Shakhtar Donetsk
0
Vfl Wolfsburg
0
1. tempo
(0-0)
FC Copenhagen
1
Istanbul Basaksehir
0
1. tempo
(1-0)
Keystone (foto d'archivio)
+23
LUGANO
29.03.19 - 14:550
Aggiornamento : 18:30

Elvis lo squilibrato ama Lugano: «La NHL fa parte del mio "film", ma tornerò»

Merzlikins è in partenza. Tra mille commissioni da fare ha però trovato il tempo per raccontarsi. E per fare una promessa. «Tanti ricordi, belli e brutti, sono legati a questa città»

LUGANO - Sono ore frenetiche quelle di Elvis Merzlikins, indaffaratissimo prima di imbarcarsi sull'aereo che domenica lo porterà oltreoceano, per iniziare la sua nuova avventura in NHL con i Columbus Blue Jackets.

«Ho veramente i minuti contati, devo sbrigare ancora le ultime cose - ci ha confidato l'ormai ex portiere del Lugano - sto vendendo la macchina, devo andare in Municipio per annunciare la mia partenza, passare in banca e salutare i miei amici. Così non ho il tempo di pensare che sto partendo».

Il sogno lungamente cullato si sta avverando?
«È una nuova avventura che non vedo l'ora di vivere. Il mio sogno inizia a realizzarsi, sarà molto bello. Conoscerò persone e luoghi nuovi, una bella esperienza che alla mia età è assai stimolante».

Sai già che cosa ti attende in America, ti sei già fatto qualche idea?
«Molto probabilmente all'inizio vivrò in un hotel con la mia ragazza, che mi accompagnerà. Inizialmente doveva raggiungermi in settembre, ma poi siamo riusciti a organizzarci e sarà subito con me. E questo è molto importante. Poi cercheremo un appartamento per sistemarci, chiaro tutto non si può avere subito. Non è come in Svizzera. Là ti devi arrangiare per conto tuo».

Cosa ti porterai da Lugano?
«Tanti ricordi, belli e brutti, legati a questa bellissima città: la società che mi ha fatto crescere, i compagni avuti, le amicizie e i tifosi meravigliosi. La stagione scorsa, soprattutto i playoff, è da considerare tra i momenti più belli. Chiaramente la sconfitta in gara-7, è tra i più brutti».

Ti attendono settimane particolari, dove forse potrai solo allenarti. Poi, eventualmente, ci saranno anche i Mondiali a Bratislava con la Lettonia.
«Salvo cataclismi, adesso mi allenerò con il mio nuovo club. Poi, a dipendenza del cammino che faranno i Columbus nei playoff, una volta terminata la “nostra stagione”, se ci sarà la possibilità di giocare per la mia Nazionale, lo farò molto volentieri».

Ti attende una sfida incredibile, sei pronto?
«Direi proprio di sì. Ho atteso così tanto questo momento. So che sarà molto difficile. Però è un prezzo che bisogna pagare. Moltissimi giocatori hanno militato anche in AHL, non sottovaluto quella Lega, anzi; solo non vorrei starci per tantissimi anni. C'è un ottimo hockey. Non tutti in fondo possono salire subito sul treno che "vogliono". Un mio compagno di nazionale ha giocato tanto tempo in questa lega, ma adesso giocata in NHL con Crosby e segna molte reti».

Ma perchè un giorno hai deciso di fare il portiere?
«Sono un tipo squilibrato (ride, ndr). Lo so, sono un po “pazzerello”, mia madre non sapeva più cosa fare con me. Da bambino non stavo mai fermo e essendo "coraggioso", facevo delle cose estreme. Non avevo paura di niente, quindi nemmeno dei tiri. Qui a Lugano, quando giocavo a skater, hanno intuito il mio potenziale e hanno provato a mettermi in porta».

Nella tua vita ci sono stati tanti cambiamenti, quindi nemmeno questo ti spaventa.
«Esatto. C'è un'unica cosa che mi rattrista. Qui, quando avevo qualche giorno libero, potevo andare in Lettonia a trovare mia mamma. Devo vivere la mia vita, nel bello e nel brutto. Un nuovo film, che quando sarò anziano, davanti a un camino con un bicchiere di whisky potrò ricordare volentieri».

Alla fine di questa avventura, dove pensi di sistemarti.
«Come ho già detto molte volte, nel limite del possibile, vorrei finire la mia carriera qui a Lugano. E se ci fosse la possibilità, anche lavorare per questa società, anche solo come allenatore dei piccoli. Sono cresciuto qui, ho i miei amici, la famiglia che mi ha accolto, i tifosi che sempre hanno creduto in me, la mia città... Quindi vi prometto che ritornerò».

