TiPress/archivio
CHALLENGE LEAGUE
28.01.21 - 16:000
Aggiornamento : 29.01.21 - 12:48

«Difficoltà? Lo sapevamo. Il nostro obiettivo è sempre stata la salvezza»

Lo Xamax di Djuric, scivolato in Challenge la scorsa estate, è penultimo a +1 dal Chiasso. Venerdì il duello coi momò.

Il difensore ticinese, che con i neocastellani ne ha già passate tante, è attualmente ai box: «Ho stretto i denti per mesi, ma ora mi sono dovuto operare. Punto a tornare per le ultime 10 partite».

NEUCHÂTEL - «Il 2020 è stato un anno orribile, salvato - nel mio caso - solo da una bellissima notizia extra-sportiva: a marzo diventerò padre e siamo al settimo cielo». Le parole sono quelle di Igor Djuric, difensore ticinese in forza al Neuchâtel Xamax dal 2016.

Con i rossoneri il centrale ne ha già passate tante, tra promozioni, salvezze da brividi, infortuni e anche una cocente relegazione. E a proposito di guai fisici, il 32enne è appena finito sotto i ferri. «Settimana scorsa mi sono operato al ginocchio destro, ho dovuto risolvere un problema al menisco che trascinavo da diversi mesi - aggiunge l’ex Lugano - Ho stretto i denti tra antidolorifici e antinfiammatori, ma ormai non c’era altra scelta. Alla fine di ogni partita avevo il ginocchio gonfio e, giocando ogni 2-3 giorni, diventava insostenibile. Adesso si parla di 2-3 mesi di stop. Punto a tornare in campo per le ultime 10 partite e dare il mio aiuto per la volata finale».

Retrocesso alla fine dello scorso campionato, lo Xamax ha smantellato la squadra con la società che ha confermato solo una manciata di elementi. Ora i neocastellani, dopo 16 fatiche, solo penultimi a +1 dal Chiasso.
«In estate, dopo la retrocessione, sapevamo che questa sarebbe stata una stagione molto difficile. La società ha deciso di cambiare 20 giocatori e, per il primo match di Coppa, eravamo rimasti in 8. Si sa che un gruppo nuovo ha bisogno di tempo per formarsi e creare le giuste alchimie. All'inizio anche gli infortuni hanno fatto la loro parte. Poi, quando ci siamo ripresi, siamo stati colpiti dal Covid con una quindicina di casi. A quel punto, tra ottobre e novembre, siamo rimasti fermi un mese senza poter giocare. Non cerchiamo scuse, ma di certo tutti questi fattori non hanno aiutato».

Oltre ai rinvii e alle quarantene “improvvise”, il Covid ha tolto anche i tifosi dagli stadi.
«Già, è orribile. Il calcio senza pubblico perde tutto il suo fascino, preferirei giocare al campetto con gli amici dove c’era più casino…(ride, ndr)».

Da gennaio lo Xamax è passato nelle mani di Andrea Binotto, 50enne con alle spalle una lunga esperienza alla guida dello Stade-Lausanne. La prima uscita col Kriens è andata male, ma già domani c’è un match delicato col Chiasso.
«Il mister ha portato entusiasmo e positività, ha portato nuove emozioni e il calcio vive di questo. La scorsa settimana non abbiamo giocato male, ma come al solito ci facciamo gol da soli. Adesso c’è il Chiasso. Vincere fa sempre bene, ma non dobbiamo metterci troppa pressione. Ricordiamoci che mancano ancora 20 partite. Per noi è una gara come le altre, da sola non farà la differenza». 

Il vostro obiettivo è la salvezza?
«L'obiettivo reale è sempre stata la salvezza. Quando parti in otto… non puoi pensare di vincere il campionato. Pensi a fare un campionato discreto e salvarti».

CALCIO: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
LOS ANGELES
2 ore
«Kobe e Gigi mi motivano ad andare avanti»
Vanessa Bryant ha raccontato la sua vita dopo la drammatica scomparsa del marito e di una delle sue figlie.
SUPER LEAGUE
5 ore
«Sul fondo per colpa nostra: dobbiamo essere più brutti, ma più efficaci»
Fari sul Tourbillon, dove il Sion di Tosetti riceve i bianconeri: «Più che dei bei fraseggi, ci saranno duelli ruvidi».
LUGANO
9 ore
Alla Cornèr Arena, alla Valascia o a Cornaredo solo se vaccinati?
L'avvocato Brenno Canevascini sul passaporto vaccinale: «Dal profilo giuridico non credo ci siano problemi».
HCAP
10 ore
Ambrì: vincere per tenere a debita distanza il Berna
Questa sera alla Valascia arriva il Bienne: i leventinesi riusciranno ad infilare un'altra grande prestazione?
SWISS LEAGUE
19 ore
Rockets: è una vittoria d'oro
Una rete di Vedova al 21' ha permesso alla squadra di Landry di vincere una partita fondamentale contro l'EVZ Academy
SERIE A
22 ore
Parla Buffon: «2023 il mio limite»
Il portiere della Juve dentro e fuori lo spogliatoio: «Non c’è nulla di certo nella vita».
MOTOGP
1 gior
«Senza risultati, smetterò a fine anno»
Valentino Rossi, nove volte iridato, è pronto per la nuova sfida in Petronas: «Voglio lottare per podio e vittorie».
SUPER LEAGUE
1 gior
«Vogliamo vincere, non sperare di fare un punto»
«Losanna da dimenticare, a Sion partita maschia».
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
1 gior
Merluzzi e... critiche varie, Lukaku domina ma non convince
Arno Rossini: «L’Inter vincerà lo scudetto, in Europa però...».
HCAP
1 gior
La capolista castiga l’Ambrì al 59’
Finale amarissimo per i biancoblù, piegati 5-4 a Zugo nonostante una buona prestazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile