TOP E FLOP
23.10.17 - 10:000
Aggiornamento : 29.10.17 - 11:29

Plastino in crescita, Fora una certezza e Klasen è l'unico bianconero che si salva

La Top of the week ticinese di questa settimana è composta da cinque biancoblù e da un bianconero

AMBRÌ/LUGANO - Senza calcolare gli ottavi di finale di Coppa Svizzera, nell'ultima settimana il Lugano ha perso due partite di campionato in altrettante sfide disputate entrambe a Zurigo, dapprima contro il Kloten (1-3), poi con i Lions (1-4). Gli "Zero" punti conquistati permettono soltanto a un bianconero di entrare nelle preferenze della redazione. 

Dal canto suo l'Ambrì ha messo in cascina solo due punti in due match, ma sono frutto di prestazioni solide. Contro i duplici campioni svizzeri in carica del Berna ai ragazzi di Cereda è mancata soltanto la rete, dato che sono stati sconfitti malamente di misura 0-1. Venerdì contro il Friborgo (2-1) hanno invece controllato il match fino a 10' dal 60' quando hanno incassato il pareggio, avendo avuto poi il merito di non demoralizzarsi e di andare a vincere la partita all'overtime.

Chi ha lasciato maggiormente il segno? Basta scorrere il top of the week in salsa ticinese per (ri)scoprirlo.

Top of the week ticinese:

Portiere: Benjamin Conz

Difensori: Nick Plastino, Michael Fora

Attaccanti: Linus Klasen, Jeff Taffe, Elias Bianchi

Top assoluto: Yannick Rathgeb

Flop assoluto: Zugo

Benjamin Conz: Supportato da una difesa solida, l'estremo difensore leventinese ha subìto soltanto due reti in due partite disputate. Mal giudicato dalla critica prima di iniziare la stagione, Conz ha dimostrato in più di una circostanza di essere capace a fare la differenza e se l'Ambrì ha finora incassato poche reti è sicuramente anche merito suo.

Nick Plastino: Partito con il freno a mano tirato, il difensore italo-canadese sta crescendo partita dopo partita e nella vittoriosa gara contro il Friborgo si è anche concesso il lusso di siglare il gol vittoria all'overtime con una sassata dalla linea blu. Il 31enne ha finora realizzato due reti - tre se si calcola anche il sigillo in Coppa Svizzera - per un totale di 8 punti in 16 match di campionato. In crescita.

Michael Fora: Il capitano biancoblù non delude mai. Normalmente solidissimo in difesa, sta diventando sempre più prezioso anche in fase di costruzione del gioco: è infatti stato suo il suggerimento che ha permesso a Elias Bianchi di portare in vantaggio la sua squadra contro il Friborgo. 

Linus Klasen: Nella negatività che ha colpito il Lugano in quest'ultima settimana, il campione svedese raggiunge sempre la sufficienza. Oltre alle sue preziose e incredibili giocate, è stato l'unico - insieme a Cunti - a finire sul tabellino dei marcatori bianconeri. Klasen, che ha provato in tutti i modi a trascinare i suoi nelle due trasferte zurighesi senza suo malgrado riuscirci, conta finora 15 punti in 15 partite suddivisi in 8 reti e 7 assist.

Jeff Taffe: Vale lo stesso discorso fatto per Plastino. Il nuovo straniero biancoblù è in netto miglioramento e cerca con costanza la via della rete con numerose conclusioni, anche se non è fortunatissimo. Ci prova sempre e intanto, ultimamente, finisce anche spesso e volentieri sul tabellino dei marcatori: è stato infatti lui a fornire l'assist decisivo al supplementare contro i burgundi. 

Elias Bianchi: Lotta sempre come un leone e la sua grinta è stata premiata con una rete importantissima, la prima di questa stagione. Il 28enne è ormai diventato uno dei leader nonché trascinatori, dato che è il giocatore ticinese più "anziano" della squadra e con più stagioni nelle gambe (in totale sono nove disputate in Leventina).

Top assoluto della settimana - Yannick Rathgeb: Il difensore del Friborgo ha soltanto 21 anni e nonostante la giovane età può vantarsi di essere il TopScorer della sua squadra con 13 punti dopo 16 partite. Nel successo di 6-2 contro il Bienne è stato il mattatore assoluto dell'incontro con due reti e tre assist. Il nipote di Guyaz ha sempre avuto un buon feeling sotto porta e ora è anche diventato più disciplinato sul ghiaccio per quanto riguarda le penalità: finora ha rimediato soltanto 2' contro i 115' totali dello scorso campionato.

Flop assoluto della settimana - Zugo: Che fine ha fatto lo strapotere dei Tori? In netto calo nelle ultime uscite stagionali, la squadra sta perdendo colpi e da prima in classifica che era si è ritrovata in un attimo quarta a pari merito con Lions e Friborgo. La squadra sta pagando un calo di concentrazione e le battute d'arresto di Losanna (0-1) e in casa contro i Tigers (1-3) lo dimostrano.

Siete d'accordo con la scelta della redazione? Scegliete i vostri “migliori” nel sondaggio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
UN DISCO PER L'ESTATE
2 ore

«Un fenomeno che non esultava mai: McCourt leader e ticinese d’adozione»

Nicola Celio, storico ex capitano dell’Ambrì, ci ha parlato della stella canadese che per otto stagioni deliziò il popolo biancoblù: «Umile e divertente, da Dale ho “portato via” tante belle cose»

VIDEO
NHL
11 ore

Buon appetito Pietrangelo: la pasta della "nonna" nella... Stanley Cup!

Il capitano dei Saint Louis Blues ha ricevuto un regalo tutto particolare da parte della sua anziana parente

VIDEO
BEACH SOCCER
14 ore

La rovesciata di Gori è un vero e proprio capolavoro...

L'attaccante del Viareggio e della nazionale italiana si è reso protagonista di un gol di pregevole fattura

SERIE A
15 ore

A Torino tutti pazzi per De Ligt: «Mentalità di Nedved, personalità di Ibra»

Il talento 19enne è sbarcato in Italia: firmato un quinquennale che, con gli eventuali bonus, potrebbe portare l'olandese a guadagnare 12 milioni all'anno

HCL
19 ore

Spooner, il primo acquisto targato Domenichelli

Il GM bianconero: «È un centro puro, offensivo e con un'ottima visione di gioco. Sarà prezioso anche in powerplay»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report