HOCKEY: Risultati e classifiche

KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (Alessandro Crinari)
Guarda tutte le 27 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Pedrini Martino 1 anno fa su fb
Tornerai per vincere il titolo 😂
sergejville 1 anno fa su tio
GRANDE Elvis! Schietto, sincero, spavaldo, coraggioso.
Peppe Rivera 1 anno fa su fb
Cmq un Grande
Chris Taiana 1 anno fa su fb
Secondo me tornerà prima del previsto
vulpus 1 anno fa su tio
Che la tua panchina possa rimanere fredda il più possibile.
Silvia Vanetti 1 anno fa su fb
Buona fortuna Elvis !
Loris Bianchi 1 anno fa su fb
Semplicemente , fai quello che sai fare meglio ....poi torna da noi 😉
Telassim Alberti 1 anno fa su fb
Basta con sto "ego-trip" . E tifo Lugano.
Bruno Realini 1 anno fa su fb
tifo hcap ma Elvis mi è sempre piaciuto, soprattutto per la sua "squilibratezza" xD
Evry 1 anno fa su tio
Buona fortuna ma impara a (s)parlare meno e in porta concentrati con più rigore
Zarco 1 anno fa su tio
A volte , un pochinino esagerato! Ma ama Lugano e ciò mi basta!
Christofer Fumasoli 1 anno fa su fb
Auguroni Elvis !!!
tormar68 1 anno fa su tio
Grande Elvis, con il tuo talento e la voglia di migliorarsi sempre, vedrai che le soddisfazioni non mancheranno. Complimenti a chi ha creduto in te. Auguri
Manuela Rada 1 anno fa su fb
Buona fortuna ragazzo.
cle72 1 anno fa su tio
Da tifoso hcap tanti auguri e complimenti per la carriera. Ho sempre stimato questo ragazzo. L'unica cosa che non mi è piaciuta l'intervista dopo il derby vinto da noi. Testa bassa e parole confuse. In futuro sempre testa alta e orgoglio dimostra la forza e coraggio da portiere
budo76 1 anno fa su tio
Auguri Portierone!
bobà 1 anno fa su tio
Elvis è un personaggio spontaneo, e per questo si "lascia andare" in cose un po' pazze. Daltronde tutti i portieri d'hockey sono un po' matti (sennò chi riuscirebbe a stare li a prendere dischi che ti vengono addosso a 200kmh). La spontaneità è il suo punto forte, nel bene e nel male! Auguri Elvis.
skorpio 1 anno fa su tio
purtroppo molta gente confonde l'ambizione e la "testa matta" con l'arroganza, ma quando un persona parla in ogni momento della famiglia e degli amici, si capisce chi è Elvis. vai mitico , spacca tutto e poi torna da vincitore! tifo Bruins , ma guarderò anche le tue partite !! arrivederci...
sergejville 1 anno fa su tio
@skorpio giusto!
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
FORMULA 1
3 ore
Guerra fredda in Ferrari: Vettel ignora Binotto
Intanto è sempre più vicino l’accordo con l’Aston Martin per il 2021.
SUPER LEAGUE
7 ore
«Ora c'è un po' di delusione, ma ci davano già per spacciati»
Simone Rapp affila gli artigli per lo spareggio: «Inutile piangersi addosso: dobbiamo dimostrare di essere più forti».
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
11 ore
Eurocrucci e sorprese: i graffi di Conte e il Basilea
Tra grandi favorite e possibili outsider, l’Europa League torna a incantare.
TENNIS
21 ore
Nadal rinuncia agli US Open: «Casi di Covid ovunque, meglio non viaggiare»
La defezione del mancino di Manacor va ad aggiungersi a quella di altri campioni come Roger Federer e Stan Wawrinka
PREMIER LEAGUE
1 gior
Minacce zittite e accuse respinte: che rivincita per l’odiatissimo Granit
Per settimane parso sul piede di partenza, il centrocampista è tornato a essere un punto fermo dei Gunners.
FORMULA 1
1 gior
Calvario Vettel e dubbi su Leclerc: Marko getta benzina sul fuoco
Parole sibilline del dirigente della Red Bull, che punzecchia la Rossa: «Leclerc ha trovato velocità, Seb no...»
ATLETICA
1 gior
Atleti e gare: il Galà dei Castelli è ricco
Nonostante le limitazioni, la kermesse ticinese è pronta a entusiasmare
HCL
1 gior
«Cerchiamo un difensore straniero che abbia una certa spinta offensiva»
Serge Pelletier è carico: «I quattro giovani della rosa? Ci aspettiamo che portino tanto entusiasmo in pista»
SUPER LEAGUE
1 gior
Tramezzani, missione compiuta: il Sion si salva all'ultimo respiro
La formazione vallesana ha espugnato il campo del Servette 2-1. Nello stesso tempo Zurigo-Thun è finita 3-3
HCAP
2 gior
Nättinen, D'Ago & Co: Ambrì in pista con entusiasmo
I biancoblù sono tornati sul ghiaccio agli ordini di coach Cereda
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile