HCL
22.09.18 - 22:180
Aggiornamento : 23.09.18 - 09:52

Dalla fiera del gol il Lugano torna a casa con il sacco vuoto

I bianconeri sono stati superati con il punteggio di 6-5 dallo Zugo al termine di una partita ricca di reti ed errori difensivi

ZUGO - Niente “bis” per il Lugano. Dopo il convincente successo sul Davos di venerdì sera i ragazzi di Ireland, impegnati sul ghiaccio di Zugo, sono stati surclassati con il punteggio di 6-5, al termine di una partita vivace e ricca di reti nella quale le due difese non hanno certo fatto bella figura. A decidere una rete di Stalberg favorita da un erroraccio di Merzlikins.

L’avvio è stato di quelli peggiori per Merzlikins e compagni. Dopo soli 46’’ i Tori sono passati in vantaggio grazie ad un beffardo tiro di McIntyre che si è infilato alle spalle del portierone lettone. In seguito a una serie di occasioni vivaci che hanno reso la partita avvincente è arrivato il pareggio luganese grazie a una magistrale ripartenza orchestrata da Sannitz e finalizzata da Walker, alla seconda rete in altrettante partite. A riportare avanti i padroni di casa ci ha poi pensato Simion (al 7’45’’), prima che un magistrale assist di Jecker deviato da Cunti riportasse la situazione in parità 5’ più tardi. In un primo tempo spumeggiante e ricco di gol è poi caduto anche il 3-2 casalingo firmato da Martschini. La beffarda quarta rete dello Zugo, a firma Lammer, è caduta a 0,1 secondi (!) dalla sirena, a chiudere un pazzo primo tempo.

La “fiera del gol” (e degli errori difensivi) non si è però fermata alla pausa e così Lapierre – con la sfortunata complicità di Diaz – dopo soli 1’39’’ ha riportato sotto i suoi nel punteggio. Albrecht e Morini al 25’ e al 29’ hanno aggiunto altre due reti a un tabellino già ricchissimo. Il punto del 5-5 è stato griffato da una bellissima ripartenza di Fazzini al 31’20’’. A placare il fiume di reti ci hanno poi pensato i due estremi difensori che hanno portato il risultato immutato alla pausa grazie ai loro interventi.

L’ultimo periodo ha offerto la stessa quantità di emozioni e occasioni dei primi due tempi, son però mancate le reti che hanno caratterizzato tutta la partita. L’unica rete, quella che si è poi rivelata decisiva, è stata autografata da Stalberg che ha goduto di un’indecisione di Merzlikins per depositare il disco in rete al 51’. Le offensive luganesi, per quanto frequenti, non hanno trovato la fortuna sperata e i tre punti sono così andati ai Tori.

ZUGO - LUGANO  6-5 (4-2; 1-3; 1-0)
Reti: 0’46’’ McIntyre 1-0; 5’05’’ Walker (Sannitz) 1-1; 7’45’’ Simion (McIntyre, Zgraggen) 2-1; 12’30’’ Cunti (Jecker) 2-2; 15’33’’ Martschini (Zgraggen, McIntyre) 3-2; 19’59’’ Lammer 4-2; 21’39’’ Lapierre (Lajunen, Loeffel) 4-3; 25’09’’ Albrecht 5-3; 28’54’’ Morini 5-4; 31’20’’ Fazzini 5-5; 50’05’’ Stalberg (Thiry, Lammer) 6-5.
Lugano: Merzlikins; Chorney, Jecker; Wellinger, Loeffel; Ronchetti, Ulmer; Vauclair, Riva; Hofmann, Lajunen, Lapierre; Jörg, Sannitz, Walker; Bertaggia, Cunti, Bürgler; Reuille, Morini, Fazzini.
Penalità: Zugo 1x2'; Lugano 4x2' + 1x10'
Note: Bossard Arena, 6'833 spettatori. Arbitri: Salonen, Stricker; Castelli, Kovacs.

Commenti
 
sergejville 1 anno fa su tio
Match d'altri tempi. A parte gli errori (Elvis soprattutto) a me il Lugano è piaciuto. Contro una pretendente al titolo, rimontare tre volte e meritare di andare almeno all'OT... sono segnali che il gruppo non molla e c'è unità di intenti. Come del resto , sottolineato da Ireland.
Zarco 1 anno fa su tio
Lungi da me criticarlo , ma oggi e dico oggi solo, scarso ! In nhl così neanche il 5
Zarco 1 anno fa su tio
@Zarco Elvis ovviamente
TOP NEWS Sport
MOTOMONDIALE
1 ora
«Caro Valentino, hai sbagliato...»
Jeremy Burgess, ex capo tecnico con il quale l'italiano ha vinto sette titoli in MotoGP, ha espresso il suo pensiero...
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
4 ore
Le c***ate di Evra e le palle di Xhaka: «Un non top player, per ora»
Il centrocampista svizzero trascina, con carattere, un Arsenal balbettante. Arno Rossini: «Ha questa stagione e la prossima per fare il "click". Può e deve segnare 10-15 gol»
CHAMPIONS LEAGUE
12 ore
Due-bala salva la Juve
Una doppietta in 2' di Paulo Dybala ha permesso ai bianconeri di battere 2-1 il Lokomotiv. Successi larghissimi per Tottenham, PSG e City
NATIONAL LEAGUE
12 ore
I Lions allungano, rimontona per il Rapperswil
Battendo 2-0 il Ginevra, lo Zurigo ha allungato in vetta alla classifica. Sangallesi avanti 5-3 sul Bienne dopo essere stati sotto 0-3
HCAP
13 ore
All'Ambrì non basta la generosità, alla Valascia vincono gli Orsi
I leventinesi – decimati dagli infortuni – si sono dovuti arrendere al cinismo del Berna. 5-2 il risultato finale con doppietta di Scherwey
CHAMPIONS LEAGUE
14 ore
Morata fa godere l'Atletico
Ai Colchoneros è bastato un colpo di testa dell'ex Juve: Leverkusen ko a Madrid. 2-2 esterno della Dinamo Zagabria del ticinese Gavranovic contro lo Shakhtar Donetsk
NHL
16 ore
Niente Svizzera e niente Lugano: Sbisa agli Anaheim Ducks
Il difensore elvetico si è accordato con la nuova franchigia fino al termine della stagione
HCL
19 ore
Ohtamaa verso la KHL, spalle coperte con Postma: «Avanti con 4 stranieri»
Col finnico in partenza (contratto in scadenza il 3 novembre), i bianconeri hanno annunciato l'arrivo in prova del canadese. Domenichelli: «Paul è un difensore molto valido, il mio compito...»
NATIONAL LEAGUE
22 ore
«Pestoni? A volte decisivo ma si prendeva delle pause»
Alex Chatelain dentro la crisi del Berna: «Un avvio del genere ci ha lasciato spaesati. Jalonen rinnovato per rinforzare la sua posizione? Può anche essere. Monitoriamo Gaëtan Haas»
HCL
1 gior
Nuovo straniero a Lugano? C'è Paul Postma
Il 30enne difensore canadese si allenerà da mercoledì agli ordini di Sami Kapanen
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile