Keystone
DERBY
05.01.18 - 09:450
Aggiornamento : 13:20

«Due derby in 24 ore, wow»

L'ex giocatore di Lugano e Ambrì Hnat Domenichelli si è espresso in merito alle sempre molto appassionanti sfide cantonali: «Ho tantissimi ricordi. Il migliore? Il primo ad Ambrì è stato speciale»

LUGANO/AMBRÌ - Oltre 10 anni in Ticino, 5 stagioni ad Ambrì  e 5 campionati e mezzo a Lugano. Insomma di derby Hnat Domenichelli ne ha giocati parecchi. Emozioni, spettacolo, rivalità e persino qualche "colpo" di troppo: questi sono gli ingredienti principali che rendono la sfida tutta ticinese una pietanza gustosissima per tutti gli appassionati. 

Chiusa la carriera agonistica nel 2014 - dopo una parentesi a Berna - oggi il 41enne è agente di giocatori ed è rimasto attivo più che mai nel mondo dell'hockey. Tra i suoi "clienti" ci sono anche diversi giocatori delle due squadre del nostro Cantone. 

Esperto di hockey ed esperto di hockey ticinese dicevamo. E allora chi meglio di lui può parlarci delle due super-sfide cantonali in programma in sole 24 ore questo weekend? 

Hnat, non uno ma due: un weekend davvero carico di adrenalina... 
«Wow. Sarà bellissimo soprattutto per il pubblico. Con il fatto che i ragazzi sono a casa da scuola penso che assisteremo a due derby da tutto esaurito... Le emozioni di certo non mancheranno. È una partita diversa, in cui tutti i giocatori hanno l'opportunità di mettersi in mostra. Tutto il Ticino infatti si ferma a guardare questa sfida».  

Come arrivano le due squadre a questi due appuntamenti?
«Io penso che da gennaio in avanti, visto l'avvicinamento alla fase calda della stagione, a contare siano soltanto i tre punti. Più che lo spettacolo e le emozioni che una sfida del genere sa dare, in queste due partite conterà solo vincere. Il Lugano deve tornare a conquistare la vittoria per mantenere la sua posizione in classifica e per non rovinare l'ottimo inizio di campionato, mentre i biancoblù hanno il compito di incamerare punti per evitare la sempre insidiosa finale playout».

Il Lugano è reduce da un periodo molto difficile: credi si tratti di stanchezza o c'è dell'altro? 
«Non parlerei di stanchezza. In una regular season di 50 partite capita a tutte le squadre di attraversare un momento negativo. Un conto però è una striscia di 3-4 partite, un altro di 7-8. Devono cercare di stare tranquilli, il derby forse arriva al momento giusto per loro».

Due parole su Fora (assistito di Domenichelli, ndr): la sua crescita negli ultimi mesi è stata esponenziale... 
«Fora è un giocatore che conosco da molto tempo. La sua crescita non mi ha sorpreso. Con le sue apparizioni in Nazionale ora è conosciuto in tutta la Svizzera. Davanti a sé ha un grande futuro e sono convinto che abbia qualche possibilità di partecipare alle Olimpiadi. Lui ha dato tanto all'Ambrì e l'Ambrì ha dato tanto a lui. È un ragazzo molto coraggioso, e non dimentichiamoci che è un classe '95. Ha bisogno di continuare a crescere...». 

Torniamo alle due partite del weekend: come finiranno? Con un successo a testa?
«Non si sa mai. Saranno due incontri diversi, ma è difficile dire come finiranno. Prendiamo il primo derby, tutti si aspettavano una vittoria del Lugano. Ed invece...». 

Scavando nella tua mente qual è stato il tuo derby preferito?
«Ho tantissimi ricordi legati a questa partita, sia belli che brutti. Penso che il primo giocato con la maglia dell'Ambrì sia il più speciale...».

Commenti
 
Rudi Casoni 1 anno fa su fb
Ex 17
Igor Rigotti 1 anno fa su fb
Tutto perché il.calendario va fatto in base agli eventi delle piste di Zurigo e Berna....
Kir Tap 1 anno fa su fb
Assurdo
El Jardinero 1 anno fa su tio
Non è molto carino e strategico forse il doppio derby in 24 ore ma è veramente da "wow". Da possibilità di riscatto immediato a chi perde il primo e di confermare il dominio a chi lo vince. Molto probabilmente ci si spartirà la posta :)
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
TENNIS
9 ore

Federer testa di serie numero 2? Nadal non ci sta

Il tennista spagnolo non ha per niente apprezzato che Wimbledon l'abbia relegato dietro a King Roger come testa di serie nonostante sia davanti a lui nella classifica Atp

VIDEO
COPA AMERICA
13 ore

Suarez, che confusione! Il portiere para ma lui chiede il rigore...

Nel corso della sfida contro il Cile l'attaccante dell'Uruguay ha vissuto un paio di secondi di totale follia

SUPER LEAGUE
13 ore

La conferma della società: Renzetti resta in sella

«Tutte le energie saranno ora riposte sulla nuova stagione sportiva», recita uno stralcio del comunicato

SWISS LEAGUE
14 ore

Tosques, Bionda e Fritsche per un altro anno ai Rockets

Tutti e tre i giocatori hanno sottoscritto un accordo valido per la stagione 2019-20

SUPER LEAGUE
16 ore

Dal lungo stop al rinnovo... dopo un folle finale: «A 30 anni non era semplice tornare»

Il ticinese Igor Djuric, fresco di rinnovo fino al 2022, è uno dei leader dello Xamax: «Posso parlare di premio per il duro lavoro. Joël Magnin? È un mister molto attivo e positivo»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report