Keystone
HCL
26.01.18 - 21:580
Aggiornamento : 27.01.18 - 13:46

Che gran Lugano: quattro schiaffi alle ambizioni del Berna

Terzo successo stagionale su quattro incontri con gli Orsi per i bianconeri i quali, solidi e cinici, hanno festeggiato 4-0 alla Resega

LUGANO – Spigoloso e concreto, cattivissimo e con grande qualità, il Lugano ha centrato una prestigiosa vittoria, piegando 4-0 il Berna alla Resega. In un match che, per intensità e ritmi, è stato un'anticipazione dei playoff, i bianconeri hanno mostrato alla National League di avere le caratteristiche e il carattere per giocare alla pari con la squadra dominatrice del campionato. Su una stagione intera gli Orsi sono sicuramente più competitivi. Su un match o una serie (sono tre le vittorie su quattro sfide stagionali contro la truppa di Jalonen) i ticinesi non partono però battuti. Anzi.

Che non sarebbe stata una sera di grassi banchetti il Lugano lo ha fatto subito capire al Berna, sceso in Ticino per blindare il primo posto e, soprattutto, per levar sicurezza ai padroni di casa. Chi ha chiuso la sfida con qualche certezza in meno sono invece stati proprio gli Orsi i quali, pur spingendo al massimo, sono arrivati al 60' con in mano un pugno di mosche. Il rovescio, per la prima della classe, è nato fin dai primi minuti. Merito della difesa bianconera, immediatamente attenta e solidissima, e dell'opportunismo di chi di mestiere fa gol. In questo caso Dario Bürgler. Il 30enne ha scritto il suo nome nel tabellino dei marcatori già al 5', dando un piccolo ma prezioso vantaggio ai locali. Gli ospiti non sono rimasti a guardare ma, nonostante muscoli e buone idee, non sono stati in grado di sorprendere Merzlikins. Rüfenacht, Arcobello, Bodenmann... in tanti hanno tentato di lasciare il segno. Non ci sono riusciti e si sono innervositi. Non ci sono riusciti e si sono dimostrati imperfetti. Da qui, al 27', è nato il pesantissimo 2-0 di Morini, ottimamente servito da Reuille. Con il passare dei minuti, come prevedibile, la pressione di Blum e compagni è aumentata. Non è però mai stata asfissiante; non ha cioè mai spinto gli uomini di coach Ireland sull'orlo del baratro. Seppur ogni tanto con il fiatone, i ticinesi hanno infatti sempre risposto con ordine e decisione ai graffi subiti, “rimbalzando” ogni tentativo di spaventare Elvis e, dal terzo tempo, prendendo decisamente in mano le redini dell'incontro. Il punto di Riva (53') e poi quello di Hofmann (57') sono stati solo la logica conseguenza di quanto visto sul ghiaccio e hanno messo in cassaforte risultato e punti.

Più che il successo in sé è in ogni caso stato il modo in cui il Lugano ha affrontato un'avversaria stratosferica a mandare in visibilio gli oltre 6'000 della Resega. Senza timore reverenziale ma, al contrario, con grande sicurezza nei propri mezzi, i bianconeri hanno infatti dimostrato che, sul breve periodo, possono essere migliori di tutti. C'è da tenerne conto. Ora come a marzo e aprile, quando cioè i match varranno davvero.

LUGANO-BERNA 4-0 (1-0, 1-0, 2-0)
Reti: 4'59” Bürgler 1-0 (Vauclair); 26'16” Morini (Reuille) 2-0; 52'01" Riva (Walker) 3-0; 56'19" Hofmann 4-0.
LUGANO: Merzlikins; Furrer, Sanguinetti; Vauclair, Ronchetti; Riva, Chiesa; Wellinger; Hofmann, Lajunen, Brunner; Bertaggia, Lapierre, Etem; Romanenghi, Cunti, Bürgler; Reuille, Morini, Walker; Fazzini.
Penalità: Lugano 4x2'; Berna 3x2'.
Note: Resega, 6'048 spettatori. Arbitri: Eichmann, Urban, Progin, Wüst.

Keystone
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
sergejville 1 anno fa su tio
Il vero hockey.
Evry 1 anno fa su tio
Grande Lugano anche con i sonollenti tra le nuvole Ronchetti e Brunner hanno dimostrato carattere e concretezze , BRAVI
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
2 ore
Le c***ate di Evra e le palle di Xhaka: «Un non top player, per ora»
Il centrocampista svizzero trascina, con carattere, un Arsenal balbettante. Arno Rossini: «Ha questa stagione e la prossima per fare il "click". Può e deve segnare 10-15 gol»
CHAMPIONS LEAGUE
10 ore
Due-bala salva la Juve
Una doppietta in 2' di Paulo Dybala ha permesso ai bianconeri di battere 2-1 il Lokomotiv. Successi larghissimi per Tottenham, PSG e City
NATIONAL LEAGUE
11 ore
I Lions allungano, rimontona per il Rapperswil
Battendo 2-0 il Ginevra, lo Zurigo ha allungato in vetta alla classifica. Sangallesi avanti 5-3 sul Bienne dopo essere stati sotto 0-3
HCAP
11 ore
All'Ambrì non basta la generosità, alla Valascia vincono gli Orsi
I leventinesi – decimati dagli infortuni – si sono dovuti arrendere al cinismo del Berna. 5-2 il risultato finale con doppietta di Scherwey
CHAMPIONS LEAGUE
12 ore
Morata fa godere l'Atletico
Ai Colchoneros è bastato un colpo di testa dell'ex Juve: Leverkusen ko a Madrid. 2-2 esterno della Dinamo Zagabria del ticinese Gavranovic contro lo Shakhtar Donetsk
NHL
15 ore
Niente Svizzera e niente Lugano: Sbisa agli Anaheim Ducks
Il difensore elvetico si è accordato con la nuova franchigia fino al termine della stagione
HCL
18 ore
Ohtamaa verso la KHL, spalle coperte con Postma: «Avanti con 4 stranieri»
Col finnico in partenza (contratto in scadenza il 3 novembre), i bianconeri hanno annunciato l'arrivo in prova del canadese. Domenichelli: «Paul è un difensore molto valido, il mio compito...»
NATIONAL LEAGUE
20 ore
«Pestoni? A volte decisivo ma si prendeva delle pause»
Alex Chatelain dentro la crisi del Berna: «Un avvio del genere ci ha lasciato spaesati. Jalonen rinnovato per rinforzare la sua posizione? Può anche essere. Monitoriamo Gaëtan Haas»
HCL
23 ore
Nuovo straniero a Lugano? C'è Paul Postma
Il 30enne difensore canadese si allenerà da mercoledì agli ordini di Sami Kapanen
HCAP
1 gior
Guai a fidarsi dell'Orso ferito
Il Berna sta vivendo una stagione complicata. Rimane però pericolosissimo. L'Ambrì deve prestare attenzione
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile