Keystone
HCL - L'ANALISI
26.11.17 - 13:460

Il Lugano è ripartito, ma avrà imparato dai suoi errori?

Trascinati da Merzlikins e Lapierre i bianconeri hanno interrotto una serie di tre sconfitte di fila. Prestazione nel derby solida e beneaugurante

LUGANO - Presentarsi alla Valascia con tre sconfitte di fila sul groppone e con il morale non certo alle stelle non era propriamente una situazione comoda per il Lugano. Ed invece i bianconeri, malgrado qualche defezione di peso in difesa, sono tornati a sorridere, grazie a una prestazione solida e senza troppi fronzoli. E si sa quanto la "medicina-derby" faccia maggior effetto rispetto alla vittoria di una partita "normale". La speranza, dunque, è che i tre punti conquistati ieri abbiano messo la parola fine al momento negativo di Klasen e compagni.

Ieri il complesso di Greg Ireland ha giocato - al contrario di quanto successo la sera precedente contro i Tori - con molta tranquillità e disciplina, sfruttando qualche amnesia avversaria e vincendo con pieno merito la sfida. Non era evidente fermare la marcia degli uomini di Cereda, viste soprattutto le assenze di Ulmer, Vauclair e Wellinger dietro. Ed invece, grazie al lavoro eccelso di tutte e quattro le linee, il Lugano è riuscito a portare a casa il terzo derby di fila. Insomma una partita preparata alla perfezione dal tecnico sottocenerino. Trovare un "difetto" alla prestazione offerta ieri dal Lugano risulta difficile. Anzi, la squadra si è sacrificata parecchio: basti vedere i tanti tiri bloccati nell'arco dei 60' dai vari Riva, Ronchetti, ecc...

Tra i singoli va sottolineata la prova maiuscola di Elvis Merzlikins. Non era evidente dopo l'opaca prova del giorno precedente contro lo Zugo (il lettone era stato sostituito dopo 20'). Impossibile, poi, non citare Maxim Lapierre: il canadese non solo ha trovato tre gol (la metà di quelli realizzati dai suoi nel weekend), ma soprattutto ha messo sul ghiaccio tantissima sostanza dimostrandosi ancora una volta l'uomo in più di questa squadra. Preziosissimo.

Negli ultimi tre derby Fazzini e compagni hanno ottenuto 9 punti, realizzando 11 gol e subendone soltanto 3. Insomma una tradizione che non potrà che far felici i tifosi bianconeri. 

Ora però sta al team sottocenerino dimostrare di essere ripartiti, dopo un periodo non certo brillantissimo: nella settimana alle porte i bianconeri affronteranno le trasferte di Davos (martedì) e Ginevra (giovedì) e la partita casalinga con il Langnau (domenica). Un bel banco di prova per il Lugano...

Commenti
 
sergejville 11 mesi fa su tio
andare a vincere il derby in questo modo (meritando e senza patemi, 0-3 al 50esimo), con mezza difesa ed un giovane esordiente, mi sembra possa bastare. L'ambrì era in pieno di fiducia, il lugano arrivava da 3 sconfitte. Eppure...
Jeremy White 11 mesi fa su fb
No non hanno capito gli errori, andremo sotto la riga vedrete
Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
bianconeri
fila
derby
prestazione
partita
prova
TOP NEWS Sport
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report