keystone-sda.ch / STF (ALBERTO ESTEVEZ)
+29
NAPOLI
26.11.20 - 11:470
Aggiornamento : 21:41

«Lo stadio di Napoli si chiamerà Diego Armando Maradona»

Il popolo partenopeo ha deciso di onorare il più grande giocatore della storia del Napoli, deceduto ieri in Argentina.

La morte di Diego Armando Maradona ha lasciato un enorme vuoto nel cuore di tutti coloro che l'hanno visto almeno una volta accarezzare il pallone.

A Napoli per esempio - dove il Pibe de Oro era diventato un vero eroe - hanno deciso di onorarlo, intitolando lo stadio della città con il suo nome. «Lo stadio si chiamerà Diego Armando Maradona. Lo vuole il popolo, ieri è stata una voce unanime», è intervenuto a "Radio anch'io Sport" il sindaco di Napoli Diego De Magistris. «Diego ha la capacità di unire tutti i napoletani e non va banalizzato solo con il calcio. È stato un uomo buono e molti ne hanno approfittato. Lui non è raggiungibile da parte di nessuno, ha saputo interpretare l'unione indissolubile tra città e squadra. Napoli sembrava non potesse mai arrivare nell'olimpo del calcio, ma grazie a lui è successo(...)». 

La proposta verrà formalizzata a breve, dopodiché il vecchio San Paolo diventerà il secondo grande stadio di calcio al mondo intitolato a Maradona, dopo quello dell’Argentinos Juniors di Buenos Aires, la prima formazione della sua carriera.

CALCIO: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (CIRO FUSCO)
Guarda tutte le 32 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 2 mesi fa su tio
"molti ne hanno approfittato", soprattutto la criminalità organizzata, ma che importa dell'essere umano?
pardo54 2 mesi fa su tio
Adesso gli dedicano lo stadio; in occasione della semifinale di Italia 90 lo hanno fischiato, dopo il rigore messo a segno lo hanno distrutto.
Meiroslnaschebiancarlengua 2 mesi fa su tio
Col nome di un santo hanno vinto due titoli. Con quello di un dio del calcio, dovrebbero vincere tutti quei titoli che Maradona avrebbe meritato. Un immenso talento, un instinto del gioco e una spavalderia che gli facevano fare cose che altri nemmeno si sarebbero immaginati (e che anche vedendolo, non sono stati capaci di ripetere). Lui era Messi, Bergkamp, Ibra e Panenka allo stesso tempo, nella stessa giocata.
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SCI ALPINO
2 ore
Erroraccio della Gisin, ma la Svizzera gioisce grazie a Gut-Behrami
Il gigante di Plan de Corones ha confermato l'ottimo periodo di forma che sta attraversando la ragazza di Comano.
MERCATO
4 ore
Lungoyi alla Juve? C'entra il bilancio, non quanto è bravo
Pippo Russo e le trattative “strane”: «Il valore di un calciatore dovrebbe essere commisurato al suo rendimento».
SWISS LEAGUE
8 ore
«Escludendoci rischierebbero grosso»
Davide Mottis e i Rockets sono in attesa di una risposta: potranno partecipare in futuro al campionato di Swiss League?
DUBAI
17 ore
Bendtner derubato per colpa di un giornale
Il racconto della disavventura dell'ex Juve, bloccato a Dubai, ha favorito l'azione dei ladri.
MOTOMONDIALE
21 ore
Marc trema davvero: quanti dubbi...
L'ex osteopata della MotoGP, il dottor Bernard Achou: «In caso di quarta operazione addio anche al 2021»
SUPER LEAGUE
1 gior
Jacobacci, Abubakar e gli altri: il Lugano è già grande
La compagine bianconera ha agganciato il San Gallo e il Basilea al secondo posto in classifica.
SCI ALPINO
1 gior
Ottimo Odermatt, ma vince Kriechmayr
Nel super G di Kitzbühel altra grande prova per la pattuglia elvetica
HCL
1 gior
Il Lugano rialza la testa. Ambrì, il cuore non basta
Shutout di Zurkirchen con i bianconeri, mentre il nuovo innesto biancoblù Perlini non ha ancora lasciato il segno.
PREMIER LEAGUE
1 gior
«Eriksen? No grazie, mi ha deluso»
Finito ai margini nei nerazzurri, il danese resta sul mercato. Graham Roberts: «Inter? Voleva un'altra squadra»
HCL
1 gior
Il Lugano torna al successo, shutout di Zurkirchen
La truppa di Pelletier ha piegato il Rapperswil: 1-0 il risultato finale.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile