KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (Alessandro Crinari)
+36
HCL – L'ANALISI
24.02.19 - 22:520
Aggiornamento : 25.02.19 - 15:49

Il Lugano è un grattacapo ma ha l'aritmetica dalla sua parte

Sculacciati a Zurigo e rialzatisi con il Rapperswil, i bianconeri si sono mostrati nuovamente poco convincenti. I tre punti li hanno però avvicinati ai playoff. E ora conta solo questo

LUGANO – Perdi malissimo a Zurigo, poi vinci nettamente in casa contro il Rapperswil. Fai tre punti. Sei sempre attaccato alla riga e rimandi alle prossime giornate il verdetto sulla tua regular season. Tenuto conto di tutto ciò, il weekend del Lugano è da considerare positivo o negativo?

I bianconeri non hanno dato le risposte che tutti aspettavano e che in molti speravano. Arrivati al fine settimana più che carichi dopo lo show di Losanna, hanno infatti dimostrato una volta ancora di essere lontanissimi dall'aver trovato quella costanza necessaria per sognare in grande.

Il test più importante, quello dell'Hallenstadion, lo hanno miseramente fallito. Poi però – una volta ancora – si sono saputi risollevare riuscendo a cancellare i sangallesi. Facile, contro il fanalino di coda, obietterà qualcuno. Non troppo. Visto che la sfida della Cornèr Arena era una vera e propria trappola per la truppa di coach Ireland, e che – nonostante i pessimi risultati – il Rappi si sta dimostrando vivo e combattivo.

Da tempo, spulciando dati e arrovellandosi in conti sicuramente perfettibili, si è fissata a 74-75 punti la quota per il paradiso. Si è detto che per entrare nei playoff una squadra deve fare 1,5 punti di media a partita. Affidandoci solo all'aritmetica si può quindi affermare che - pessime sensazioni destate a parte – il Lugano il suo compito lo ha fatto. Il bottino conquistato nel fine settimana lo ha infatti mantenuto in media e gli ha permesso di confermare il suo posto su quel cortissimo treno che, guidato dal Friborgo, in appena due punti racchiude quattro contendenti (per tre posti). Rifugiandosi ancora nelle cifre, si può poi sostenere che i bianconeri sono lontani appena due successi dalla definitiva conferma nella la top-8 della classifica.

Tra le trasferte di Friborgo e Davos e le sfide interne a Zugo e Berna, tali vittorie si possono raccogliere? Rendendo più solido il muro davanti a Elvis (10 gol incassati in due match sono troppi, come anche 132 totali) non dovrebbe essere impossibile...

HOCKEY: Risultati e classifiche

KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (Alessandro Crinari)
Guarda tutte le 40 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Homer_Simpson 1 anno fa su tio
Per i miei 1000.- chf di abbonamento preferirei vedere un Lugano giocarsi il primo posto durante la regular-season e finire fuori al primo turno dei play-off che questo ''spettacolo'' per una improbabile finale (ovviamente persa).
BarryMc 1 anno fa su tio
@Homer_Simpson Dopo i miei 54 anni filati di abbonamento, preferirei quanto preferisci tu. Ma ho imparato che non siamo soli al mondo ed ho il massimo rispetto per tutti gli avversari che vogliono la stessa cosa: vincere! Io ho il ricordo del Lugano in 1a lega, in serie B (e che fatica salvarci!!!), le finali per me sono un grande motivo di orgoglio. Chiaro che è meglio vincerle, ma vincerne una su due è un'ottima cosa!!! Ahhhh, che brutta bestia che è l'UMILTÀ. Poi ci chiediamo perché ci danno degli Sbroja…. Cerca di essere onesto e di dire chiaramente che saresti il primo a criticare un'uscita ai quarti di finale, come molti altri d'altronde. Altro che primi in regular season!!!!
Evry 1 anno fa su tio
Forza Lugano, ma la cara Vicky deve esonerare il Kultura del Lawpro che continua a metter il naso negli spogliatoi, è ora di che faccia iol baule prima che oltre 1500 rinunciano alla tessere, sembra che alla dirigenza ciò non disturbi affatto, o apetta i playout con 1/4 di spettatori ??
SSG 1 anno fa su tio
@Evry ah se lo dici tu...
BarryMc 1 anno fa su tio
@Evry Il Tifoso del Lugano non prende la tessera a dipendenza di quante partite vince o se si qualifica per i playoff, o se gioca bene oppure male. La prende e basta! Perché ha il Lugano nel Cuore e nell'Anima. Tu che cosa sei? PS: tutti sbagliamo nello scrivere, ma ti consiglio di rileggere prima d'inviare….
sergejville 1 anno fa su tio
Forza LUGANO! Non si molla.
Zarco 1 anno fa su tio
@sergejville Sempre ! Ma accelerare
Evry 1 anno fa su tio
La squadra rispecchia la tuttubanza della dirigenza.... L'esempio viene dall'alto non dall'altro...
fakocer 1 anno fa su tio
@Evry Forse "tuttubenza della dirigianza" spiega meglio la situazione globale.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
GUANGZHOU
11 min
C'è anche chi, lentamente, sta tornando a sorridere
Il 46enne ha postato un video per testimoniare come a Guangzhou la gente sta tornando a condurre una vita normale
GRAN BRETAGNA
2 ore
«Piango! Cantano "You'll never walk alone" fuori dalla terapia intensiva...»
L'allenatore del Liverpool ha visto un video nel quale in ospedale si cantava l'inno della sua squadra. Da pelle d'oca
TENNIS
5 ore
«Tuteliamo i tornei centenari, non gli interessi di Federer»
La quarta edizione della Laver Cup verrebbe fagocitata dal Major. Panatta sta con gli organizzatori dello Slam
SERIE A
9 ore
Dybala: «Facevo fatica a respirare, ora sto meglio». Il fratello intanto viola la quarantena
L'argentino era risultato positivo al Covid-19. Nel frattempo il fratello Gustavo, con la compagna, è stato denunciato
FORMULA 1
18 ore
«Comincio a guardare anche oltre la F1»
Vettel è in scadenza di contratto: «Col tempo si diventa più maturi, quando penso al futuro sono piuttosto rilassato»
MADRID
21 ore
Dramma Sanz, il figlio denuncia: «Non si trova la salma»
Spagna in ginocchio, strutture al collasso: l'ex presidente del Real Madrid doveva essere cremato il 24 marzo
TENNIS
22 ore
Nole dona 1 milione per aiutare la Serbia
La donazione di Djokovic servirà per acquistare respiratori e altro materiale medico-sanitario
AMSTERDAM
1 gior
Nouri fuori dal coma dopo quasi 3 anni: «Possibile comunicare con lui»
Il giocatore, oggi 22enne, era uno dei giovani più promettenti dei Lancieri. Nel 2017 era stato colpito da un malore
FORT IRWIN
1 gior
«Sappiamo che ci sarà un picco: è come una guerra»
Ryan Gardner, ex attaccante con un palmarès da brividi, sta affrontando l'emergenza Covid-19 da Fort Irwin
ORZINUOVI
1 gior
«Nella mia Orzinuovi 13 funerali in un giorno»
L'ex ct della nazionale azzurra ha raccontato la terribile situazione che sta vivendo il paese in cui è nato
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile