Keystone
+ 6
HCAP - L'ANALISI
27.01.19 - 16:140
Aggiornamento : 19:06

Due ruggiti e un "passo falso": l'Ambrì non scatta e resta in piena bagarre

Dopo i preziosi successi su Davos e Ginevra, ieri i biancoblù - poco pungenti - sono caduti alla Valascia contro i Lions. Sono 5 le lunghezze di vantaggio sul Lugano (nono): ogni punto vale oro

AMBRÌ - Sette punti separano il Bienne - terzo a quota 62 -  dal Lugano, nono con 55: bastano questi pochi numeri per dare un'idea di questo pazzo e combattutissimo campionato. Quasi ogni match è diventato ormai uno scontro diretto, quasi ogni sfida è un'occasione per provare uno scatto, un allungo o, nel caso di un passo falso, ritrovarsi di nuovo in piena bagarre. In questo senso non fa eccezione con i suoi 60 punti l'Ambrì di Cereda, protagonista sin qui di una stagione al di sopra delle aspettative e capace di guadagnarsi con merito un posto tra chi lotta coltello tra i denti - e lo farà verosimilmente fino alla fine - per la top-8.

Tre gli impegni dei biancoblù in questa settimana, iniziata col sudato successo sul Davos (4-2 alla Valascia) e chiusa con la sconfitta contro i Lions di Del Curto (1-3). Nel mezzo il "colpo" a Les Vernets, dove i leventinesi - solidi, energici e capaci di mettere alle strette le Aquile per buona parte del match -, hanno vinto 3-2 all'overtime. 

Contro il Davos l'Ambrì è partito bene e ha poi saputo soffrire nei momenti più delicati, come nel terzo tempo quando la pressione gialloblù è notevolmente aumentata (provvidenziali alcuni interventi di Conz, una vera sicurezza tra i pali). "Vinti" 3 punti con sacrificio, Kubalik e compagni hanno poi approcciato nel migliore dei modi la sfida con le Aquile.

Non era semplice, tanto meno a Les Vernets dove il Ginevra ha spesso dettato legge, ma i biancoblù hanno applicato il loro "piano di gioco" e, mettendo sul ghiaccio i propri punti forti - grinta, umiltà e la giusta attitudine in primis -, ne sono usciti vincitori nonostante la rimonta granata nel terzo tempo (da 0-2 a 2-2, prima del gol decisivo di Fora all'overtime).

Due bei passi avanti, in parte "macchiati" dal ko di ieri sera alla Valascia. Volenterosi ma poco pungentei, sia 5c5 che in powerplay - parecchie le occasioni non sfruttate - Zwerger, Hofer e compagni hanno "sbattuto" contro Schlegel (43 parate) e sono caduti al cospetto dei campioni svizzeri, trascinati da capitan Geering (difensore autore addirittura di una doppietta).

Nessun dramma, ma piuttosto un'occasione persa - invero non è la prima - per fare un bel balzo in classifica e "flirtare" addirittura col terzo posto. L'Ambrì non ha graffiato, ma non si è nemmeno smarrito e ha lottato fino alla fine: le basi per ripartire immediatamente ci sono. Martedì si torna già in pista per un nuovo duello, questa volta l'avversario sarà però la capolista Berna, che negli ultimi 4 match ha subito la miseria di 2 gol (con 2 shutout per Genoni, 1 di Caminada).

Non sarà facile, ma lo scorso 16 novembre i biancoblù violarono proprio la tana degli Orsi (3-2 ai penalty). Non resta che affilare gli artigli e prepararsi alla sfida: ogni punto in palio, con i biancoblù attualmente a +5 sul Lugano (nono), vale davvero oro.

Guarda tutte le 10 immagini
Commenti
 
sergejville 7 mesi fa su tio
E si che mancavano Pinana, Mazzolini (sempre ai rockets), Kienzle (sempre in tribuna) e Lerg (5.o straniero)! Complimenti ai BB per il campionato ma accendete una candela che non vi capitino i ferimenti successi a Lugano o a Ginevra. Il Lugano ha giocato ca. 15 partite senza un blocco intero (!) di titolari, 5 partite senza 6-7 titolari e 10 senza almeno 3 giocatori importanti: a turno in infermeria si davano il cambio. E cmq, perdere in casa dallo ZSC, ci può stare eccome.
Bibo 7 mesi fa su tio
@sergejville Oltre a quelli del Lugano dovresti aggiornarti sugli infortuni dell'Ambrì... Mazzolini, Lerg e Kienzle sono infortunati non ai Rockets o in tribuna! dunque a parte loro 3 sono stati infortunati: Trisconi, Dotti, Pinana (che ha finito la stagione con Lerg), Fora, D'Agostini, Incir, Goi, Manzato, Bianchi e Plastino, alcuni anche 2 volte... Dunque 13 infortuni da più settimane (a parte Manzato) li abbiamo avuti anche noi e con una rosa non certo a livello del Lugano.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
21 min

Il Lucerna, atteso a Lugano, perde Schwegler e Ndenge

Brutte notizie per i lucernesi, che per diverse settimane dovranno fare a meno del difensore 35enne e del centrocampista 22enne

TENNIS
1 ora

Viktorija Golubic si ferma in semifinale

Niente finale per la 26enne rossocrociata, che a Guangzhou è stata sconfitta 2-6, 7-6(4), 6-1 da Samantha Stosur

HCAP / HCL
3 ore

Due battaglie da vincere per evitare il “Settebrutto”

Sempre ferme al palo, le ticinesi cercano i primi punti stagionali nell'unica partita che disputeranno nel weekend. L'Ambrì in casa con il Ginevra, il Lugano in trasferta a Zugo

L'OSPITE - STEFANO TOGNI
6 ore

«L'Ambrì può dire la sua col Ginevra. Klasen contro lo Zugo? Lo farei giocare sempre»»

Stefano Togni si è espresso in merito alle prime giornate di campionato: «Non mi aspettavo proprio che le due ticinesi non conquistassero nessun punto»

SWISS LEAGUE
15 ore

Rockets, colpo esterno: secondo successo consecutivo

Dolce bis per i rivieraschi di coach Reinhard, che dopo la vittoria contro i Montagnards hanno piegato 2-0 l'EVZ Academy. Shutout di Östlund

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile