono consapevoli di potersela giocare con tutti e non è quindi così importante quale avversario affrontino: per arrivare in fondo bisogna vincere contro ogni squadra».

KEYSTONE/KPAUS KPAPA KPPA (MELANIE DUCHENE)
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
sergejville 1 mese fa su tio
Hopp Suisse!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
1 ora

Lo Xamax abbraccia Neitzke

Il difensore 32enne, in arrivo dal Sion, ha firmato per una stagione (più opzione)

SUPER LEAGUE
4 ore

Linus Obexer al Lugano

Il terzino 22enne arriva sulle rive del Ceresio in prestito dai campioni svizzeri dell'YB

TENNIS
5 ore

«Ogni giorno mi dicono che sto invecchiando, ma...»

Il fenomenale Roger Federer, dopo il decimo trionfo ad Halle, si prepara in vista di Wimbledon: «Ad Halle ho raggiunto un traguardo inimmaginabile: è un grande momento della mia carriera»

J-LEAGUE
8 ore

«Mi ritiro, non mi diverto più»

Fernando Torres, attualmente in Giappone al Sagan Tosu, ha deciso di ritirarsi dal calcio giocato: «Futuro all'Atletico? Potrei tornare, ma prima devo studiare e formarmi per un nuovo ruolo»

COPA AMERICA
16 ore

L'Argentina piega il Qatar e passa ai quarti insieme alla Colombia

L'Albiceleste, senza entusiasmare, ha superato 2-0 il Qatar: ora sfiderà il Venezuela. Terzo successo filato per la Colombia, che ha battuto anche il Paraguay (1-0)

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report