Lazio
2
Parma
0
fine
(1-0)
Lazio
SERIE A
2 - 0
fine
1-0
Parma
1-0
1-0 IMMOBILE CIRO
8'
 
 
 
 
24'
KULUSEVSKI DEJAN
LEIVA LUCAS
46'
 
 
 
 
61'
BARILLA ANTONINO
2-0 MARUSIC ADAM
67'
 
 
 
 
90'
IACOPONI SIMONE
8' 1-0 IMMOBILE CIRO
KULUSEVSKI DEJAN 24'
46' LEIVA LUCAS
BARILLA ANTONINO 61'
67' 2-0 MARUSIC ADAM
IACOPONI SIMONE 90'
Venue: Stadio Olimpico.
Turf: Natural.
Capacity: 72,698.
History: 22W-14D-14W.
Goals: 69-52.
Age: 27,1-27,7.
Sidelined Players: LAZIO - Jordan Lukaku (Knee), Luiz Felipe (Ankle).
PARMA - Gianni Munari (Suspended), Luca Siligardi (Suspended), Juraj Kucka (Calf), Alberto Grassi (Knee).
VAR Video Referee.
Ultimo aggiornamento: 22.09.2019 22:37
NATIONAL LEAGUE
20.11.18 - 09:590
Aggiornamento : 19:27

Noreau brilla: «A Zurigo ottima intesa. Ambrì? Tanti amici e bei ricordi»

Questa sera i Lions, reduci dai successi in campionato contro Zugo e Ambrì, sfidano il Kärpät Oulu in CHL nel ritorno degli 1/8 di finale: «In Finlandia per vincere»

OULU (Finlandia) - Tre campionati da protagonista ad Ambrì, il ritorno oltreoceano per inseguire il sogno NHL, poi le nuove esperienze a tinte rossocrociate con Berna (due stagioni, un titolo) e ora Zurigo: stiamo parlando di Maxim Noreau, difensore canadese che in breve tempo - e invero senza sorprese - è diventato un punto di riferimento nello scacchiere di coach Aubin. Autore di una doppietta nel match vinto sabato contro i biancoblù, il 31enne, nuovo Top Scorer dei Lions, è già salito a quota 11 punti (7 gol) in 16 incontri di campionato.

«A Zurigo sono felice e mi trovo molto bene, la città mi piace - esordisce il canadese Maxim Noreau - Con i compagni c’è un'ottima intesa, sul ghiaccio sto approfittando anche del grande lavoro degli attaccanti davanti alla porta. Contro l’Ambrì ha segnato anche Klein in maniera simile».

29 punti in 17 partite: lo Zurigo - settimo pari merito col Lugano - per ora veleggia nei pressi della linea.
«In questa prima parte di stagione abbiamo fatto un po’ fatica a segnare. Ad Ambrì, consapevoli dei punti da migliorare, volevamo iniziare bene e mettere subito grande pressione ai biancoblù. Per una volta volevamo andare in vantaggio per primi e ci siamo riusciti. Abbiamo creato molte occasioni giocando un hockey rapido e semplice. Dobbiamo prendere esempio dal match della Valascia, dove abbiamo sconfitto una buona squadra abituata a mettere tanta energia sul ghiaccio. Flüeler ci ha aiutati e abbiamo fatto un buon match, siamo felici».

Lo Zurigo ha meritato e ha fatto la differenza nei momenti chiave.
«Abbiamo dimostrato di poter segnare e trovare i colpi giusti nei momenti decisivi. Ci era mancato molto nelle ultime settimane: un match come questo dà morale e ci aiuta. Abbiamo fatto la differenza portandoci avanti di due-tre gol, poi chi insegue è obbligato a cambiare piano di gioco e diventa difficile rientrare».

Per gli zurighesi, dopo la sosta, sono arrivati due successi in due match. In entrambi Noreau - che contro lo Zugo ha firmato il 3-2 all’overtime - ha siglato il game-winning gol.
«Ne sono e ne siamo felici. Nel line-up abbiamo tanta qualità anche a livello offensivo, ma quando a una squadra mancano 4-5 giocatori è inevitabile risentirne. Bisogna trovare il modo di creare e pungere: ci siamo riusciti e siamo contenti. Adesso dobbiamo continuare così, lavorare duro senza stress: in questo modo arriveranno più reti e più vittorie».

In Leventina dal 2011 al 2014, dalle parti della Valascia Noreau ha lasciato dei bei ricordi. Quella coi biancoblù è sempre una partita speciale?
«Sicuramente. Anche se gli anni passano, ogni volta che torno alla Valascia ritrovo molti amici. Sul ghiaccio, ma anche prima e dopo le partite. Ad Ambrì ho vissuto tre belle stagioni e ho tanti bei ricordi. Ora però sono dall’altra parte della “barricata”... quando scendo in pista lo faccio per conquistare i tre punti».

Ultime battute sulla Champions Hockey League. Dopo il 4-4 nel match d’andata contro il Kärpät Oulu, questa sera alle 18.00 i Lions - a caccia di un posto nei quarti di finale - sfidano i finnici in trasferta in un duello da dentro o fuori.
«Andiamo in Finlandia per vincere. Il primo match è stato di alto livello, ma abbiamo commesso ancora troppi errori. Dobbiamo ripartire dalla performance offerta con l’Ambrì. La settimana, dove abbiamo battuto anche lo Zugo, ci ha dato fiducia e ci aiuterà per partire col piede giusto. Il Kärpät Oulu, campione di Finlandia, è un team molto tecnico e con un buon sistema di gioco. Non sarà semplice, tanto meno a casa loro, ma scenderemo in pista per batterli».

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
TENNIS
1 ora

Niente da fare per il Team World: godono (ancora) King Roger e soci

Nell'ultimo e decisivo incontro Alexander Zverev ha piegato Milos Raonic 6-4, 3-6, 10-4. Il Team Europe prevale 13-11

SUPER LEAGUE
2 ore

«Sono orgoglioso dei miei ragazzi»

Coach Fabio Celestini si è espresso a margine del pareggio fra il suo Lugano e il Lucerna: «Nel secondo tempo la squadra mi è piaciuta»

TENNIS
4 ore

Prestigio a Ginevra: Federer vince e ridà speranza al Team Europe

Il Team World conduce 11-10: King Roger ha prevalso su Isner 6-4, 7-6, mentre in precedenza Fritz aveva superato Thiem 7-5, 6-7, 10-5

SUPER LEAGUE
5 ore

Il Lugano coglie un punto a Cornaredo

La truppa di Celestini ha pareggiato 1-1 contro il Lucerna e con lo stesso punteggio è terminato anche il match fra YB e Basilea. Successo per lo Zurigo

FORMULA 1
6 ore

Doppietta Ferrari: Vettel davanti a Leclerc!

Sul gradino più basso del podio è invece salito Max Verstappen

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile