Imago
+1
SERIE A
03.03.21 - 19:060
Aggiornamento : 04.03.21 - 11:42

«Il primo mese di lockdown è stato bello»

Il portiere della Juve dentro e fuori lo spogliatoio: «Non c’è nulla di certo nella vita».

«Il ritorno in bianconero? Credo nel fato».

TORINO - A gennaio ha compiuto 43 anni ma, a differenza di quasi tutti i calciatori, non ha ancora smesso la divisa per godersi una lunghissima vacanza. Fisicamente e mentalmente ancora competitivo, Gianluigi Buffon è ancora lì, al centro d’allenamento e poi in campo per la sua Juventus. Certo, non è più titolarissimo ogni partita, il campione toscano è però una delle colonne dei bianconeri, nello spogliatoio e - quando chiamato in causa - sul rettangolo di gioco. Ma per quanto ancora?

«Ho imparato che non c’è nulla di certo nella vita - ha raccontato Gigi al Guardian - Nella mia testa ho posto un limite alla mia carriera da giocatore: giugno 2023. Ma potrei ritirarmi tra quattro mesi. Ricordo com'ero e so come sono ora e credo che sia importante che a volte le cose vadano male. Penso che se uno non commette errori e, per questi, non paghi le conseguenze, allora non impara mai. Credo molto nel fato e quando la Juventus mi ha richiamato ho pensato: “Magari c’è una ragione, magari c’è un’altra storia da scrivere”». 

Intanto, come tutti, Buffon ha visto la sua vita stravolta dal virus. «Il primo mese di lockdown, devo ammetterlo, per me è stato bello. Ho avuto tempo per me stesso come mai mi era capitato nella vita. Ho potuto passare del tempo con mia moglie e con i miei figli; ne ho quindi approfittato e ho apprezzato questi momenti. Poi è diventato pesante».

CALCIO: Risultati e classifiche

Imago
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
MILANO
2 min
Ibra e il pranzo in zona rossa: la Regione Lombardia rimuoverà lo spot anti-Covid di Zlatan?
Domenica lo svedese si è recato in un ristorante di Milano per pranzare con altre persone, nonostante la zona rossa.
CICLISMO
4 ore
Armstrong: motorino nella bici? Nuovi (inquietanti) dettagli
Alcuni video mostrerebbero un metodo comune: mano di Lance sulla parte posteriore della sella e velocità che aumenta
MONDIALI
8 ore
«I Mondiali di hockey si terranno al 100%», l’ex Premier ci dà la sua parola
Miracoli lettoni per cancellare la Bielorussia: nuova Arena costruita in tempi record.
HCL
11 ore
Playoff, fuoco alle polveri: il Lugano accoglie il Rappi
Con i quarti di finale scatta la caccia al titolo. I bianconeri, praticamente al gran completo, ospitano il Rapperswil.
HCAP
21 ore
«È davvero finita, ma i ricordi resteranno per sempre»
Nicola Celio, storico capitano biancoblù: «Nei playoff ne vedremo delle belle. All’Ambrì davanti è mancato qualcosa».
COPPA SVIZZERA
1 gior
Jacobacci: «Coppa o secondo posto? Entrambi!»
Il Lugano domani accoglierà il Lucerna per i quarti della coppa nazionale: «Ce la giochiamo alla pari».
HCL
1 gior
Parte la caccia al titolo, Pelletier: «Il Rappi ha diversi giocatori pericolosi»
Eccetto Traber, l'allenatore del Lugano avrà l'intera rosa a disposizione per gara-1 in agenda domani sera in Ticino.
HCAP
1 gior
«Rischiai di fare il presidente per sole tre settimane. Ed invece...»
Parola a Filippo Lombardi: «Portar via un pezzo di Valascia? Sarà possibile...».
SUPER LEAGUE
1 gior
Lugano vincente e sereno, allarme rosso in casa Sion
Gli uomini di Jacobacci, piegando 1-0 il Losanna, hanno difeso il terzo posto e raggiunto quota 40.
PRE-PLAYOFF
1 gior
Berna ai playoff: Pestoni & Co fanno fuori il Davos
Gli Orsi vincono 3-0 gara-3 e si qualificano per i quarti di finale. Da martedì se la vedranno con lo Zugo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile