Keystone
HCL/HCAP
25.02.19 - 07:000
Aggiornamento : 15:46

L'Ambrì rallenta, il Lugano si avvicina

I biancoblù sono rimasti a secco di punti nel fine settimana appena trascorso, mentre i bianconeri ne hanno messi in cascina tre

AMBRÌ/LUGANO - La 45esima e la 46esima giornata di National League non hanno portato punti nelle casse dell'Ambrì, mentre il Lugano ha colto una vittoria in casa con il Rappi.

Dopo aver centrato un importante successo a Zugo, la formazione allenata da Cereda è caduta due volte consecutive contro due dirette concorrenti per i playoff. Dapprima i biancoblù hanno perso 3-1 a Friborgo, dopodiché – con lo stesso punteggio – sono stati sopraffatti davanti ai loro tifosi dal Bienne. 

Nonostante il risultato identico ottenuto nei due match, è stato un Ambrì dai due volti. Contro i burgundi alla squadra è mancata la consueta determinazione e alla fine a gioire, oltre al Friborgo, è stato anche Lhotak autore di una doppietta. Contro i suoi ex compagni il 25enne riesce sempre a sfornare ottime prestazioni e insieme a Marchon ha confezionato il 3-1 finale (di Hofer la rete della bandiera). Alla Valascia con il Bienne, invece, Kubalik e compagni le hanno provate tutte, ma quest'anno contro i Seelanders non c'è niente da fare (quattro sconfitte su quattro nei 60' in questa stagione). 

Se in Leventina ci si lecca le ferite, a Lugano la musica è un po' diversa ma non di molto. Venerdì i bianconeri sono infatti stati piegati 5-0 a Zurigo da un avversario che fino a quel momento era sembrato in netta difficoltà. Il giorno seguente invece è arrivata la reazione con il Rapperswil (8-5), anche se nel finale il Lugano – sull'8-2 – ha incassato tre reti evitabili in nemmeno due minuti di gioco.

All'Hallenstadion la squadra è caduta sotto i colpi di Hollenstein, Suter, Herzog, Bachofner e Pettersson, mentre alla Cornèr Arena sono saliti in cattedra Hofmann e Sannitz, autori di tre punti a testa. Il primo è terzo nella classifica generale dei TopScorer con 47 punti, mentre il ticinese è decimo con 37. Ricordiamo che in vetta c'è Kubalik (53).

A quattro turni dal termine della regular season l'Ambrì è dunque settimo in classifica (70 punti), una lunghezza di vantaggio sul Lugano che insegue (69) appaiato allo Zurigo. 

Keystone
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
pedrito-el-drito 6 mesi fa su tio
più che rallentare ci siamo fermati... FORZA AMBRÌ!!!!!!!!!!!!!!!
Bruno Realini 6 mesi fa su fb
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
1 ora

È subito operazione-riscatto per il Ticino hockeystico

Ambrì e Lugano a caccia dei primi punti stagionali rispettivamente a Berna e in casa con il Davos

EUROPA LEAGUE
4 ore

S'accende l'Europa, si spegne la crisi? «Coppa? A Lugano dovrebbero essere vaccinati»

Pier Tami ha guidato l'ultimo Lugano internazionale: «L'Europa può darti una spinta. I bianconeri hanno bisogno di reagire e la partita di Copenaghen offre loro un'occasione ghiottissima»

FORMULA 1
11 ore

Leclerc e quel paragone da brividi

Il presidente della FIA Jean Todt: «Rappresenta il futuro della Formula 1, mi ricorda Schumacher»

LIGA
13 ore

«Esagerato, non è normale: adesso però dobbiamo proteggerlo»

Il 16enne Ansu Fati sta battendo record e impressionando con la maglia del Barcellona. Mister Valverde: «È un giocatore che ha qualcosa di speciale, ma dobbiamo tenerlo coi piedi per terra»

SUPER LEAGUE
16 ore

«Celestini sarà sull'aereo per Copenaghen»

Giorni intensi e di riflessioni in casa Lugano. Renzetti: «Mancano i tempi tecnici, è il momento di prendersi il tempo necessario e fare tutte le valutazioni. Bottani? Avevo lanciato una provocazione»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile