HCL/HCAP
13.03.15 - 11:370
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

"Lugano troppo dipendente dagli stranieri. Ambrì? Sono preoccupato"

Nicola Celio, ex giocatore leventinese, ha analizzato la stagione del Lugano e il delicato momento dei biancoblù

sondaggio chiuso

LUGANO - Ancora una volta la stagione del Lugano si è dunque fermata allo stadio dei quarti di finale. Non vi è dubbio che la prematura uscita di scena scaturita ieri non si può archiviare come quelle passate: le aspettative quest'anno erano ben altre.

D’altronde una squadra che nel bel mezzo del campionato si concede il lusso di inserire in rosa Damien Brunner e Juraj Simek è perchè ha l’obiettivo di arrivare sino in fondo. Così però non è stato e i tifosi del Lugano hanno dovuto ingoiare un bel boccone amaro. Nicola Celio, ex giocatore, ha analizzato così il campionato dei bianconeri:

“In questa stagione a Lugano ho sempre visto lo stesso problema e cioè l'essere troppo dipendenti dagli stranieri. Sono mancati gli svizzeri che come si sa, soprattutto nei playoff, sono importantissimi. Credo che giocatori come Brunner, Simek e Walker dovevano sicuramente dare qualche impulso in più alla squadra. Non puoi pensare che i vari Pettersson e Klasen ti risolvano tutte le partite. Per quanto visto sul ghiaccio il Ginevra, esclusa gara-4, ha sicuramente meritato il passaggio del turno. Il campionato dei bianconeri non è comqunque da buttare, ma l’uscita di scena ai quarti di finale la vedo come un fallimento vista anche la rosa a disposizione di Fischer. Forse nelle ultime partite è subentrata anche un po’ di stanchezza negli uomini chiave che hanno trascinato il gruppo durante la Regular Season”.

Tutt’altro che finita è invece la stagione dell’Ambrì che dovrà lottare ancora parecchio per mantenere il proprio posto in LNA. Protagonisti di una partita molto negativa ieri contro il Friborgo, ad attendere i leventinesi nella finale dei playout c'è ora il Rapperswil. Nicola Celio è preoccupato per il "suo" Ambrì?

“Sì, sono preoccupato e credo che in Leventina manchi un po’ di “benzina”. Spero di sbagliarmi ma l’Ambrì farà molta fatica contro il Rapperswil. Ho come la sensazione che i leventinesi, una volta sotto nel punteggio, non riescano a trovare le forze per capovolgere le partite. Contro i sangallesi sarà una serie tirata sino all’ultimo. Devono cambiare marcia. Lo spareggio? Spero che la squadra di Serge Pelletier si possa salvare prima, ma vedo comunque il Langnau molto inferiore al Rapperswil". 

 

Commenti
 
TOP NEWS Sport
LONDRA
48 min

«Non ho mai davvero conosciuto mio padre perché era sempre ubriaco», e Ronaldo pianse

Parlando del padre, il campionissimo portoghese non è riuscito a trattenere le lacrime: «Scusate, non avevo mai visto quel video»

HCL - L'ANALISI
2 ore

Lugano in costruzione: servirà tempo

Ai bianconeri servirà qualche partita per costruire la propria identità: contro il Losanna un esordio dai due volti

HCAP - L'ANALISI
5 ore

Ambrì senza mordente: inizio complicato e 0 punti

Avvio di campionato in salita per i biancoblù, alle prese con enormi difficoltà nell'andare a segno

SERIE A
13 ore

Milan, che fatica col Verona (in dieci dal 21'): decisivo Piatek

I rossoneri si sono imposti 1-0 al Bentegodi: decisiva la rete del polacco su rigore. La Roma, brillantissima nel primo tempo, ha liquidato il Sassuolo (4-2)

STOP AND GO
16 ore

Ambrì e Lugano, false partenze

Rimasti a bocca asciutta, i biancoblù hanno incontrato parecchie difficoltà contro Zugo e Rappi. I bianconeri, ko col Losanna, sono ancora un "cantiere aperto". A Cereda e Kapanen il lavoro non manca

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile